A Bologna, laurea ad honorem per Emilo Ambasz
  1. Home
  2. What's On
  3. A Bologna, laurea ad honorem per Emilo Ambasz, precursore della “Green Architecture”

A Bologna, laurea ad honorem per Emilo Ambasz, precursore della “Green Architecture”

Emilio Ambasz

A Bologna, laurea ad honorem per Emilo Ambasz
Scritto da Redazione The Plan -

Il 25 giugno presso la Chiesa di Santa Cristina, a Bologna, si svolgerà la cerimonia di conferimento della Laurea ad Honorem in Ingegneria edile-Architettura a Emilio Ambasz.

Questa la motivazione dell’Alma Mater:

Architetto e designer argentino, dal 1969 al 1976 è stato curatore del Dipartimento d’Architettura del Museum of Modern Art of New York. Lo stile distintivo di Ambasz come pioniere è una combinazione di edifici coperti di giardini, che egli descrive come "il verde sul grigio": ha singolarmente contrastato le tendenze post-modernista e de-costruzionista-degli anni '70.

Figura di progettista con un costante interesse specifico verso le relazioni istituite tra lo spazio antropico e lo spazio naturale, Ambasz ha adottato soluzioni architettoniche e tecnologiche che permettessero di garantire sia una forte integrazione con il contesto, sia una migliore qualità percettiva e abitativa degli spazi. Un proposito però non solo limitato alla dimensione figurativa degli esiti architettonici, ma esteso anche alla valenza tecnologica delle soluzioni, sia in ordine alla fattibilità costruttiva che alla resa prestazionale".

Leggi l’intervista a Emilio Ambasz “domando a me stesso / Ambasz interviews Emilio”

Emilio Ambasz, più volte pubblicato sulla nostra rivista, è un punto di riferimento molto importante per tutti i professionisti che lavorano per un futuro più sostenibile. La sua attività professionale comprende anche il mondo dei processi industriali dove ha condotto una sua personale ricerca per lo sviluppo di componenti e prodotti di design che sono frutto di numerosi brevetti a suo nome (oltre 220). Detentore di 4 Compassi d’Oro (1981, 1991, 2001, 2020 – quest’ultimo alla carriera), è stato nominato Commendatore ‘Stella al Merito della Repubblica italiana’ nel 2014, per “i suoi contributi alla cultura italiana”. Ambasz è autore di numerosi libri sull'architettura e sul design, tra cui Natural Architecture, Artificial Design, pubblicato per la prima volta da Electa nel 2001 e ripubblicato quattro volte in versione ampliata. Inoltre a Emilio Ambasz sono state dedicate importanti mostre personali in tutto il mondo, dal MoMA di New York (2 volte) alla Triennale di Milano (2 volte), al Reina Sofia di Madrid, passando per Tokyo, Ginevra, Bordeaux, Zurigo, Chicago, Filadelfia, Città del Messico, San Diego, Saint Louis per celebrarne l’unicità progettuale, l’estro creativo e l’impegno morale.

Approfondisci il progetto Banca dell’occhio di Emilio Ambasz e acquista THEPLAN

Tra i suoi progetti di architettura figurano il Grand Rapids Art Museum in Michigan, vincitore nel 1976 del Progressive Architecture Award; la Casa de Retiro Espiritual a Siviglia, in Spagna, vincitrice del Progressive Architecture Award del 1980; il Conservatorio del Centro botanico di San Antonio in Texas, vincitore nel 1985 del Progressive Architecture Award, del National Glass Association Award per l'eccellenza nel design commerciale (1988) e del Quaternario Award (1990); il centro Acros di Fukuoka, Giappone, si è aggiudicato il prestigiosissimo American Institute of Architects’ Business week/Architectural Record Award (2000) e il primo premio dell’Istituto giapponese di Architettura (2001).

 

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Tag
#Antonio Cesari  #Mostra  #Emilio Ambasz 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054