The Architecture Drawing Prize, Samuel Wen e Michael Ren vincono il premio overall 2022
  1. Home
  2. What's On
  3. The Architecture Drawing Prize, Samuel Wen e Michael Ren vincono il premio overall 2022

The Architecture Drawing Prize, Samuel Wen e Michael Ren vincono il premio overall 2022

Fino a maggio 2023 è visitabile la mostra dedicata alle opere concorrenti al Sir John Soane’s Museum

The Architecture Drawing Prize, Samuel Wen e Michael Ren vincono il premio overall 2022
Scritto da Redazione The Plan -
Ha partecipato al progetto Iris Ceramica Group

Originale, pieno di colore, l’immagine semplice di una tavola imbandita ma ricco di significato anche dal punto di vista architettonico nel contenere in sé viste in pianta, sezioni e prospetti: è questo, in alcuni suoi dettagli, il disegno vincitore del premio overall del The Architecture Drawing Prize 2022, annunciato in occasione del World Architecture Festival dai curatori dello stesso premio, Make Architects e il Sir John Soane’s Museum. Già vincitrice della Hybrid Category, l’opera di Samuel Wen e Michael Ren dal titolo Fitzroy Food Institute è stata nominata dunque la migliore nel confronto finale con The Spirit of Mountain della Hand-Drawn Category e con The Wall della Digital Category.

Attraverso l’uso e la combinazione di differenti tecniche, i due artisti si sono battuti per sfidare e liberarsi di alcuni stereotipi legati alla loro stessa cultura e tradizione cinese: «Ci sentiamo onorati e oltremodo gratificati per aver ricevuto un tale riconoscimento – ha sottolineato Samuel Wen, laureato in Design and Master of Architecture all’Università di Melbourne e studente di architettura alla Cox Architecture –. Riuscire a trasmettere idee e una narrazione accattivante attraverso il disegno è stato il nostro obiettivo fin dall’inizio».

La collaborazione e la valorizzazione delle rispettive potenzialità è state la chiave vincente del progetto, ha poi aggiunto Michael Ren, designer ed educatore attualmente studente del Master of Architecture all’UC Berkeley CED: «Siamo stati in grado di lavorare a questo progetto identificando con i punti di forza e di debolezza individuali. Samuel è sempre stato appassionato di illustrazioni disegnate a mano, mentre io ho un’attitudine per i rendering digitali. L’integrazione di entrambi i metodi di rappresentazione riconosce un’era post-digitale nella visualizzazione architettonica».

«Fitzroy Food Institute si distingue per l’accurato e sottile utilizzo del colore – ha rimarcato Ken Shuttleworth, fondatore di Make Architects e membro della giuria –. È un disegno di immediata comprensione, che raffigura un pasto condiviso su di un tavolo, ma anche ricco di interesse dal punto di vista architettonico, poiché contiene non solo una vista in pianta, ma anche sezioni, prospetti e dettagli. Originale, genuino e gradevole».

 

The Architecture Drawing Prize Exhibition

Soane Museum Exhibition 2023 ©Gareth Gardner, courtesy of The Architecture Drawing Prize

Fino al 7 maggio 2023 è possibile visitare la mostra dedicata all’arte del disegno in architettura, allestita appunto al Sir John Soane’s Museum grazie al supporto di Iris Ceramica Group. Nel mostrare i disegni vincitori e premiati partecipanti all’edizione 2022, la mostra vuole dunque essere una celebrazione delle idee e dei concetti progettuali insiti in ciascuno degli elaborati, i quali possono essere puramente concettuali o, al contrario, essere destinati a diventare un progetto architettonico da realizzare.

Tra i temi predominanti di questa edizione, rispettosi della sensibilità di tempi attuali, vi sono l’ambiente, la natura, la sostenibilità della vita umana sulla terra, ma anche le potenzialità del disegno architettonico per far spaziare liberamente la mente.

>>> Scopri anche i tre progetti vincitori delle altrettante categorie del premio.

 

Iscriviti alla newsletter

 

 

Credits

All images courtesy of The Architecture Drawing Prize

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054