La Biennale di Venezia - 14. Mostra Internazionale di Architettura: Fundamentals
  1. Home
  2. What's On
  3. La Biennale di Venezia - 14. Mostra Internazionale di Architettura: Fundamentals

La Biennale di Venezia - 14. Mostra Internazionale di Architettura: Fundamentals

La Biennale di Venezia - 14. Mostra Internazionale di Architettura: Fundamentals
Scritto da Redazione The Plan -

Sarà aperta al pubblico da sabato 7 giugno a domenica 23 novembre 2014, ai Giardini della Biennale e all’Arsenale, la 14. Mostra Internazionale di Architettura dal titolo Fundamentals, diretta da Rem Koolhaas e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta.
La vernice avrà luogo nei giorni 5 e 6 giugno, la cerimonia di premiazione e d’inaugurazione si svolgerà sabato 7 giugno 2014.
La Mostra sarà affiancata da 66 Partecipazioni nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia. Sono 10 i paesi presenti per la prima volta: Costa d’Avorio, Costa Rica, Repubblica Dominicana, Emirati Arabi Uniti, Indonesia, Kenya, Marocco, Mozambico, Nuova Zelanda e Turchia.
Il Padiglione Italia in Arsenale, organizzato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con la PaBAAC - Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee - è curato quest’anno da Cino Zucchi.
Gli Eventi collaterali ufficiali della 14. Mostra Internazionale di Architettura saranno proposti da enti e istituzioni internazionali che allestiranno le loro mostre e le loro iniziative in vari luoghi della città. “Con Rem Koolhaas daremo vita a una grande Biennale di ricerca sull'Architettura – afferma Paolo Baratta. Molte sono le novità, anche perché Rem ha pensato a un progetto che coinvolge tutta la Biennale, e che ne valorizza appieno tutte le potenzialità.”
“Incominciamo con la parte della Mostra rappresentata dai padiglioni gestiti autonomamente dai paesi partecipanti - la cui presenza è una prerogativa unica della Biennale di Venezia. Questa volta i vari commissari e curatori non sono stati semplicemente informati del tema adottato dal curatore della Biennale per la “sua” Mostra. Il curatore, invece, ha riservato un argomento specifico per il contributo dei padiglioni (Absorbing Modernity 1914-2014).”
“Ricordo a tutti – prosegue Baratta - che oltre all’Arte e all’Architettura la Biennale opera in diversi settori, in particolare Danza, Musica, Teatro e Cinema. E anche qui Koolhaas non si è lasciato scappare nulla. La Mostra vedrà al suo interno (nella sezione Monditalia) la presenza delle attività di questi nostri diversi settori. E con attività non semplicemente affiancate e giustapposte alla Mostra d'Architettura, ma integrate nella Mostra di Architettura. Mai come quest'anno tutta la Biennale è nella Biennale.”
“Il ruolo e il compito che il curatore si è assunto differisce profondamente da quello di allestitore di presenze altrui, e cioè di architetti chiamati a testimoniare se stessi, la loro opera o i loro pensieri. La Mostra rappresenta il risultato di ricerche condotte sotto la guida del curatore, allestito secondo le sue richieste.”
“Koolhaas va dritto al segno. Con grande coraggio e ambizione ripercorre la storia della modernità negli ultimi 100 anni e negli sviluppi recenti, eripropone gli elementi che dovrebbero costituire i riferimenti per un rigenerato e attuale rapporto tra noi, la nostra civiltà e l'architettura (Elements of Architecture).”
“Si aggiunge l’impegno particolare in Monditalia alle Corderie, dove alcuni aspetti della realtà del paese Italia vengono raccolti e rappresentati con ricerche ad hoc, per ricordarci la complessità di questa, come di altre realtà del mondo, che non solo non deve essere negata o occultata ma che è anch'essa elemento di riferimento e fonte ispiratrice per l'architettura”.
Così Rem Koolhaas descrive Fundamentals:
Fundamentals accoglie tre manifestazioni complementari – Absorbing Modernity 1914-2014, Elements of Architecture, Monditalia – che gettano luce sul passato, il presente e il futuro della nostra disciplina. Dopo diverse Biennali dedicate alla celebrazione del contemporaneo, Fundamentals si concentrerà sulla storia, con l'intento di indagare lo stato attuale dell’architettura, e di immaginare il suo futuro.”
Absorbing Modernity 1914-2014 è un invito rivolto ai padiglioni nazionali che mostreranno, ciascuno a modo proprio, il processo di annullamento delle caratteristiche nazionali, a favore dell'adozione quasi universale di un singolo linguaggio moderno e di un singolo repertorio di tipologie. Ma la transizione verso ciò che sembra essere un linguaggio architettonico universale è un processo più complesso di quanto solitamente viene riconosciuto, poiché coinvolge incontri significativi tra culture, invenzioni tecniche e modalità impercettibili di restare “nazionali”.”
Elements of Architecture, al Padiglione Centrale, si concentrerà sugli elementi fondamentali dei nostri edifici, utilizzati da ogni architetto, in ogni tempo e in ogni luogo: pavimenti, pareti, soffitti, tetti, porte, finestre, facciate, balconi, corridoi, camini, servizi, scale, scale mobili, ascensori, rampe…”
Monditalia assegna all’Arsenale un tema specifico - l’Italia – con esposizioni, rappresentazioni teatrali ed eventi che interesseranno l’architettura, la politica, l’economia, la religione, la tecnologia e l’industria. Gli altri settori della Biennale di Venezia – Cinema, Danza, Musica e Teatro – saranno coinvolti per contribuire alla rappresentazione del paese.”
• “Biennale Sessions”, il progetto per le Università
Per il quinto anno consecutivo, e dopo il successo delle edizioni precedenti, la Biennale propone anche per la 14. Mostra il progetto “Biennale Sessions” rivolto a Università, Accademie di Belle Arti, istituzioni di ricerca e formazione nel settore dell’architettura, delle arti visive e nei campi affini. Il progetto ha l’obiettivo di favorire la visita della mostra per gruppi di almeno 50 studenti e docenti che sono assistiti nell’organizzazione del viaggio e nel soggiorno. Essi potranno organizzare seminari in uno spazio messo a disposizione gratuitamente dalla Biennale. Ad oggi hanno già firmato il protocollo d’intesa 47 istituzioni internazionali.
• “Meetings on Architecture”
Quest’anno i “Meetings on Architecture” organizzati dalla Biennale si arricchiscono dello speciale programma “Weekend Specials”,concepito come parte integrante della sezione Monditalia: conferenze, workshop, spettacoli e dibattiti si terranno durante i sei mesi di Mostra.È previsto nel mese di ottobre il 3. Convegno Internazionale “Archivi e Mostre”.
L’attività Educational si rivolge a singoli e gruppi di studenti delle scuole di ogni ordine e grado, delle università e scuole di architettura, professionisti, aziende, esperti, appassionati e famiglie. Le iniziative, condotte da operatori selezionati e formati dalla Biennale, mirano a un coinvolgimento attivo dei partecipanti e si suddividono in Percorsi Guidati e Attività di Laboratorio.
• Il catalogo, la guida, il volume Elements of Architecture
Il catalogo ufficiale (350 pagine) illustra le tre sezioni della 14. Mostra Internazionale di Architettura: Absorbing modernity 1914- 2014, Elements of Architecture, Monditalia,e gli Eventi Collaterali. È realizzato in doppia edizione italiano e inglese. La guida breve, in italiano e inglese, è uno strumento essenziale per visitare la Mostra: presenta i contenuti del catalogo in versione ridotta, corredati di mappe e informazioni pratiche. Catalogo e Guida sono edite da Marsilio. Il catalogo è affiancato da un volume di ricerca: Elements of Architecture, dedicato agli elementi fondamentali dell’architettura, è realizzato in collaborazione con un gruppo di ricerca della Graduate School of Design di Harvard sotto la direzione di Rem Koolhaas. Il progetto grafico dei tre volumi e l’identità grafica di Fundamentals sono firmati da Irma Boom.
La Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta ha nominato, su proposta del Direttore Rem Koolhaas, la Giuria internazionale della 14. Mostra Internazionale di Architettura (7 giugno > 23 novembre 2014), che risulta così composta:
- Kunlé Adeyemi (Nigeria), riconosciuto architetto con esperienza in India, Corea, Africa e Europa.
- Francesco Bandarin (Italia), ex direttore del World Heritage Centre dell'UNESCO, attualmente Vice Direttore Generale per la Cultura dell'UNESCO, è stato determinante nello sviluppo di strategie di conservazione del patrimonio in tutto il mondo.
- Bregtje van der Haak (Olanda), pluripremiata documentarista con consolidato interesse per l'architettura.
- Hou Hanru (Cina), già co-curatore della mostra Cities on the Move alla Hayward Gallery nel 1999 e poi curatore presso l'Art Institute di San Francisco, è il direttore artistico del Maxxi - Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo di Roma.
- Mitra Khoubrou (Emirati Arabi Uniti), direttore del Pink Tank con sede a Dubai, con un ampio coinvolgimento nelle questioni economiche e culturali in tutto il Medio Oriente. Il Presidente della Giuria sarà nominato dagli stessi giurati durante la loro prima riunione.
La Giuria assegnerà i seguenti premi ufficiali:
• Leone d’oro per la migliore Partecipazione Nazionale;
• Leone d’argento per una Partecipazione Nazionale;
• Leone d’argento per il miglior progetto di ricerca della sezione Monditaliadi Fundamentals.
La Giuria avrà anche la possibilità di assegnare un massimo di tre menzioni speciali alle Partecipazioni nazionali un massimo di tre menzioni speciali ai progetti di ricerca della sezione Monditalia.
La cerimonia di premiazione, si svolgerà contestualmente all'inaugurazione della Mostra che avrà luogo sabato 7 giugno alle ore 11 ai Giardini della Biennale. Confermata l’apertura al pubblico nello stesso giorno alle ore 10.

www.labiennale.org

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#What's On 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054