Un ascensore per migliorare le nostre città: il nuovo Gen360
  1. Home
  2. What's On
  3. Un ascensore per migliorare le nostre città: il nuovo Gen360™

Un ascensore per migliorare le nostre città: il nuovo Gen360™

Un ascensore per migliorare le nostre città: il nuovo Gen360
Scritto da Redazione The Plan -

Più di 160 anni fa Elisha Otis ha creato il primo ascensore sicuro al mondo. Questa invenzione ha aperto un’ampia gamma di nuove possibilità nell’ambito della progettazione architettonica che ha plasmato le città e le ha rese come le conosciamo oggi, con edifici alti e maestosi grattacieli.

Il 2021 sarà l'anno in cui una nuova generazione di ascensori con piattaforma digitale reinventerà ancora una volta le città. OTIS Worldwide Corporation ha presentato oggi, durante l’evento virtuale globale “Welcome to Tomorrow”, una nuova gamma di ascensori nativi digitali creati per integrarsi con la nuova era degli edifici intelligenti e dare alle persone la libertà di muoversi e connettersi in un mondo più alto, più veloce e più intelligente.

Gen360™: l'ascensore totalmente reinventato

 

 

Maggiore flessibilità per una più libera creatività

La piattaforma Gen360™ è progettata per cogliere nuove sfide, sia in termini di design che di sicurezza. Grazie alle soluzioni tecnologiche adottate permette di massimizzare l’efficienza di vano e ridurre gli spazi in fossa e in testata rendendo Gen360™ adatto a qualsiasi applicazione ed edificio.

Grazie al nuovo e più grande schermo eView™, ad un design sonoro immersivo che amplia la percezione dello spazio, nuove bottoniere premiate con l Red Dot Award e più di 400.000 combinazioni estetiche di cabina, è possibile integrare l’ascensore in qualsiasi contesto e, grazie alle interfacce API, connettere Gen360™ al sistema di gestione intelligente dell’edificio.


Gen360 Otis / Arnaud Février - Vista dall'esterno della cabina

 

La tecnologia “drive by wire” come garanzia di sicurezza e affidabilità

Nell'industria degli ascensori, innovazione e sicurezza devono andare di pari passo. Mentre gli architetti e i progettisti apprezzeranno sicuramente la maggiore flessibilità offerta dal sistema Gen360™, tutti i fruitori, dai passeggeri agli amministratori di edifici, accoglieranno con favore la tecnologia "drive by wire". Largamente utilizzata nell'industria aerospaziale e automobilistica, permette il monitoraggio 24/7 dello stato dell’ascensore e l’invio alla piattaforma cloud Gen360™ delle informazioni utili per rilevare e prevenire potenziali problemi riducendo al minimo la probabilità di fermo impianto. Grazie alle telecamere a 360° è possibile verificare da remoto il vano corsa, i sensori installati permettono di diagnosticare e risolvere molti problemi a distanza senza interrompere il servizio. Le sicurezze elettroniche permettono da remoto, in caso di blocco, di sbloccare la cabina e di spostarla al piano più vicino. Sicurezza, affidabilità ma anche tranquillità grazie alla possibilità di videochiamare dalla cabina il call center Otis in caso di necessità


Sensori e telecamere dell'ascensore Gen360 Otis / Arnaud Février 

 

Abbiamo avuto la possibilità di intervistare Fabrizio Vimercati, Operational Marketing & Promotion di Otis Italia. Di seguito l’intervista:

1. Come è nato il progetto per il nuovo ascensore Gen360™ e come si è sviluppato?

Tutto ha avuto inizio in Europa. Il nostro mercato è particolarmente esigente e abbisogna di soluzioni sofisticate e innovative in grado di soddisfare esigenze diverse. La piattaforma Gen360™ è nata per connettere l’ascensore agli utenti e alle Smart Cities. I nostri sviluppatori si sono avvicinati a questo progetto con un approccio radicalmente nuovo per creare qualche cosa che non rispondesse solo ad un bisogno ma che potesse fornire risposte a delle aspettative. La piattaforma Gen360™ unisce le più recenti tecnologie in una soluzione pensata per garantire i massimi standard di sicurezza, affidabilità e predittività.

2. Una parola chiave è “flessibilità”, ciò vale anche per il design e le finiture? Quali sono le possibili configurazioni estetiche di Gen360™?

Gen360™ risponde a diverse esigenze e la flessibilità è una di queste. Può essere inserito in qualsiasi contesto. Permette di aumentare significativamente le dimensioni della cabina a parità di dimensioni del vano disponibile e ridurre al contempo gli spazi necessari nella parte alta e bassa dell’edificio. Gen360™ è pertanto perfetto anche negli edifici esistenti e viene offerto con la gamma estetica completa del prodotto Otis: la nuova estetica Lounge in aggiunta alle 400.000 configurazioni estetiche di Ambiance. Una combinazione di linee, finiture, colori, luci e materiali che permettono una flessibilità creativa impareggiabile. Dulcis in fundo Gen360™ introduce una nuova gamma di bottoniere e segnalazioni di piano, premiate con il Red Dot Award.

3. Per Otis la sicurezza è molto importante, quali sono le principali tecnologie messe a punto in questa direzione? 

Il rivoluzionario approccio alla sicurezza che stiamo introducendo con la piattaforma Gen360 ™ è importante tanto quanto l’invenzione degli apparecchi di sicurezza da parte di Elisha Otis nel 1854. Abbiamo deciso d’implementare la tecnologia drive-by-wire utilizza da più di 30 anni in ambito aerospaziale e automobilistico. Utilizzando una catena delle sicurezze attiva, che monitora 24/7 lo stato dell’ascensore, possiamo intervenire in maniera più semplice e veloce anche da remoto. Grazie all’intelligenza artificiale presente nella piattaforma cloud del Gen360 siamo in gradi di anticipare e prevenire i guasti. Questo rappresenta un significativo cambiamento del concetto di sicurezza degli impianti che impatta in maniera positiva sulla percezione dell’ascensore da parte dei passeggeri con un conseguente impatto positivo sugli utilizzatori, proprietari e gestori.

 

Scopri maggiori informazioni sulla piattaforma elevatrice Gen360 visitatando Otis.it

Fotografie di Arnaud Février, courtesy of Otis

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#OTIS 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054