Il tempio di Sri Mariamman, la raffinatezza del mosaico
  1. Home
  2. What's On
  3. Il tempio di Sri Mariamman, la raffinatezza del mosaico

Il tempio di Sri Mariamman, la raffinatezza del mosaico

Scritto da Redazione The Plan -

Il tempio di Sri Mariamman, a Bangkok, è il più grande santuario induista al mondo al di fuori dell’India. La sua costruzione risale al 1879 e ogni anno grazie alla sua particolarità viene vistato da migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo. Il tempio è dedicato alla divinità Uma Devi, moglie di Shiva e madre di Ganes, come dimostrano le facciate riccamente decorate con immagini dedicate alle figure votive indiane.

Per garantire la sopravvivenza di questo luogo e la sua integrale sacralità, la famiglia che custodisce attualmente il tempio ha preso l’importante decisione di sostituire tutti i dipinti tradizionali presenti con delle opere musive. Il mosaico è stato scelto come tecnica per la “pittura eterna” per preservare lo stato delle raffigurazioni sacre. I disegni delle divinità sono stati affidati all’azienda ravennate SICIS che, attraverso il metodo brevettato del doppio indiretto, ha eseguito la riproduzione utilizzando tessere in oro e in vetro di Murano. È stato quindi ricostruito minuziosamente ogni affresco, scegliendo per ogni pennellata, per ogni dettaglio il giusto tono. Oltre al mosaico artistico sono state realizzate anche opere in micromosaico e mosaico minuto, preziosissime sia per la creazione dei materiali che per la procedura di lavorazione seguita da maestri d’arte con speciali competenze, usate normalmente per la produzione di pregiati ritratti e gioielli.

Il progetto

Il progetto, per la sua complessità e il contenuto storico artistico, è stato diviso in varie fasi. Inizialmente sono state compiute le prime due divinità poste all’ingresso del tempio, Sri Maha Mariamman e Shiva.  Successivamente sono stati rivestiti di mosaico foglia oro e Gold i muri esterni della cappella principale e del tempietto indipendente. Nella seconda fase, sono state prodotte e portate in opera le nove deità hindu, posizionate nella volta della navata centrale del tempio, la parte più spettacolare, nelle nicchie e su due delle pareti. Questa seconda fase è stata ad oggi la più rilevante ed ha visto il coinvolgimento di oltre di 80 maestri mosaicisti SICIS Lab, i quali hanno collaborato a fianco con la commissione del tempio. Fino ad ora sono state utilizzate più di 6 milioni di tessere di mosaico, un numero ancora più impressionate se si pensa che sono state magistralmente lavorate una ad una dalle mani di chi ha selezionato, tagliato e elaborato i singoli dipinti.

Il futuro

Il progetto prevede ulteriori sviluppi che continueranno per almeno altri due anni, con l’implementazione di ulteriori venti divinità che verranno poste sulle due volte laterali del tempio. Saranno inoltre completati 12 ricercatissimi micromosaici per la base della navata principale del tempio.

Iscriviti alla newsletter:
Ho letto la privacy policy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali.
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Non perdere interessanti opportunità di formazione
Scopri in anteprima i contenuti del Magazine e della Webzine di THE PLAN
Tag
#Mosaici  #Sicis  #Bangkok  #Thailandia  #Edificio religioso 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054