Support by design: gli architetti americani ingaggiano i colleghi ucraini colpiti dalla guerra
  1. Home
  2. What's On
  3. Support by design: gli architetti americani ingaggiano i colleghi ucraini colpiti dalla guerra

Support by design: gli architetti americani ingaggiano i colleghi ucraini colpiti dalla guerra

L’iniziativa, lanciata da SWA Houston, coinvolge oggi diversi studi statunitensi. Alexander Vashenko racconta l’esperienza dello studio di paesaggisti LDesign di Kiev

LDesign | SWA Group

Support by design: gli architetti americani ingaggiano i colleghi ucraini colpiti dalla guerra
Scritto da Redazione The Plan -

Ingaggiare da remoto colleghi architetti ucraini che sono stati costretti a lasciare il loro Paese – o che comunque hanno perso il lavoro – a causa della guerra: è questa l’idea alla base dell’iniziativa Support by design, lanciata in primavera dallo studio di paesaggisti SWA di Houston (Texas), con l’intento di allargare il progetto anche ad altri studi statunitensi e riuscendo a coinvolgerne finora ulteriori otto. Alcuni dei professionisti a cui si rivolge l’iniziativa si sono trasferiti in Occidente o hanno ottenuto lo status di rifugiato nei Paesi vicini, altri sono rimasti in Ucraina, come Alexander Vashenko dello studio LDesign di Kiev, che racconta la sua esperienza.

Maidan Square in Kyiv © Juan Antonio Segal / Wikimedia Commons, License CC Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0)


>>> Scopri i progetti di tesi realizzati dagli studenti della TSOA nell'ambito dello Shelter Program ad Arcosanti (Arizona), nuova casa della scuola di architettura fondata 90 anni fa da Frank Lloyd Wright

 

Come è iniziata la collaborazione di LDesign con SWA Group?
«Quando è scoppiata la guerra il 24 febbraio, abbiamo deciso di rivolgerci all’estero per poter continuare a lavorare, visto che qui in Ucraina si è fermato tutto. Abbiamo sentito di questa iniziativa chiamata Hire Ukrainian Designers (parallela e analoga a Support by design, ndr), rivolta ad architetti paesaggisti e non solo, e così mi sono subito attivato per contattare dei nostri colleghi in altri Paesi, scrivendo centinaia di mail al giorno. Dopo varie settimane, ho iniziato a ricevere delle risposte e la prima è arrivata dallo studio SWA Group di Houston. Hanno organizzato una call durante la quale ci siamo conosciuti, abbiamo presentato loro il nostro team e il nostro portfolio per poi iniziare a collaborare».


Lavorate anche con altri studi?
«Negli Stati Uniti, con lo studio OLIN di Philadelphia e con OJB di Boston. Inoltre, la scorsa estate abbiamo lavorato a un concorso di progettazione insieme allo studio tedesco Treibhaus Landschaftsarchitektur, vincendo il primo premio. Siamo sempre alla ricerca di nuove collaborazioni a livello internazionale. Adesso non ci è permesso lasciare il Paese, ma un domani potremo magari visitare anche i cantieri dei progetti a cui abbiamo partecipato».

People working in Kyiv-based landscape architectural company LDesign: Alexander Vashenko and Akim Vishnevsky © Olga Soshenko, courtesy of LDesign


Quante persone lavorano da voi? Siete rimasti tutti a Kiev?
«Io personalmente mi trovo in ufficio a Kiev, così come la maggior parte di noi. Alcuni però sono all’estero e altri hanno fatto ritorno nella loro città di origine qui in Ucraina. In questo momento abbiamo 15 persone in studio, ma siamo intenzionati a coinvolgere altri colleghi ucraini nel nostro team, in modo da supportare a nostra volta chi ha perso il lavoro a causa della guerra».


Dal vostro punto di vista, è positivo il bilancio di questa esperienza professionale con gli studi statunitensi?
«Questo programma rappresenta un’opportunità importante per noi, che spero possa continuare anche nel prossimo futuro. A LDesign abbiamo una squadra di professionisti con un alto livello di competenza ed esperienza, che possiamo mettere al servizio dei nostri partner all’estero, anche perché nella situazione attuale è l’unico modo in cui possiamo ancora svolgere il nostro lavoro».

 

>>> Scopri lo studio Brooks + Scarpa, con sede a Los Angeles (California) e a Fort Lauderdale (Florida), guidato da Angela Brooks e Lawrence Scarpa, vincitori della 2022 AIA Gold Medal

 


SWA ha finora ingaggiato oltre 50 designer ucraini, conducendo parallelamente un’attività informativa presso gli studi interessati ad aderire al programma e introducendo un database di potenziali candidati. Al progetto Support by design – sostenuto dalla Landscape Architecture Foundation e dalla American Society of Landscape Architects – hanno finora aderito i seguenti studi: Olin, OJB, Suisman Urban Design, Ellenzweig Architects, Tanaka Design, Studio TRE, Rafi Segal A+U, Partners For Architecture.

«Support by design rappresenta un’occasione per la comunità degli architetti paesaggisti americani – spiega Kinder Baumgardner, Managing principal di SWA Houston – di supportare in maniera concreta i colleghi ucraini, offrendo loro qualcosa su cui concentrarsi che non sia la guerra, in modo da aiutarli a risollevarsi, ricordando loro che non sono soli. Le loro storie sono strazianti, ma sono pronti e motivati a lavorare con noi. Vedono questo impegno come un contributo alla resistenza contro l'invasione dell’Ucraina».

 

|||   ISCRIVITI A THE PLAN   |||   Ricevi direttamente le più belle storie del mondo dell'architettura e del design, gli ultimi progetti realizzati, classifiche e recensioni, consigli su video, gallery e interviste

Please refer to the individual images in the gallery to look through the photo credits

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054
ITC Avant Garde Gothic® is a trademark of Monotype ITC Inc. registered in the U.S. Patent and Trademark Office and which may be registered in certain other jurisdictions.