Biennale Architettura 2025 a Venezia
  1. Home
  2. What's On
  3. Biennale Architettura 2025: "Intelligens. Naturale. Artificiale. Collettiva."

Biennale Architettura 2025: "Intelligens. Naturale. Artificiale. Collettiva."

Il curatore Carlo Ratti presenta la 19. Mostra Internazionale di Architettura, che si terrà a Venezia dal 10 maggio al 23 novembre 2025

Biennale Architettura 2025 a Venezia
Scritto da Redazione The Plan -

Il titolo della Biennale Architettura 2025 è Intelligens. Naturale. Artificiale. Collettiva. A dare l'annuncio, nel corso di una conferenza tenutasi martedì mattina, il presidente della Biennale di Venezia, Pietrangelo Buttafuoco, e il curatore della 19esima Mostra Internazionale di Architettura, Carlo Ratti.

La prossima Biennale Architettura di Venezia si terrà dal 10 maggio al 23 novembre 2025 presso i Giardini, l’Arsenale e altri luoghi della città di Venezia. Il titolo di questa edizione non avrà la versione italiana e quella inglese, come di solito accade, ma sarà condensato in un'unica parola latina: intelligens. La radice gens, ovvero "gente", suggerisce un futuro dell'intelligenza più multiplo e inclusivo, che vada oltre la focalizzazione sull'intelligenza artificiale.

Padiglione Centrale_Giardini ©Francesco Galli, courtesy of La Biennale di Venezia

 

Biennale Architettura, alla ricerca di soluzioni per la crisi climatica

La Biennale Architettura di Venezia 2025 sarà dedicata all'ambiente costruito e alle molteplici discipline che lo influenzano, integrando arte, ingegneria, biologia, scienza dei dati, scienze sociali e politiche, scienze planetarie e altri campi. Si affronterà il tema del ruolo dell'architettura nel degrado ambientale e nell'emissione di gas serra, cercando soluzioni concrete ed efficaci per combattere la crisi climatica.

«La 19. Mostra Internazionale di Architettura proverà a tracciare nuove rotte per il futuro, suggerendo un ventaglio di soluzioni ai problemi più pressanti del presente. Metterà insieme una raccolta di proposte progettuali sperimentali, ispirate da una definizione di "intelligenza" quale capacità di adattarsi all'ambiente a partire da un bagaglio di risorse, conoscenze o potere limitati.
Oggetti, edifici e piani urbani saranno disposti lungo l'asse di un'intelligenza multipla e diffusa - naturale, artificiale, collettiva. Alcune idee saranno destinate a fallire. Ma altre potranno indicarci percorsi promettenti.
La mostra immagina gli architetti come "agenti mutàgeni", capaci di innescare processi evolutivi e dirigerli in nuove direzioni. Imparando da molteplici discipline scientifiche e avanzando per prova ed errore, questa mostra punta ad accelerare la trasformazione del presente, alla ricerca di futuri migliori».

Carlo Ratti, curatore della della 19. Mostra Internazionale di Architettura

Biennale Architettura 2025 ©Andrea Avezzu', courtesy of La Biennale di Venezia

 

I quattro pilastri metodologici

Transdisciplinarità: I progetti architettonici favoriranno la collaborazione tra diversi professionisti, mirando a far progredire la conoscenza scientifica.

Laboratorio Vivente: Nel 2025, il Padiglione Centrale ai Giardini sarà in ristrutturazione, sostituito da progetti speciali che trasformeranno porzioni di Venezia e aree esterne delle sedi della Biennale in "Laboratori Viventi", dove convergeranno diverse forme di intelligenza.

Raccolta di Idee: L'adozione di un approccio collaborativo alla progettazione è cruciale, soprattutto in periodi di crisi. Il 7 maggio 2024, il sito web della Biennale apre uno spazio per la raccolta di idee al fine di ampliare la diversità di voci, visioni e suggerimenti.

Protocollo di Circolarità: La mostra mira a raggiungere obiettivi di circolarità ambiziosi, definendo un Manifesto della Circolarità che stabilisca precise linee guida, delineando uno standard nuovo per le future manifestazioni culturali.

Gaggiandre ©Andrea Avezzu', courtesy of La Biennale di Venezia

 

Biennale College Architettura, al via la seconda edizione

Sempre nella giornata di martedì è stata presentata anche la seconda edizione di Biennale College Architettura, il contest dedicato ai giovani, il cui workshop avrà inizio a settembre 2024Carlo Ratti, in qualità di direttore artistico del settore architettura della Biennale di Venezia, invita studenti, laureati e professionisti emergenti under 30 nei campi dell'architettura, urban design, ingegneria, interior design e architettura del paesaggio a presentare progetti realizzati con l'intelligenza naturale, artificiale e collettiva per contrastare la crisi climatica.

Per lo sviluppo nel programma Biennale College Architettura, verranno selezionati fino a 16 progetti che parteciperanno a un workshop di 10 giorni a Venezia nel settembre di quest'anno per sviluppare i loro progetti con piano di produzione e budget, sotto la guida di esperti del settore. In seguito, Ratti stesso selezionerà un massimo di otto progetti, a ognuno dei quali sarà assegnato un finanziamento di 20.000 euro. Questi progetti saranno inoltre presentati fuori concorso alla Biennale Architettura 2025.

Il bando internazionale di Biennale College Architettura è pubblicato sul sito della Biennale www.labiennale.org e sarà aperto fino alle 23.59 del 21 giugno 2024.

 

>>> Scopri anche i Leoni d'Oro della Biennale Arte di Venezia 2024

Images courtesy of La Biennale di Venezia

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054
ITC Avant Garde Gothic® is a trademark of Monotype ITC Inc. registered in the U.S. Patent and Trademark Office and which may be registered in certain other jurisdictions.