Il futuro del retail dopo la pandemia: da shopping a esperienza
  1. Home
  2. What's On
  3. Il futuro del retail dopo la pandemia: da shopping a esperienza

Il futuro del retail dopo la pandemia: da shopping a esperienza

FUD | Lombardini22 | Fabio Fantolino | Lyndon Neri&Rossana Hu | Wall Corporation/Selim Senin

Il futuro del retail dopo la pandemia: da shopping a esperienza
Scritto da Redazione The Plan -

Il progetto di una boutique è forse quello che più di tutti richiede di combinare due istanze per certi versi opposte: un’elevata qualità delle finiture e tempi serrati di realizzazione. Due esigenze che le regole del gioco individuano come irrinunciabili, senza possibilità di compromessi, soprattutto nel retail di lusso. Non bisogna poi dimenticare l’aspetto socioeconomico: lo spazio commerciale deve infatti essere concepito per soddisfare i bisogni dei clienti nel rispetto del piano di marketing dell’azienda. C’è infine un altro elemento, probabilmente quello che la pandemia ha più evidenziato: il negozio è quello spazio che racconta la storia e i valori del brand, coinvolgendo i clienti e instaurando con loro un rapporto di fiducia e scambio reciproco. Un’esperienza in cui l’interior design è molto più che un semplice sfondo e che nel futuro sarà sempre più improntata sui valori della trasparenza e dell’autenticità.

Il retail durante e dopo la pandemia

La moda è un bene essenziale? Stando alle restrizioni anti-Covid, sembrerebbe di no: il retail è stato infatti tra i settori più colpiti dalle misure per il contenimento del contagio. Secondo i dati dell’Istat, nel 2020 le vendite al dettaglio in Italia sono diminuite del 5,4%, a fronte di un decollo dell’e-commerce, che ha visto un incremento del 34,6%. Oltre al fatto che i negozi hanno passato diversi mesi con le saracinesche abbassate, un sito web è certamente più asettico di una boutique, nel bene e nel male. A subire una pesante caduta l’anno scorso è stato in particolare il comparto non alimentare, che però già a febbraio di quest’anno ha dato segni di ripresa, testimoniando il desiderio – anzi il bisogno – che le persone sentono di tornare alla normalità. In questo gioca un ruolo importante anche lo shopping, un’attività in cui i confini tra necessità e svago non sono ben definiti e che proprio per questo ha fatto sentire la sua mancanza.

Se la scorsa primavera ci si chiedeva con impazienza quando i negozi avrebbero riaperto, oggi ci si interroga su quale sarà il futuro post-pandemia del settore. A questo tema ha dedicato uno studio Simona Franci, design director di Fortebis Group, che individua tre azioni per attuare quella che definisce una vera e propria rivoluzione del retail. Innanzi tutto, sarà necessario ripensare il concetto stesso dell’immagine dei negozi, andando a creare per ogni marchio un’esperienza immersiva e integrata, che lo renda interessante e innovativo. In questo cambiamento, partendo dalle boutique di lusso, l’architettura sarà uno degli strumenti per dare vita a spazi multisensoriali e sostenibili. Il secondo punto evidenziato da Franci è lo sviluppo della realtà virtuale, che rappresenta l’estensione della boutique reale, con una vendita che deve risultare integrata tra online e offline. Si tratta di uno strumento che presenta numerosi vantaggi per il marchio, tra cui l’immediatezza nel coinvolgimento dei clienti e la possibilità di aggiornare istantaneamente ogni collezione. La terza e ultima azione riguarda la strategia di comunicazione: dal punto di vista dell’interior design, occorrerà ridisegnare l’area espositiva in modo più vivace e flessibile e trasformare il negozio in un laboratorio dove i clienti possono sperimentare i diversi prodotti e vivere la storia del brand.

 

La categoria Retail del premio The Plan Award 2021

Della progettazione di spazi commerciali, negozi, punti vendita al dettaglio e all’ingrosso si occupano i professionisti iscritti alla categoria Retail del The Plan Award. Il premio annuale, aperto alla partecipazione di opere realizzate e future, nasce con l’obiettivo di promuovere la conoscenza e la qualità del lavoro di progettisti, accademici e studenti nei settori di architettura, design e urbanistica, ampliando il dibattito sulle tematiche più attuali nell’ambito della progettazione. Il The Plan Award 2021, a cui ci si può iscrivere fino al 31 maggio, è strutturato in diverse categorie, per ognuna delle quali verrà decretato un vincitore e, qualora la Giuria lo ritenga opportuno, verranno assegnate anche menzioni d’onore.

Scopri come partecipare al The Plan Award 2021

Prendendo spunto dall’edizione 2020 del The Plan Award, abbiamo selezionato alcuni progetti che rappresentano le tendenze attuali del retail design.

 

Nuovo store Wakeup Cosmetics in via Torino a Milano

Nel nuovo store Wakeup Cosmetics, in via Torino a Milano, i clienti sono chiamati a vivere un’esperienza che riafferma costantemente il loro legame con il marchio, in un’iterazione immersiva che prende forma nella scoperta dei prodotti. Wakeup Cosmetics è una linea di makeup, skincare e accessori made in Italy, che nasce dalla volontà di invitare le persone a esprimersi con naturalezza, per permettere a ciascuno di scoprire e valorizzare la propria vitalità e bellezza.

Questa forte identità si traduce negli spazi progettati da Lombardini22, che accompagnano il cliente in una natura avvolgente e stilizzata con forme curvilinee e armoniose. Il linguaggio visivo dell’azienda è stato declinato da FUD (divisione dello studio specializzata in Physical Branding e Communication Design) seguendo il filo conduttore degli anelli concentrici e della palette cromatica “pink gold”, con colori cangianti dal rosa chiaro fino a un azzurro più acceso.

Approfondisci il progetto

 

Y San Carlo: nuovo negozio di abbigliamento maschile multimarca a Torino

Il nuovo showroom di abbigliamento maschile multimarca Y in piazza San Carlo, nel centro di Torino, si sviluppa su tre piani in cui ogni ambiente è diverso dall'altro. Il progetto firmato da Fabio Fantolino avvolge il cliente in un’atmosfera retrò, creata attraverso la scelta di finiture e materiali come boiserie in noce, moquette, piastrelline e vetri colorati, reinterpretati in chiave contemporanea tramite forme oblique e linee inclinate.

Tutta la boutique è permeata da uno stile elegante e da un’elevata attenzione al dettaglio. In particolare, il livello superiore è stato pensato come un salotto esclusivo, in cui dedicare una speciale attenzione al cliente per la realizzazione di abiti su misura, mettendo a disposizione le capacità sartoriali degli artigiani.

Approfondisci il progetto

 

Valextra Chengdu, un volume compatto di cemento a Sichuan

La boutique di Valexdra a Chengdu, nella provincia sud-occidentale di Sichuan, in Cina, è stata disegnata da Lyndon Neri & Rossana Hu come un volume massivo in cemento rialzato da terra. L’immagine di un blocco architettonico fluttuante è rafforzata dall’illuminazione dal basso, mentre sulla facciata sono ritagliate vetrine lunghe e strette, orizzontali e verticali, che danno un’anteprima dello spazio interno.

Dall’apertura in corrispondenza dell’ingresso, si intuisce la forma circolare dell’ambiente principale, definito dalla libreria in legno su misura, su cui sono esposti gli accessori. Al centro un tavolo in pietra e a soffitto un imbuto di luce conico che ricorda l'occhio del Pantheon.

Approfondisci il progetto originale in lingua inglese

 

Centro commerciale Hills, una facciata percorribile come una città

Il progetto per il centro commerciale Hills a Kigali, capitale del Rwanda, mira a ricreare l’immagine di una collina. L’impianto planimetrico multiforme è abbinato a una facciata a gradoni, che arretra progressivamente dal filo stradale andando a disegnare una balconata su ogni piano, lungo la quale si snodano le vetrine dei negozi. L’architettura progettata dallo studio Wall Corporation, fondato da Selim Senin, si ispira al paesaggio naturale del Paese africano anche nelle colonne che sostengono la copertura, una tettoia in aggetto che ombreggia i percorsi in facciata: alte e sottili, sono come i fusti degli alberi di una foresta.

Approfondisci il progetto originale in lingua inglese

 

Se anche tu hai progettato uno spazio commerciale, realizzato dopo il 1° gennaio 2018 o ancora da realizzare, hai tempo fino al 31 maggio per iscriverti alla categoria Retail del The Plan Award 2021, presentando il tuo progetto attraverso la pagina dedicata.

 

All other credits relating to photos and render refer to individual articles.

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#Edificio commerciale - Retail  #FUD | Lombardini22  #Fabio Fantolino  #Lyndon Neri&Rossana Hu  #Wall Corporation/Selim Senin 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054