You ADU, rivoluzionare con creatività l’housing di Los Angeles
  1. Home
  2. What's On
  3. Rivoluzionare con creatività l’housing di Los Angeles

Rivoluzionare con creatività l’housing di Los Angeles

Un dialogo costruttivo tra amministrazione e architetti per affrontare una questione sociale

Lehrer Architects | Kadre Architects

You ADU, rivoluzionare con creatività l’housing di Los Angeles
Scritto da Redazione The Plan -

Già da qualche tempo la città di Los Angeles ha deciso di avviare un dialogo costruttivo con architetti e professionisti del settore per affrontare insieme e per provare a dare una risposta al problema legato alla carenza degli alloggi a un prezzo accessibile e ai rifugi per i senzatetto. Una delle possibili strategie individuate, come descritto anche da Michael Webb in un articolo dedicato proprio a tale questione su THE PLAN 132, sono le cosiddette unità abitative aggiuntive (ADU – Accessory Dwelling Unit), la cui costruzione nelle aree esterne o nei cortili delle case preesistenti si è cercata di incoraggiare, con la consapevolezza che un’ADU potrebbe incrementare il valore della proprietà ed essere affittata. Allo stesso tempo, un’unità di questo tipo porterebbe i singoli cittadini a dare il proprio contributo e ad andare incontro alle necessità dell’amministrazione.

Di recente, la stessa città di Los Angeles ha annunciato il lancio di You ADU, un piano per la realizzazione di unità abitative aggiuntive a prezzi calmierati per tutti i residenti di Los Angeles e composte da una singola stanza da letto: la gara d’appalto è stata vinta dagli studi Lehrer Architects e Kadre Architects, composti rispettivamente da Michael B. Lehrer e da Nerin Kadribegovic (precedentemente soci). Tuttavia è importante ricordare come questo non sia l’unico progetto di questo genere che i due studi hanno firmato, andandosi a inserire in un più ampio impegno inaugurato precedentemente nel provare a dare il proprio contributo nell’affrontare la questione abitativa.

Nel progettare un’unità abitativa aggiuntiva in seno a quest’ultimo progetto, in ogni caso, Lehrer Architects e Kadre Architects sono partiti da precise domande: come migliorare il senso di un luogo e il valore di una proprietà tramite un’ADU? E come può conservare la propria funzionalità il cortile esterno all’abitazione? Domande che, in ogni caso, non sono mai disgiunte dell’imperativo di creare soluzioni accessibili dal punto di vista economico per l’intera comunità.

 

Tra flessibilità e privacy

You ADU Render by and courtesy of Lehrer Architects and Kadre Architects

La flessibilità è una delle caratteristiche principali delle unità You ADU, sia per quanto riguarda la conformazione degli spazi interni e della loro fruizione sia l’orientamento della struttura: in questo modo è possibile sfruttare i benefici provenienti dall’esterno, ma anche garantire sia all’ADU sia all’abitazione originaria il più elevato grado di privacy possibile nella loro interrelazione. Nella sua semplicità, un’unità abitativa aggiuntiva realizzata in seno a questo progetto potrebbe essere paragonata alle case disegnate nell’infanzia, eppure la ricchezza risiede nella filosofia di base e nelle sue possibilità di implementazione. La facciata, per esempio, se piantumata a verde funge da arricchimento o proseguimento del giardino.

Altra caratteristica fondamentale è la sua sostenibilità: le You ADU sono interamente elettriche e dotate di pannelli solari. I materiali, inoltre, rispondono alla stessa filosofia di basso impatto ambientale, provenienti perlopiù dal territorio limitrofo.

 

Un impegno storico e sociale

You ADU Render by and courtesy of Lehrer Architects and Kadre Architects

Già dal 2021, come ricordato da Michael Webb nel suo articolo su THE PLAN 132, Lehrer Architects ha avviato collaborazioni con organizzazioni non profit e con Los Angeles Bureau per la creazione di cinque villaggi con alloggi temporanei per i senzatetto, ognuno comprendente fino a 100 cottage prefabbricati su terreno del Comune. «L’obiettivo è dare a ciascuna la dignità e la sicurezza che derivano dall’avere una stanza personale dove dormire e riporre i propri averi», ha scritto in quell’occasione Webb, riportando le parole stesse dell’architetto: «Stiamo creando spazi che potrebbero cambiare la percezione pubblica, progetti che il vicinato possa accogliere anziché disapprovare». È, questa di Michael Lehrer, una affermazione ottimistica; ci vorranno forse anni prima che sia vinta la paura dell’altro, ha poi aggiunto Webb.

 

Iscriviti alla newsletter

 

Credits

Location: Los Angeles, CA, USA
Architects: Lehrer Architects and Kadre Architects

Render by and courtesy of Lehrer Architects and Kadre Architects

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054