Dare forma all’architettura tra materiali e sistemi costruttivi a secco: una rassegna tutta italiana
  1. Home
  2. What's On
  3. Dare forma all’architettura tra materiali e sistemi costruttivi a secco: una rassegna tutta italiana

Dare forma all’architettura tra materiali e sistemi costruttivi a secco: una rassegna tutta italiana

È stata pubblicata una raccolta di case history per raccontare e dimostrare l'importanza dei sistemi Knauf

Dare forma all’architettura tra materiali e sistemi costruttivi a secco: una rassegna tutta italiana
Scritto da Redazione The Plan -

È arrivato in Italia nel 1977 con alle spalle una lunga storia su tutto il territorio europeo e, da allora, ha dato un forte contributo alla diffusione, nel nostro Paese, di soluzioni innovative nell’edilizia leggera: ha dato un impulso a quella rivoluzione delle tecnologie costruttive che, via via, ha portato a un sempre maggior sviluppo dei sistemi a secco, orientando di conseguenza l’attività di progettisti e costruttori, installatori e utenti finali verso una diversa concezione del costruire e dell’abitare.

È il Gruppo Knauf, specializzato nella produzione di materiali per l’isolamento, di sistemi di costruzione a secco, di malte, di sistemi composti per l’isolamento termico, di massetti autolivellanti, di vernici e di numerosi altri prodotti. Ed è proprio questa azienda, arrivata alla sua terza generazione familiare alla guida, che ha deciso di raccogliere alcuni progetti lungo la penisola italiana a cui ha preso parte in un allegato uscito con THE PLAN 142: una raccolta di edifici pubblici, privati, laboratori tecnologici e sedi per uffici che va da Vicenza a Barletta, da Bologna a Latina, da Cagliari a Catania; e che testimonia la collaborazione con importanti studi italiani. Atelier(s) Alfonso Femia, Alvisi Kirimoto, gambardellarchitetti e Mei e Pilia Associati sono solo alcuni esempi.

G-FACTOR Giovanni Bortolani, courtesy diverserighestudio

Vi è poi la collaborazione con diverserighestudio per la realizzazione dell’incubatore e acceleratore di startup bolognese G-Factor per la Fondazione Golinelli. L’edificio va ad affiancarsi all’Opificio Golinelli, progettato dagli stessi architetti e sede principale delle attività della fondazione, e al Centro Arti e scienze Golinelli, progettato da MCA-Mario Cucinella Architects, completando così una vera e propria cittadella della scienza e della sperimentazione. L’idea è quella di riprodurre una struttura urbana complessa, un luogo non finito ma modificabile capace di adattarsi seguendo esigenze mutevoli e in continuo divenire.

VILLA FABIOLA Giorgio Bottitta, Los Project, courtesy LineaT Studio

Infine la collaborazione con LineaT Studio per villa Fabiola di Belpasso (Catania), una residenza immersa in una ricca vegetazione di ulivi e castagni sulle pendici dell’Etna, affiancata dalla presenza di tradizionali torrette agricole realizzate in muratura a secco – oggi tutelate – e antichi muretti di terrazzamento in pietra lavica.

Questa pubblicazione presenta dunque una serie di case history che dimostrano concretamente le potenzialità dei sistemi costruttivi a secco Knauf e le opportunità che offrono ai progettisti nell’affrontare le principali tematiche relative alla realizzazione di edifici di vario tipo.

Le soluzioni adottate in questi progetti ne costituiscono in alcuni casi l’anima principale, in altri una parte comunque significativa nel raggiungimento di obiettivi prestazionali e di comfort interno, quindi di qualità della vita per le persone che in quegli spazi vivranno o lavoreranno, trascorrendovi buona parte delle ore delle loro giornate.

Ti potrebbe interessare:
La tecnologia delle costruzioni a secco
La tecnologia delle costruzioni a secco

La tecnologia della costruzioni a secco: materiali e sistemi per dare forma all’architettura, pubblicato con THE PLAN 142, è un allegato dedicato al Gruppo Knauf: questa pubblicazione presenta dunque una serie di case histo... Read More

Copia Digitale Copia Digitale
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054