Kaira Looro Competition 2022: una casa per bambini in Africa
  1. Home
  2. What's On
  3. Kaira Looro Competition 2022: una casa per bambini in Africa

Kaira Looro Competition 2022: una casa per bambini in Africa

Il concorso che combatte la malnutrizione promuovendo un’architettura sostenibile

Kaira Looro Competition 2022: una casa per bambini in Africa
Scritto da Redazione The Plan -

Torna anche quest’anno il concorso di architettura internazionale Kaira Looro Competition, lanciato dall’organizzazione umanitaria non-profit Balouo Salo e rivolto principalmente a studenti e giovani professionisti, con l’obiettivo di selezionare e costruire una casa dei bambini in un contesto rurale dell'Africa sub-sahariana. Nell’edizione 2022 il contest propone infatti il tema di un centro per tutelare la salute dei più piccoli e prevenirne la malnutrizione, attraverso visite mediche pediatriche e socioassistenziali, oltre allo sviluppo di programmi di sensibilizzazione igienico-sanitaria per le famiglie del posto. L’iniziativa è pensata da un lato per scoprire nuovi talenti e dall’altro per contribuire a migliorare le condizioni di vita nei paesi in via di sviluppo adottando modelli di architettura sostenibili a scopo umanitario, in questo caso perseguendo il secondo dei Sustainable Developments Goals “Zero Hunger by 2030”.

 

Il progetto per la casa dei bambini

La casa dei bambini sorgerà nel villaggio di Baghere nel sud del Senegal, dove un bambino su tre è a rischio malnutrizione. Il progetto vincitore del concorso sarà costruito nell’ambito di un programma di beneficenza con un team di volontari e con la partecipazione della comunità locale. La struttura, con una superficie costruita di massimo 250 m2, dovrà prevedere gli ambienti per svolgere le visite mediche, con possibilità di permanenza nella struttura per i bimbi che ne avessero bisogno insieme alle loro mamme, un’area ludico-ricreativa, uno spazio destinato allo stoccaggio degli alimenti e un altro per l’amministrazione, da utilizzarsi anche per riunioni e corsi di formazione. Le diverse aree potranno essere configurate in maniera indipendente o essere messe in relazione tra loro, a discrezione del progettista. Il progetto dovrà rispondere a tre requisiti: essere facilmente realizzabile tramite tecnologie sostenibili e adattabili all'autocostruzione, utilizzare materiali naturali e/o di riciclo reperibili sul territorio ed essere integrato al contesto ambientale, sociale e culturale del luogo.

 

La giuria della Kaira Looro Competition

I progetti saranno valutati da una giuria comporta da architetti di rilievo internazionale, tra cui diversi italiani, insieme a esperti nel settore dell’alimentazione: Kengo Kuma (Kengo Kuma & Associates), Mario Cucinella (Mario Cucinella Architects), Agostino Ghirardelli (SBGA | Blengini Ghirardelli), Benedetta Tagliabue (EMBT Miralles Tagliabue), Mphethi Morojele (MMA Design Studio), Alice Dietsch (AL_A), Giuseppe Mazzaglia (MVRDV), Sharon Devis (Sharon Davis Design), Ligia Nunes (Architecture Sans Frontières International), Saad El Kabbaj + Driss Kettani + Mohamed Amine Siana, affiancati da un comitato scientifico composto da Raoul Vecchio (Balouo Salo), Sebastiano D’Urso (University of Catania), Moussa Soaune (CCAA Senegal), Mamath Ndiaye (Balouo Salo).

 

Iscrizione e premi

Il concorso è aperto agli addetti ai lavori da tutto il mondo e non solo: possono partecipare architetti, ingegneri e designer, ma anche chiunque sia pronto a cimentarsi con questa sfida progettuale. È possibile iscriversi – anche in team, con almeno un componente under 35 – fino al 15 maggio 2022. I progetti dovranno poi essere presentati entro il 13 giugno e i risultati saranno pubblicati l’11 luglio. Il ricavato ottenuto dalle quote di iscrizione sarà interamente devoluto alla realizzazione del progetto vincitore. La giuria proclamerà primo, secondo e terzo classificato, che riceveranno un premio rispettivamente di 5mila, 2mila e mille euro, oltre alla possibilità di svolgere un tirocinio rispettivamente presso gli studi Kengo Kuma Associates, Mario Cucinella Architects e SBGA Blengini Ghirardelli. Saranno assegnate anche due menzioni d’onore e cinque menzioni speciali e verranno nominati 20 finalisti e 20 "Top 50". Tutti i progetti premiati saranno pubblicati nel volume ufficiale del concorso, sul suo sito e sui social network; verranno inoltre trasmessi ai media partner, che includono siti web e riviste di architettura internazionali, e saranno condivisi con le istituzioni.

Photography by Balouo Salo - Humanitarian Organization, courtesy of Balouo Salo - Humanitarian Organization

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054