Casalgrande Padana Gran Prix
  1. Home
  2. What's On
  3. Casalgrande Padana Gran Prix

Casalgrande Padana Gran Prix

Casalgrande Padana Gran Prix
Scritto da Redazione The Plan -


L’Aula Magna dell’Università Statale di Milano, ospitando la cerimonia conclusiva di quest’ultima edizione del premio, ha svolto il ruolo di magniloquente cornice agli architetti vincitori arrivati da tutto il mondo.
Prossima all’accogliente spazio la scenografica ambientazione della Mostra “Interni Think Tank”, in occasione del Fuori Salone 2010, evento al quale Casalgrande Padana ha partecipato con “CCCWall”, l’immaginifica installazione del maestro Kengo Kuma.
Una scelta di prestigio quella di Milano, in continuità con le precedenti edizioni del premio tenutesi in altrettanto celebri sedi, quali il Palazzo della Triennale di Milano nel 2003, la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista a Venezia nel 2005, il Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio a Firenze nel 2007, che tuttavia quest’anno si è svolta in una congiuntura fortunata di eventi.
Casalgrande Padana festeggia infatti proprio nel 2010 cinquant’anni di attività, venti di essi accompagnati dalla sistematica “autosservazione” che il Grand Prix stesso [promosso fin dal 1990] costituisce per l’azienda sul tema dell’architettura realizzata con i propri materiali ceramici. L’incontro milanese è stato infatti una preziosa occasione per la valutazione complessiva di un’operazione culturale che è cresciuta e si è affermata nel tempo.
Grand Prix infatti è riuscito ad ampliare il semplice concetto di “concorso”, con l’aspetto promozionale del materiale ceramico che sottintende, per divenire un momento di confronto e di verifica costante sui temi della ceramica per l’architettura, dell’innovazione tecnologica di produzione, della cultura di progetto in genere.
L’architetto giapponese Kengo Kuma ha presenziato alla premiazione, come già per la settima edizione del Grand Prix [Firenze, 2007], sancendo ulteriormente il rapporto con l’Azienda. È in fase di conclusione infatti, presso la sede di Casalgrande Padana, la prima opera architettonica dell’architetto giapponese in Italia. Trattasi della “Casalgrande Ceramic Cloud” interamente realizzata in lastre di grès porcellanato di produzione dell’azienda stessa: l’architetto con entusiasmo, davanti al grande pubblico presente alla cerimonia, ne ha raccontato la genesi, l’iter progettuale sino alla realizzazione in corso di svolgimento. Ospiti d’eccezione a suggellare il rapporto con Kengo Kuma, il professore Francesco Dal Co, docente di Storia dell’Architettura presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia e Direttore della rivista Casabella – che ha introdotto il maestro giapponese con una sentita presentazione - , il professor Alfonso Acocella e il professor Luigi Alini rispettivamente delle Facoltà di Architettura dell’Università di Ferrara e di Siracusa, entrambe coinvolte nello sviluppo del progetto della “Casalgrande Ceramic Cloud”.
L’iniziativa del Grand Prix si propone di consolidare e approfondire con coscienza e responsabilità, il rapporto di collaborazione che da sempre lega Casalgrande Padana ai progettisti, valorizzando compiutamente il proprio impegno nella ricerca e sviluppo non solo di prodotti ma anche di soluzioni progettuali.
Il concorso ha come finalità non solo di individuare le opere realizzate che abbiano saputo valorizzare al meglio le potenzialità tecniche ed espressive degli elementi in grès porcellanato rispondendo al contempo alle esigenze emergenti del mondo dell’architettura e del design, ma anche quella di promuovere un clima di stimolante competitività fra i progettisti, un’occasione importante di confronto e verifica dello stato di elaborazione progettuale nei sempre maggiori ambiti di applicazione del materiale ceramico. L’elezione del premio consente di evolvere il rapporto tra il soggetto che produce le materie prime e coloro che le mettono in opera, con coordinazione e coerenza, in modo da innescare un circolo virtuoso tra i prodotti materiali e i progetti architettonici che li vedono applicati, orientandoli alla qualità e all’innovazione.
Il successo e l’importanza del premio organizzato da un’industria del valore di Casalgrande Padana, è constatabile dal numero dei progetti partecipanti.
L’ottava edizione del Grand Prix ha visto la partecipazione di oltre 180 progettisti, con realizzazioni provenienti da tutti i continenti che hanno messo a confronto una giuria internazionale, riunita per selezionare la terna dei più meritevoli, rispetto alle tipologie di edifici: centri commerciali e direzionali, edilizia pubblica e industriale, edilizia residenziale, rivestimenti di facciata, pavimentazioni esterne, impianti sportivi e piscine.
Più di venti i premi previsti per i contributi più significativi.
A conclusione della cerimonia Franco Manfredini, Presidente di Casalgrande Padana, ha ufficialmente lanciato la nona edizione del GP che terminerà il 30 settembre 2012.

www.casalgrandepadana.com

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#What's On 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054