Rolex Mentor and Protégé
  1. Home
  2. What's On
  3. Rolex Mentor and Protégé

Rolex Mentor and Protégé

Il maestro Sir David Adjaye e l’allieva Mariam Kamara presentano il loro progetto

Scritto da Redazione The Plan -

Come annunciato di recente, l’architetto britannico di origini ghanesi Sir David Adjaye e la sua Allieva nigerina Mariam Kamara formeranno la coppia Maestro-Allievo dedicata all’architettura nell’ambito dell’edizione 2018–2019 dell’Iniziativa Rolex. In occasione della 16. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, i due hanno presentato il loro progetto. Sin dall’annuncio della loro collaborazione in febbraio, il Maestro e l’Allieva sono rimasti regolarmente in contatto e Sir David Adjaye fornisce molti consigli al giovane architetto su come coniugare la direzione di uno studio di architettura con gli aspetti più artistici della progettazione. La loro collaborazione è finalizzata all’idea di uno spazio pubblico a Niamey, la capitale del Niger, che servirà come centro culturale o come istituto dedicato alle arti. Entrambi gli architetti concordano sul fatto che è essenziale che l’edificio rispetti le esigenze locali.
Sir David Adjaye e Mariam Kamara sono la quinta coppia di architetti Maestro-Allievo a far parte di questa iniziativa, un programma filantropico internazionale che dal 2002 ha fornito un importante contributo culturale in tutto il mondo, riunendo grandi maestri e talenti emergenti in sette discipline artistiche per un periodo di collaborazione creativa che si sviluppa attraverso il rapporto individuale tra Maestro e Allievo. Oltre all’architettura, divenuta una disciplina a se stante nel 2012, le altre arti del programma sono: la danza, il cinema, la letteratura, la musica, il teatro e le arti figurative.
Fino ad ora, Álvaro Siza (Portogallo), Kazuyo Sejima (Giappone), Peter Zumthor (Svizzera) e Sir David Chipperfield (Regno Unito) hanno partecipato in qualità di Maestri, scegliendo alcuni tra i migliori giovani professionisti del mondo. Di recente Rolex ha aumentato la possibilità di collaborazione tra Allievi e Maestri a due anni per tutte le discipline. “L’architettura è una forma d’arte che richiede tempo, profonde riflessioni e una vasta esperienza”, afferma Sir David Adjaye. “È una disciplina inscindibile dalla dimensione temporale, nel senso che la preparazione e la formazione per diventare bravi architetti implicano processi lunghi.”
Mariam Kamara è stata scelta da Sir David Adjaye dopo che una giuria nominata da Rolex ha selezionato alcuni giovani talenti dell’architettura che avrebbero
potuto beneficiare al massimo della collaborazione con questo maestro.
“Lavoro molto nell’Africa occidentale e credo che uno dei problemi di questo continente sia la mancanza di sicurezza e di competenze. Devi avere una forza
straordinaria per realizzare qualcosa. Ho pensato che Mariam fosse qualcuno da sostenere”, ha aggiunto.
Sir David Adjaye riassume così le sue aspettative relative a questa collaborazione: “Sono ansioso di vedere quello che io e Mariam potremo fare insieme nelle
aree progettuali alle quali desideriamo dedicarci. Penso che sarà stimolante per entrambi”.
Mariam Kamara ha affermato che il suo obiettivo è “approfondire la sua formazione e perfezionare le sue competenze per essere pronta ad affrontare meglio alcune
delle sfide riguardanti la progettazione di città in rapido sviluppo, specialmente in Africa. Per me potere imparare da Sir David Adjaye rappresenta uno stimolo
incredibile, poiché mi concentro sulla realizzazione di spazi al servizio delle comunità, che le migliorino e gli conferiscano dignità”, ha dichiarato a proposito
del suo lavoro a Niamey, la capitale del Niger.

Iscriviti alla newsletter:
Ho letto la privacy policy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali.
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Non perdere interessanti opportunità di formazione
Scopri in anteprima i contenuti del Magazine e della Webzine di THE PLAN
Tag
#What's On 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054