Il programma artistico del Coachella Valley Music and Arts Festival 2024
  1. Home
  2. What's On
  3. Coachella 2024, il programma artistico è una sinergia tra arte, tecnologia e comunità

Coachella 2024, il programma artistico è una sinergia tra arte, tecnologia e comunità

Il famoso Coachella Valley Music and Arts Festival in California offre ai visitatori l’opportunità di esplorare l’arte in un ambiente dinamico e immersivo

Il programma artistico del Coachella Valley Music and Arts Festival 2024
Scritto da Redazione The Plan -

Il Coachella Valley Music and Arts Festival si sta avvicinando alla conclusione dell’edizione 2024 con l’ultimo fine settimana a Indio, California. Una delle principali destinazioni mondiali per appassionati di musica e arte, il festival si svolge nell’arco di due weekend consecutivi, offrendo un’esperienza unica in cui le esibizioni dei migliori artisti musicali sono accompagnate da installazioni artistiche visionarie.

Il programma artistico di quest’anno è stato curato da Public Art Company, società con sede a Los Angeles fondata da Raffi Lehrer e specializzata nella curatela e nella produzione di installazioni artistiche di grandi dimensioni, in collaborazione con il Direttore artistico del Coachella, Paul Clemente, e Goldenvoice.

 

L’obiettivo del Coachella Valley Music and Arts Festival 2024

Dancing in the Sky, Morag Myerscough Courtesy Coachella

Il prato chiamato Empire Polo Field presenta una serie di installazioni artistiche immersive, interattive e accessibili realizzate da artisti, architetti e designer acclamati di fama internazionale, migliorando l’esperienza generale dei visitatori e ridefinendo i confini dell’arte su larga scala. Le opere richiedono ai propri visitatori di mettere in discussione la propria definizione di sé, di esplorare il confine tra realtà e immaginazione e collaborare per creare un nuovo futuro.

«L’arte ha il potere di trasformare gli spazi e le menti», ha affermato Lehrer, il cui obiettivo non era soltanto quello di “abbellire” l’intera area dedicata al festival ma anche di «creare ambienti che potessero suscitare riflessioni, evocare emozioni e generare un’esperienza condivisa per tutti i partecipanti».

 

Monarchs, Dancing in the Sky e Babylon

Monarchs: A House in Six Parts, HANNAH Courtesy Coachella

Le opere d’arte create per l’edizione 2024 introducono un mondo in cui convergono arte, architettura e tecnologia, offrendo nuovi spazi di connessione, contemplazione e comunità. Tra le numerose installazioni spiccano tre opere di nuova commissione:

Monarchs: A House in Six Parts, creato dallo studio sperimentale di design e ricerca HANNAH di Leslie Lok e Sasa Zivkovic, esplora l’incontro tra la stampa 3D e l’artigianato tradizionale. I sei padiglioni dai colori tenui invitano all’interazione e alla contemplazione e ognuno di essi è composto da una base stampata in 3D dalla quale si dipartono pannelli curvi in legno fabbricati digitalmente.

Dancing in the Sky, opera dell’artista e designer Morag Myerscough, celebra la gioia dell’esperienza collettiva con una vera e propria piazza piena di vita, caratterizzata da colori e geometrie vivaci e ispirata al paesaggio circostante, che attira lo sguardo verso l’alto, verso la bellezza naturale del cielo del deserto. I visitatori interagiscono, esplorano e si sentono parte di questo ambiente dinamico creato da Myerscough, che di notte assume un’aura luminosa.

Babylon, opera di Nebbia, studio di design e arte con sede a Londra fondato dagli architetti Brando Posocco e Madhav Kidao, mescola forme architettoniche rupestri ed elementi di design futuristico. Questa installazione monumentale, composta da 64 moduli semicircolari, è stata costruita con struttura in acciaio, legno e uno strato di isolante acustico-termico a base di cellulosa vegetale. Offrendo un luogo di evasione dal vasto Empire Polo Field, ci si trova immersi in un’esperienza completamente diversa.

 

>>> Sabato 20 aprile inaugura anche la Biennale Arte 2024 a Venezia

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054
ITC Avant Garde Gothic® is a trademark of Monotype ITC Inc. registered in the U.S. Patent and Trademark Office and which may be registered in certain other jurisdictions.