La Royal Gold Medal for Architecture 2021 andrà a Sir David Adjaye
  1. Home
  2. What's On
  3. La Royal Gold Medal for Architecture 2021 andrà a Sir David Adjaye

La Royal Gold Medal for Architecture 2021 andrà a Sir David Adjaye

1 ottobre 2020

Il Royal Institute of British Architects (RIBA) ha annunciato che Sir David Adjaye OBE riceverà la Royal Gold Medal 2021, una delle più alte onorificenze mondiali per l'architettura.

La Royal Gold Medal è approvata personalmente da Sua Maestà la Regina e viene assegnata a una persona o a un gruppo di persone che hanno avuto un'influenza significativa "direttamente o indirettamente sul progresso dell'architettura".

Sir David Adjaye ha ottenuto l'attenzione internazionale per un eccezionale corpus di lavori in 25 anni. Attingendo alle sue citate influenze, tra cui "l'arte contemporanea, la musica e la scienza, le forme d'arte africane e la vita civile delle città", i suoi progetti completati spaziano da case private, a mostre e design di mobili, fino a importanti edifici culturali e masterplan. Dall'inizio della sua carriera ha combinato la progettazione con l'insegnamento nelle scuole di architettura nel Regno Unito e negli Stati Uniti, comprese le cattedre presso le università di Harvard, Michigan, Pennsylvania e Princeton.

Il suo studio, Adjaye Associates, è stato fondato nel 2000 e oggi ha sedi ad Accra, Londra e New York, con progetti in tutto il mondo tra cui lo Smithsonian National Museum of African American History and Culture, a Washington, DC (2016), dove sono stati lead designer del Freelon Adjaye / Bond SmithGroup. Altri progetti completati includono Ruby City, un centro d'arte a San Antonio, Texas (2019); l'Alara Concept Store a Lagos (2016); lo Sugar Hill Mixed Use Development (abitazioni, musei, strutture comunitarie e uffici) ad Harlem, New York (2015); la Fondazione Aishti, un centro commerciale e artistico a uso misto a Beirut, Libano (2015); due biblioteche di quartiere a Washington, DC (entrambe nel 2012); la Moscow School of Management Skolkovo in Russia (2010); il Museum of Contemporary Art di Denver, Colorado (2007); il Nobel Peace Center di Oslo, Norvegia (2005); Rivington Place Arts Centre di Hackney, Londra (2007); e l'Idea Stores, due biblioteche comunitarie a Londra (2004, 2005).

I progetti attuali includono una nuova casa per The Studio Museum ad Harlem, New York, in collaborazione con Cooper Robertson; 130 William, un grattacielo residenziale nel quartiere finanziario di New York; International Finance Corporation (IFC) a Dakar, Senegal; il Princeton University Art Museum di Princeton, New Jersey in collaborazione con Cooper Robertson; il George Street Sydney Plaza a Sydney, in Australia; The Abrahamic Family House, un complesso interreligioso ad Abu Dhabi; Biblioteca e centro eventi di Winter Park a Winter Park, Florida; il Memoriale e Centro di Apprendimento dell'Olocausto del Regno Unito, Londra guidato da Adjaye Associates, con Ron Arad Architects come Memorial Architect e Gustafson Porter + Bowman come Landscape Architect; il Royal Benin Museum di Benin City, Nigeria; la Cattedrale Nazionale del Ghana ad Accra; e la Biblioteca presidenziale Thabo Mbeki a Johannesburg, in Sudafrica.

Alla notizia, Sir David Adjaye ha dichiarato: "È un grande onore che i miei colleghi riconoscano il lavoro che ho sviluppato con il mio team e il suo contributo al campo negli ultimi 25 anni. L'architettura, per me, è sempre stata la creazione della bellezza per edificare allo stesso modo tutti i popoli del mondo e per contribuire all'evoluzione del mestiere. L'impatto sociale di questa disciplina è stato e continuerà ad essere la forza guida nella sperimentazione che informa la mia pratica. Un sentito e sincero momento di gratitudine e grazie a tutte le persone che hanno sostenuto il viaggio per arrivare a questo momento."

Il presidente del RIBA Alan Jones ha dichiarato: “È stato un mio assoluto piacere e onore presiedere il comitato ed essere coinvolto nella selezione di Sir David Adjaye come medaglia d'oro reale 2021. Ad ogni scala, dalle case private ai principali centri artistici, si avverte l'attenta considerazione del potere creativo e arricchente dell'architettura. Il suo lavoro è locale e specifico e allo stesso tempo globale e inclusivo. Mescolando storia, arte e scienza, crea ambienti altamente artigianali e coinvolgenti che bilanciano temi contrastanti e ispirano tutti noi. Credo che sia la pratica che l'insegnamento nelle scuole di architettura abbiano notevolmente arricchito il suo lavoro. La sua visione artistica e sociale ha creato progetti pubblici che dimostrano perfettamente il potenziale civico dell'architettura, favorendo l'empatia, l'identità e l'orgoglio. Il contributo di David all'architettura e al design a livello globale è già sbalorditivo e sono entusiasta che ne abbiamo molto di più da aspettarci".

Il Comitato per gli onori del RIBA 2021: “Attraverso il suo lavoro di architetto Sir David Adjaye parla con sicurezza attraverso culture, discipline, politiche e continenti. Il suo lavoro è globale e locale, finemente sintonizzato in quanto riflette e risponde al contesto e alla comunità, al clima e alla cultura. Le lezioni apprese da Adjaye attraverso la sua serie iniziale di dimore concettuali e sensuali poste coraggiosamente contro e all'interno del paesaggio mutevole del centro di Londra sono state smontate e riconfigurate man mano che ha realizzato spazi pubblici e sociali più ampi e civili delle città di tutto il mondo. Ascoltando clienti e utenti e spesso lavorando con artisti, il lavoro di Adjaye è contraddittorio e tuttavia coerente, contrastante e coraggioso, creando e bilanciando eleganza e grinta, assenza di gravità e peso, buio e luce. Adjaye ha unito pratica e insegnamento nelle scuole di architettura di tutto il mondo e ha sostenuto la rappresentanza civica attraverso il discorso pubblico. Si dedica alla comunicazione e alla creazione di architetture personali e ispirate alla cultura e alle storie di vita delle persone, realizzando luoghi che offrono nuovi livelli di empatia, esperienza e coinvolgimento. Il suo lavoro rivela una convinzione fondamentale nel potere generativo dell'architettura. In un mondo che si è polarizzato, unisce la politica, l'arte e la scienza all'architettura, mentre lavora per creare un futuro migliore. Lo Smithsonian National Museum of African American History and Culture di Washington DC ha unito le sue numerose agende architettoniche e culturali e ha espresso il ruolo che l'architettura può svolgere nel pluralismo. Adjaye è un talento singolare e tempestivo e un forte richiamo al ruolo perspicace e integrativo dell'architetto.”

Sir David Adjaye è stato nominato cavaliere del New Year Honours 2017 per i servizi all'architettura, dopo un OBE nel 2007. Come studente, ha vinto la medaglia di bronzo RIBA del 1993 per il miglior progetto di design al mondo; nel 2006 il suo Idea Store Whitechapel è stato selezionato per il RIBA Stirling Prize per il miglior edificio dell'anno. Ha vinto il RIBA International Awards per il Museum of Contemporary Art, Denver (2008) e la Francis Gregory Library e William. O Lockridge / Bellevue Library a Washington DC (entrambi 2013).

Il comitato di selezione della Royal Gold Medal 2021, presieduto dal presidente del RIBA Alan Jones, comprendeva: gli architetti Lesley Lokko, Dorte Mandrup e la vincitrice della Royal Gold Medal dell'anno scorso Shelley McNamara e l'ingegnere strutturale Professor Hanif Kara.

 

Leggi l'intervista a David Adjaye


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054