Office&Business: progresso e innovazione negli smart office di domani
  1. Home
  2. What's On
  3. Office&Business: progresso e innovazione negli smart office di domani

Office&Business: progresso e innovazione negli smart office di domani

Zaha Hadid Architects | 3XN | Il Prisma | Behnisch Architekten | Yazgan Design Architecture

Office&Business: progresso e innovazione negli smart office di domani
Scritto da Redazione The Plan -

L’architettura dedicata agli uffici e spazi di lavoro è da sempre un esempio di avanguardia ed innovazione, frutto di una progettazione attenta ai minimi dettagli e di studi multidisciplinari che spaziano in tutti settori dalle scienze alle discipline umanistiche.

Se già prima del 2020 si poteva intravedere una rivoluzione nello sviluppo degli ambienti di lavoro, oggi, dopo la pandemia, questa tendenza ha intrapreso una svolta decisiva che cambierà per sempre la concezione di ufficio.

Innanzitutto il comfort, i progetti attuali danno molto rilievo a questo concetto. In futuro non saremo più costretti ad adattarci agli ambienti di lavoro, ma potremo lavorare in luoghi accoglienti, capaci di adattarsi alle nostre esigenze e in cui poter trascorrere molto tempo senza le pressioni o le formalità degli uffici tradizionali. Dunque ambienti più spaziosi e flessibili in grado di replicare o migliorare il comfort domestico.

Adidas World of Sports Arena

Per questo motivo le grandi aziende si stanno dotando di strutture aggiuntive al servizio dei propri dipendenti agevolando la loro vita e rendendoli più produttivi e creativi. Pensiamo ad esempio alla realizzazione di palestre, asili, spazi sociali, parrucchieri, banche o addirittura camere da letto.

I luoghi di lavoro dovranno essere sempre più affini alle nostre necessità per favorire al meglio i processi cognitivi e sviluppare le risorse personali. In questa direzione sicuramente sarà fondamentale la presenza di spazi verdi dove potersi rilassare tra una riunione e l’altra o mentre si consuma il proprio pranzo. La natura sarà praticamente incorporata nel desgin dell’ufficio per aumentare la salute e il benessere dei lavoratori.

Oiz Office

In tutto questo la de-densificazione degli ambienti lavorativi, incentivata anche dalla possibilità di lavorare saltuariamente da casa, contribuirà a renderli meno caotici e stressanti. La digitalizzazione consentirà maggiore flessibilità nei contatti di lavoro, aumentando il networking senza impattare sulle capacità di accoglienza degli ambienti costruiti. Di conseguenza gli uffici saranno meno personali e più resilienti. Ogni ambiente di lavoro dovrà poter essere facilmente riconfigurabile a seconda dei bisogni aziendali.

Econom Village

Dobbiamo dunque dimenticarci gli ambienti rigidi e chiusi che hanno caratterizzato gli uffici del secolo scorso, e forse anche l’idea di uffici open-space è sopravvalutato e già demodè. Il futuro degli uffici è più smart di quello che immaginiamo e alcuni esempi che riportiamo qui di seguito, relativi alle passate edizioni del The Plan Award, lo dimostrano dandovi una breve panoramica di come possiamo lavorare nel futuro già da oggi!

 

La categoria Office&Business del premio The Plan Award 2021

Siamo sicuri che molti degli aspetti sottolineati in precedenza saranno protagonisti dei progetti che parteciperanno nella categoria “Office&Business” dell’edizione 2021 del premio The Plan Award, premio annuale, aperto alla partecipazione di opere realizzate e future che nasce con l’obiettivo di promuovere la conoscenza e la qualità del lavoro di progettisti, accademici e studenti nei settori di architettura, design e urbanistica, ampliando il dibattito sulle tematiche più attuali nell’ambito della progettazione

Il The Plan Award 2021, a cui ci si può iscrivere fino al 31 maggio, è strutturato in diverse categorie, per ognuna delle quali verrà decretato un vincitore e, qualora la Giuria lo ritenga opportuno, verranno assegnate anche menzioni d’onore.

Scopri come partecipare al The Plan Award 2021

Vi presentiamo alcuni progetti che hanno partecipato alle passate edizioni del The Plan Award.

 

Leeza Soho, due torri in un unico involucro

Il grattacielo è un volume unico di forma cilindrica composto da due torri gemelle fra loro distanziate ma racchiuse da un unico involucro vetrato a doppio isolamento che mantiene l’ambiente interno confortevole rispetto alle estreme condizioni meteorologiche di Pechino. Lo spazio coperto racchiuso tra i due volumi che si estende per tutta la loro altezza costituisce l’atrio più alto del mondo, con 194,15 metri di altezza.

Lo sviluppo altimetrico dei due volumi subisce una leggera rotazione per riallineare i piani superiori con l’asse della Lize Road. Ponti sospesi a più livelli collegano le due strutture e offrono suggestive viste panoramiche sulla città. In totale Leeza Soho è composta da 45 piani distribuiti su 172.800 metri quadrati di superficie. Per la sua progettazione gli architetti hanno utilizzato la tecnologia BIM che ha consentito di ridurre i consumi energetici e ottenere la certificazione LEED Gold dal Green Building Council degli Stati Uniti.

Leggi l’articolo originale in inglese

 

Oiz Office, integrare la natura negli spazi di lavoro

L'Ufficio OIZ è un progetto situato ad Ankara, in Turchia, realizzato per il personale amministrativo e il consiglio di amministrazione della Aerospace Specialized Organized Industrial Zone. Ciò che genera il design e organizza il progetto è l'idea di integrare la natura nell'ambiente di lavoro. Pertanto, gli spazi sono organizzati in cluster programmatici che si integrano con i giardini interni. I giardini assicurano che la luce naturale raggiunga ogni angolo dell'edificio, offuscando in un certo senso la distinzione tra interno ed esterno. Ogni tavolo da ufficio ha un piccolo giardino coperto al proprio fianco.

L' inclusione attenta e organizzata del verde nel complesso architettonico degli uffici garantisce a tutti gli utenti un ambiente migliore in cui lavorare, oltre a dare un senso di grande apertura e spazialità

Leggi l’articolo originale in inglese

 

Olympic House, la forma architettonica dei valori sportivi

A Losanna, sulla sponda settentrionale del lago Lemano, Il 23 giugno 2019 è stata inaugurata la nuova sede del Comitato Olimpionico Internazionale (CIO).Progettata dallo studio 3XN, Olympic House mira a riunire il personale amministrativo del CIO, circa 500 dipendenti, in un’unica struttura di grande valenza simbolica e tecnologica.

L’idea che guida l’intero sviluppo progettuale si ispira ai 5 anelli che compongono la bandiera olimpionica disegnata dal Barone Pierre de Coubertin nel 1913; l'edificio si sviluppa attorno a cinque obiettivi chiave: movimento, trasparenza, flessibilità, sostenibilità e collaborazione, ognuno dei quali traduce i principi fondamentali del Movimento Olimpico in forma costruita. La sinuosità e armonia delle facciate ricordano i movimenti armoniosi degli atleti e consentono al progetto un alto livello di integrazione con l’adiacente castello settecentesco Château de Vidy.

Leggi l’articolo originale in inglese

 

Econom Village, tradurre in realtà materiale l'identità digitale

Il progetto consiste nel tradurre in realtà materiale l'identità aziendale il cui core business risiede nella dimensione digitale. Per effettuare questa traduzione è stato adottato un linguaggio innovativo composto da: Colori come indicazione di funzione, Linee come segnaletica direzionale, Icone come segnaletica di area e Testi come segnaletica puntuale. Questo linguaggio permette di comunicare le funzioni e le informazioni dei singoli spazi in modo intuitivo ed immediato, rendendo così navigabile l'edificio come se fosse un sito web.

Da qui la rivendicazione del concetto “Connessioni cablate”, che sottolinea come le connessioni fisiche non siano altro che la trasposizione materiale di quelle digitali - l'essenza dell'identità aziendale.

Leggi l’articolo originale in inglese

 

Adidas World of Sports Arena, a distinctive landmark at the campus

Nel 2019 A Herzogenaurach, Germania, dopo 20 anni di pianificazione è stato completato il campus adidas World of Sport comprensivo di lago artificiale, ristorante, uffici, palestra, sala conferenze e parcheggi. L’Arena progettata da Behnisch Architekten è l’edificio per uffici e accoglienza che caratterizza l’identità dell’intero complesso attrattivo, con una superficie di 52.000 m2 e una capacità di circa 2.000 dipendenti.  La sua architettura non tradizionale presenta una struttura particolarmente flessibile per potersi adattare alle sempre nuove esigenze lavorative. Il piano terra, nascosto da una collina artificiale e composto da un atrio centrale, una sala d’attesa, un’area conferenze e un bistrot, sembra essere un nucleo architettonico separato dai tre piani superiori in cui alloggiano gli uffici.

Questa apparente scissione tra i due elementi del complesso si basa su un’innovativa struttura portante composta da un sistema di 67 pilastri inclinati in acciaio e cemento disposti a V in gruppi di tre o quattro che sorreggono una superficie intelaiata di 143 x 183 m. Il vano scale vetrato situato al centro dell’Arena funge da collegamento invisibile e da fonte di luce naturale per l’intero complesso architettonico. I tre piani sopraelevati rappresentano il cuore della progettazione; al loro interno gli uffici sono suddivisi in sei gruppi disposti attorno ad un percorso principale.

Leggi l’articolo originale in inglese

 

Se hai progettato edifici o complessi per uffici e direzionali o centri e spazi congressuali e per conferenze, realizzati dopo il 1° gennaio 2018 o non ancora costruite, hai tempo fino al 31 maggio per iscriverti alla categoria Office&Business del The Plan Award 2021, presentando il tuo progetto attraverso la pagina dedicata.

All other credits relating to photos and render refer to individual articles.

 

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#Uffici  #Zaha Hadid Architects  #3XN  #Il Prisma  #Behnisch Architekten  #Yazgan Design Architecture 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054