Due opere made in Italy in finale per l’EU Mies Award 2022
  1. Home
  2. What's On
  3. Due opere made in Italy in finale per l’EU Mies Award 2022

Due opere made in Italy in finale per l’EU Mies Award 2022

L’ampliamento museale in Belgio di Francesca Torzo e la scuola di BDR Bureau a Torino

Due opere made in Italy in finale per l’EU Mies Award 2022
Scritto da Redazione The Plan -

Ci sono due opere made in Italy tra i sette finalisti dello European Union Prize for Contemporary Architecture - Mies van der Rohe Award 2022: l’ampliamento museale “Z33 Casa per l'Arte Contemporanea, il Design e l'Architettura” ad Hasselt (Belgio), progettato dall’architetto Francesca Torzo, e la riqualificazione della scuola Enrico Fermi a Torino, a firma di BDR bureau, studio guidato da Alberto Bottero e Simona Della Rocca, che punta ad aggiudicarsi il premio per l’architettura emergente.

 

I due finalisti italiani dell'EU Mies Award 2022

I sette progetti finalisti - cinque nella categoria Architettura e due nella categoria Architettura emergentesono stati annunciati dalla Commissione Europea insieme alla Fundació Mies van der Rohe. Le opere sono state selezionate dalla giuria, presieduta dall’architetto messicano Tatiana Bilbao, in quanto rappresentano e promuovono modelli e punti di riferimento per le politiche locali della città.

Con l’ampliamento museale “Z33 Casa per l'Arte Contemporanea, il Design e l'Architettura” ad Hasselt, l’architetto Francesca Torzo disegna una nuova ala della struttura che si pone in continuità con gli edifici esistenti, anche a livello materico attraverso l’utilizzo del mattone, e si sviluppa con un’alternanza di ambienti chiusi e aperti. Il progetto di BDR Bureau per la scuola Enrico Fermi a Torino rinnova invece un edificio degli anni Sessanta, riqualificandolo sulla base delle nuove linee di indirizzo pedagogico e creando un sistema interconnesso di ambienti per l’apprendimento interni ed esterni.

Scopri il cartellone di appuntamenti dell’EU Mies Award 2022

 

Gli altri progetti arrivati al rush finale per il premio

Oltre al progetto di Francesca Torzo, gli altri quattro finalisti nella categoria Architettura sono le 85 Unità di social housing a Cornellà de Llobregat (Catalogna), progettate da peris+toral.arquitectes; il complesso multifunzionale Frizz23 a Berlino, firmato dallo studio Deadline, che include uffici, appartamenti e sale per attività di formazione; la Ferme du Rail a Parigi, una struttura di quartiere ideata da Grand Huit e Mélanie Drevet Paysagiste che racchiude alloggi sociali e altri spazi tra cui una serra per l’agricoltura; la Town House, nuovo edificio della Kingston University a Londra, a firma dello studio irlandese Grafton Architects, che ospita una biblioteca e una scuola di danza. La scuola di BRD bureau si contenderà invece il titolo di architettura emergente con il complesso residenziale di edilizia popolare La Borda a Barcellona, presentato dalla cooperativa di architetti Lacol.

I vincitori dell’EU Mies Award 2022 saranno annunciati a fine aprile e la cerimonia di premiazione si svolgerà presso il Padiglione Mies van der Rohe il 12 maggio, accompagnata da un programma di dibattiti e conferenze.

 

|||   ISCRIVITI A THE PLAN   |||   Ricevi direttamente le più belle storie del mondo dell'architettura e del design, gli ultimi progetti realizzati, classifiche e recensioni, consigli su video, gallery e interviste

Credits

Location: Barcellona
Organization: Fundació Mies van der Rohe
Photography by José Hevia, Guillaume Bontemps, BDR Bureau, Simone Bossi, Gion Balthasar Von Albertini, Matthew Griffin, Lacol, Institut Municipal de l'Habitatge i Rehabilitació de Barcelona, Ed Reeve, Alice Clancy, courtesy of Fundació Mies van der Rohe

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054