Michele de Lucchi presenta "Haystacks"
  1. Home
  2. What's On
  3. Michele de Lucchi presenta "Haystacks"

Michele de Lucchi presenta "Haystacks"

In mostra al museo Nivola di Orani (NU)

Scritto da Redazione The Plan -

L'architetto Michele De Lucchi ha in programma una nuova mostra: "Haystacks", dedicata ai pagliai, una recente serie di sculture in legno da lui realizzate. La mostra si terrà al museo Nivola di Orani (NU) dal 30 giugno al 15 settembre 2017. L'inaugurazione è prevista per il 30 giugno, ore 18.00.

Il Museo Nivola continua la sua esplorazione del territorio al crocevia tra arte e architettura presentando, a un anno dalla rassegna dedicata a Andrea Branzi, un altro grande protagonista del design internazionale, Michele De Lucchi.

Al centro della mostra al museo Nivola è la serie recente dei Pagliai, strutture dalla forma densa e compatta ottenuta tramite la sovrapposizione di elementi. De Lucchi ne spiega il significato: “Tagliare l’erba e raccogliere il fieno, nei covoni prima nei pagliai poi, è un’operazione ancestrale oramai in disuso che però conserva nella mentalità̀ comune l’impellenza e la poesia di prepararsi al futuro, ai mesi freddi dell’inverno. L’oggetto pagliaio è forse la forma architettonica per eccellenza: pura, essenziale e unica. È uguale visto da tutti i lati, è un segno riconoscibile nel territorio, interviene con discrezione e bellezza sul paesaggio. È una forma che può̀ cambiare significato nel paesaggio mentale di ognuno di noi, dipende dalla distanza da cui lo osserviamo e dagli oggetti che lo circondano. È costruito sovrapponendo materiale sopra materiale, fino a una dimensione umana che la capacità manuale dell’uomo sappia produrre e utilizzare. Il pagliaio è un’immagine comune di positiva attenzione al pianeta.”

I Pagliai di De Lucchi rappresentano così il tramite discreto di un messaggio di sostenibilità e un invito ai futuri designer e architetti, “a procedere - come afferma Richard Ingersoll - con la modestia di agricoltori che ammassano il loro prodotto, ad avere il loro stesso rispetto per le risorse e a non produrre rifiuti.”

Oltre ai Pagliai, la mostra presenta una selezione di altri modelli lignei appartenenti ad altre serie, accanto a un video che ne racconta il processo creativo.

Attraverso la realizzazione dei suoi piccoli totem lignei, De Lucchi punta a mantenere un legame con l’artigianato, che rappresenta per lui una pratica irrinunciabile anche nel contesto della cultura contemporanea dominata dalla tecnologia. “È questa forma mentis - nota Antonella Camarda - che avvicina idealmente De Lucchi a Costantino Nivola: una creatività che rifiuta di cristallizzarsi in stilema, una sperimentazione continua sul filo di una serissima ironia.”

Nella serie dei Pagliai e nelle altre opere in mostra, De Lucchi ritrova nella realizzazione di sculture che sono anche concetti spaziali e architettonici lo stesso piacere che lo accompagna nell’atto di fare “le punte alle matite con il coltellino, rifilando le mine e ritoccando fino all’esasperazione la forma della punta, allungandola e lisciandola”: un gesto semplice, quotidiano eppure essenziale per la pratica fondante del disegno.

 

www.museonivola.it

 

Crediti foto: © Tom Vack

Iscriviti alla newsletter:
Ho letto la privacy policy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali.
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Non perdere interessanti opportunità di formazione
Scopri in anteprima i contenuti del Magazine e della Webzine di THE PLAN
Tag
#What's On 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054