L’eleganza del marmo rende l’aeroporto di Doha il migliore del mondo
  1. Home
  2. What's On
  3. L’eleganza del marmo rende l’aeroporto di Doha il migliore del mondo

L’eleganza del marmo rende l’aeroporto di Doha il migliore del mondo

ADP Ingénierie

L’eleganza del marmo rende l’aeroporto di Doha il migliore del mondo
Scritto da Redazione The Plan -

Funzionalità distributiva, elevata qualità architettonica ed eleganza degli spazi: questi sono i motivi che hanno decretato l’Hamad International Airport di Doha, in Qatar, il migliore del mondo nel 2021. Collocato là dove l’Oriente incontra l’Occidente, l’aeroporto costituisce, dal 2014, un nodo strategico di collegamento tra moltissime città e raggiunge un’affluenza di 35 milioni di passeggeri all’anno. Attualmente è in corso la fase di completamento con l’obiettivo di aumentare il flusso fino a 53 milioni.

Il progetto si presenta come un’avanguardistica struttura dal forte impatto visivo e si ispira al mondo acquatico del Golfo Persico. Il terminal principale, infatti, evoca il profilo delle onde marine, i grandi lucernari insieme ai pilastri arcuati ne rendono fluida la percezione e la cupola vetrata della moschea annessa all’aeroporto ricorda una goccia d’acqua. Gli spazi esterni sono piantumati con essenze tipiche del deserto irrigate con acqua riciclata.

   

Fra gli edifici recentemente ultimati, il terminal tecnico BUATC (Back Up Advanced Training Center) adotta l’impianto formale del terminal principale. Gli architetti Farid Boumahdaf e Hamid Bernaoui, dello studio parigino ADP-I, hanno progettato una copertura metallica dall’andamento curvilineo, interrotto da lucernari rettangolari e da un pozzo di luce di forma circolare. Quest’ultimo si riflette nello spazio interno della maestosa hall, con uno sviluppo prevalentemente curvilineo, esaltando le luminose pavimentazioni realizzate, da G1938/Marmi Ghirardi, con il Calacatta Macchia Vecchia di Carrara e del Bianco Thassos (Grecia).

I graniti Black Baobab (Angola), il Pedras Salgadas (Portogallo) e il Nero Impala (Sudafrica) sono stati utilizzati per i rivestimenti delle superfici interne, arricchite anche dal Bronze Amani (Spagna), protagonista di un prezioso e scenografico mosaico artistico. Per le ampie pavimentazioni e le decorazioni paesaggistiche delle aree esterne è stato scelto il granito finlandese Kuru Grey.

G1938/Marmi Ghirardi ha gestito la selezione di tutte le pietre nei luoghi di produzione, quindi ha seguito direttamente tutte le fasi: lo sviluppo tecnico del progetto, la lavorazione, la pre-posa in fabbrica prima della spedizione ed infine l’esecuzione in opera. Centinaia di metri quadrati sono stati attentamente selezionati in un’armoniosa fusione cromatica e tonale per la collocazione nel nuovo complesso del BUATC. Il cantiere è terminato nel 2018 e il risultato finale appare di notevole eleganza e di preziosa accuratezza. Ancora una volta la competenza tecnica di Marmi Ghirardi / G1938 ha saputo aggiungere un pregiato ed importante tassello alla tradizione italiana che si diffonde nel mondo.

Vai al N18 di “About Marble” e scopri di più su Marmi Ghirardi e G1938 - Italian Stone Maestro

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054