Il calore dell’accoglienza altoatesina
  1. Home
  2. What's On
  3. Il calore dell’accoglienza altoatesina

Il calore dell’accoglienza altoatesina

Felder Alpin Lodge

Perathoner Architects

Il calore dell’accoglienza altoatesina
Scritto da Redazione The Plan -
Ha partecipato al progetto Erlacher

In un’area rivolta verso le cime delle Dolomiti e verso quella vallata conosciuta per la sua frutticoltura, per la viticoltura e per la coltivazione delle castagne che è la Valle Isarco, un antico maso costruito nell’XI secolo a 1.200 metri di altitudine è stato negli ultimi anni ristrutturato e ampliato fino a diventare un lodge di lusso dove trascorrere un soggiorno di relax e di scoperta delle tradizioni locali. Il suo nome è Felder Alpin Lodge e nella sua ultima fase di trasformazione da luogo di residenza a struttura ricettiva è stato curato dallo studio di architettura Perathoner Architects, che ha ripensato e ridisegnato quest’angolo di Villandro guardando a un’interazione e a un dialogo costante tra storia e contemporaneità, tra tradizioni – enogastronomiche, artigianali e non solo – e servizi di accoglienza ricercati. Sono le tipicità stesse del territorio ad aver ispirato gli architetti e i designer coinvolti nel progetto, come i colori dei castagni e delle vigne dei dintorni di Bressanone, che scaldano l’atmosfera degli interni realizzati perlopiù in legno con la collaborazione di Erlacher, azienda locale specializzata in soluzioni di interior su misura per il settore contract, ma anche per singoli arredi su misura.

Il calore dell’accoglienza altoatesina © Patrick Schweinbacher, courtesy Erlacher

In questo modo i caratteri alpini vengono conservati e rinnovati grazie a una palette di toni e materiali trasversale a quasi tutti i 180 m2 dello chalet: la sua atmosfera è percepibile nelle aree benessere, nelle stanze, nel salotto e nella sala lettura, accesa anche dal colore dei cuscini colorati provenienti da Marrakech.

Al piano terra, dove in origine vi erano i magazzini del maso composto da una residenza principale con accanto un fienile, si trova ora un’area benessere con vasca, sauna finlandese in rovere affumicato, zona relax con letto di fieno e doccia wellness. Salendo al piano superiore e nel sottotetto si incontrano poi tre camere da letto, un salotto, una cucina completamente attrezzata in un ambiente con volta a botte, una tradizionale stube altoatesina con stufa rustica, una biblioteca con titoli internazionali e una cantina “rocciosa”.

Il calore dell’accoglienza altoatesina © Patrick Schweinbacher, courtesy Erlacher

Entrare nel Felder Alpin Lodge permette così di rivivere la storia secolare del maso, perfetto esempio architettonico di una tipica fattoria locale: alcune porzioni della casa principale resistono a distanza di secoli, come il tetto di paglia del vicino fienile, uno dei soli sei esemplari ancora esistenti in tutto l’Alto Adige.

Ma entrare nel Felder Alpin Lodge, non solo per vacanze ma anche per eventi, vuol dire allo stesso tempo entrare in contatto con un’accoglienza ricercata – la struttura offre anche un servizio di concierge privata –, respirare il profumo dei piatti tipici e dei dolci preparati nella cucina della struttura e, ancora, apprezzare la contaminazione tra passato e stili d’arte contemporanea e colorata, artigianato locale e design essenziale.

Uscire dal lodge vuol invece dire immergersi ancor più in un’esperienza, solo iniziata all’interno, di simbiosi tra natura, attività sportive, cultura ed enogastronomia.

ERLACHER
Via Brennero, 4 - I - 39040 Barbiano (BZ)
Tel. +39 0471 067600
E-mail: [email protected]
www.erlacher.it

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054