20 appuntamenti da non perdere alla Milano Design Week 2023
  1. Home
  2. What's On
  3. 20 appuntamenti da non perdere alla Milano Design Week 2023

20 appuntamenti da non perdere alla Milano Design Week 2023

I consigli di THE PLAN sugli eventi del Fuorisalone da segnare in agenda

20 appuntamenti da non perdere alla Milano Design Week 2023
Scritto da Redazione The Plan -

La Milano Design Week torna nella sua consueta settimana primaverile e diventa il centro mondiale di riferimento per il design. In questi giorni, le vie della città, i palazzi storici e i cortili nascosti, ospitano centinaia di installazioni, esposizioni ed eventi.

Durante la settimana sono molti gli appuntamenti da segnare in agenda: ecco una selezione dei 20 appuntamenti da non perdere.

 

1. SWING

Stefano Boeri Interiors firma l’installazione Swing nel Chiostro del Filarete, alla Ca Granda, in collaborazione con Amazon. La sua è un’opera interattiva: un’altalena circolare, formata da 12 moduli riconfigurabili, ognuno con tre altalene. Il risultato è uno spazio ludico in cui la biodiversità e la lentezza trovano una risposta alla frenesia dei nostri giorni. In questo contesto si inserisce il ruolo di Amazon: con un semplice click possiamo risparmiare tempo e goderci un momento di relax, proprio come un bambino sull’altalena nel doposcuola.

Statale, Via Festa del Perdono

Swing, Stefano Boeri Interiors ©Guoyin Jiang, courtesy of Stefano Boeri Interiors

 

2. SYNESTHETIC SWIRL

Studio Odile Decq realizza l’installazione Synesthetic Swirl in partnership con Whirlpool, all’interno del Chiostro Grande, per invitare alla riflessione su ciò che conta davvero nella vita quotidiana. Il visitatore viene guidato lungo un percorso sensoriale, suddiviso in due parti. La prima parte è un percorso curvilineo, caratterizzato dalla presenza di superfici riflettenti in acciaio inox lucido. La seconda parte è una stanza vetrata in cui il vapore disorienta, mentre la temperatura e il colore delle luci variano al cambiare dei suoni, estraniando ed esaltando i sensi.

Statale, Via Festa del Perdono

 

3. NUTURA

La sostenibilità perde il suo tono serioso e viene raccontata in una maniera più leggera, quasi giocosa da Benedetta Tagliabue EMBT con Nutura. Il padiglione da lei disegnato si integra con le forme organiche presenti, quali quelle degli alberi e delle siepi. A completare il tutto sono i dettagli. Come le piastrelle, dai disegni semplici quasi primordiali, colorate con tonalità che ricordano il Mediterraneo. Seppur lontana dalle acque del mare, Milano vive il suo angolo di Mediterraneo grazie a questa installazione ispirata all’identità del XX secolo di Barcellona.

Statale, Via Festa del Perdono

 

4. MOMENTUM

MAD Architects, sotto la guida di Ma Yansong, presenta l’installazione Momentum, realizzata in collaborazione con AXA IM ALTS. Si tratta di un semplice cubo, utilizzato per ispirare le diverse forme di espressione artistica, evocando la solidificazione e la raffinatezza del tempo. Di giorno riflette l’ambiente circostante della Statale, di notte diviene un corpo semitrasparente in cui le luci interne donano carattere all’opera. Infine l’esperienza artistica dell’AR (Augmented Reality) permette ai visitatori di interagire con l’opera dal proprio account Instagram.

Statale, Via Festa del Perdono

 

5. THE SEA DECK

Firmata da AMDL CIRCLE e Michele De Lucchi, per Azimut Yacht, The Sea Deck è forse l’installazione più particolare della rassegna. Si tratta di un pontile galleggiante, dalla forma circolare, ricordante la carena di una nave. Lo scopo dell’opera è duplice: da una parte instaurare un rapporto con l’acqua, dall’altra mostrare la mission sostenibile di Azimut.

Darsena di Milano, Viale Gabriele D’Annunzio

Azimut, The Sea Deck, AMDL Circle courtesy of AMDL Circle

 

6. ELEVATORS

Per la prima volta la sede storica del Corriere della Sera si apre al pubblico, e lo fa con delle installazioni del tutto particolari. La prima è una proiezione digitale animata, in cui prendono vita alcune delle pagine storiche del giornale. La seconda si trova nel cortile interno ed è un’installazione firmata da Migliore+Servetto. Si tratta un doppio ascensore che avranno lo scopo di far viaggiare, percettivamente, il visitatore nel tempo.

Via Solferino 28

 

7. BEYOND THE SURFACE

SolidNature, brand olandese esperto nella lavorazione di pietre naturali, propone un’installazione indipendente dal titolo Beyond the Surface. Il progetto, curato da Ellen Van Loon e da Giulio Margheri di Studio Oma, è quello di un paesaggio onirico e immersivo in cui la concretezza della pietra sfuma fino a diventare non materia, sogno. L’installazione mira a stimolare e ispirare i visitatori: per sognare, per spingersi oltre i limiti della propria creatività.

Spazio Cernaia, Via Cernaia 1

 

>>> BUROMILAN presenta per la prima volta al grande pubblico il suo lavoro nella mostra Behind the impossible, alla Milano Design Week

 

8. CAMPO BASE

Sembra l’inizio dell’opera teatrale “Sei personaggi in cerca d’autore” di Pirandello: a Campo Base sei studi di architettura italiani si incontrano per dar vita a un esercizio di pratica architettonica condivisa. Campo Base diviene il manifesto di un’architettura autogestita e autoprodotta. I protagonisti della storia sono sei studi: Eligostudio (Milano), Studiopepe (Milano), Hannes Peer (Milano), Massimo Adario (Roma), Giuliano Andrea dell’Uva (Napoli), Marcante-Testa (Torino).

Via Orobia 11

 

9. IL PALAZZO DELLE MERAVIGLIE

Ideato e commissionato da Katrin Herden, insieme all'architetto Alessandro Zarinelli e al loro Studio MHZ, il Palazzo delle Meraviglie è un appuntamento in cui sei aziende formano un gruppo internazionale sinergico per proporre prodotti di grande qualità. Protagonisti di questa nuova edizione saranno LCD textile, Hommés Studio, Phillip Jeffries, Delvis Unlimited, Sohil e soprattutto Zaha Hadid Design in collaborazione con Karimoku.

Museo Bagatti Valsecchi, Via Gesù, 5

Zaha Hadid Design, Palazzo delle Meraviglie courtesy of Zaha Hadid Design

 

10. IL CAVALIERE FANTASMA

Lo studio di architettura CZA Cino Zucchi Architetti ospita la mostra Cavaliere Fantasma dell'artista e illustratore tedesco Robert Deutsch. L’artista Robert Deutsch crea universi ambigui, in cui trovano la loro dimensione personaggi eccentrici, insoliti, che si esaltano nei lati più oscuri della loro vita contemporanea. Automobili bizzarre, paesaggi allegorici e strane figure: un mix fra l’espressionismo del primo Novecento e le illustrazioni da fumetto.

Via Giuseppe Revere, 8

 

11. DESACRALISED

Galerie Philia presenta, nella Chiesa sconsacrata di San Vittore e 40 Martiri, una mostra con designer internazionali, dal titolo Desacralised. Ognuno di loro ha fornito una propria interpretazione al concetto di desacralizzazione, ispirandosi a quelli che erano oggetti un tempo religiosi. Tutte le opere sono caratterizzate dal bianco.

Viale Lucania 18

 

Iscriviti alla newsletter

 

12. HEALTH THROUGH WATER

Nel cortile della Pinacoteca di Brera, Grohe firma un’installazione ispirata all’acqua. Una grande superficie specchiante riflette la facciata interna, settecentesca, del famoso museo milanese. Si aggiungono all’installazione quattro ambienti immersivi, ognuno dedicato ad un tema specifico.

Pinacoteca di Brera, Via Brera 28

 

13. ALCOVA - EX MACELLO DI PORTA VITTORIA

Nella suggestiva cornice dell’ex Macello di Porta Vittoria, Alcova propone l’esposizione di oltre 70 progetti. La piattaforma mette insieme designer e aziende con lo scopo di trovare delle chiavi evolutive al design. Il filo rosso è quella cultura contemporanea del design che riflette sugli ambienti di vita, sull’innovazione, sulla tecnologia e sui materiali. Il tutto senza dimenticarsi della sostenibilità.

Ex-Macello di Porta Vittoria, Viale Molise, 62

Knotty, Alcova, The New Raw ©Federico Floriani, courtesy of Alcova

 

14. VIENI A VEDERE

Realizzata da Gaetano Pesce, “Vieni a Vedere” è un’installazione site-specific che è stata allestita all’interno del negozio Bottega Veneta di Via Montenapoleone, la strada più rappresentativa della moda milanese. L’ambientazione ricorda gli interni di una grotta, attraverso delle pareti spigolose realizzate con materiali leggeri, quali resine e tessuti. In questo contesto trovano spazio i prodotti in vendita.

Bottega Veneta, Via Montenapoleone 27/A

 

15. MORE OR LESS

Il designer olandese Maarten Baas torna a Milano con la mostra "More or Less", realizzata in collaborazione con il marchio di moda G-Star RAW all’interno della chiesa cinquecentesca di San Paolo Converso. In questi spazi storici sono esposti tre armadietti a forma di jeans e un jet privato di 15 m, tutti realizzati con jeans G-Star riciclati. L’installazione punta infatti a creare una tensione tra il consumismo di massa e il design sostenibile, tra il desiderio di avere di più e la necessità di produrre meno.

Chiesa San Paolo Converso, Piazza Sant’Eufemia 1

 

16. SUPERDESIGN SHOW

Nel 40esimo anniversario dalla sua nascita, Superstudio sceglie come tema del Superdesign Show 2023Inspiration, Innovation, Imagination”. La mostra è un mosaico di legami tra oggetti del passato, del presente e del futuro. Grande spazio all’innovazione e alle nuove tecnologie che regoleranno il nostro futuro, come la realtà aumentata e il multiverso. Senza dimenticarsi delle originali installazioni dall’Asia con le loro novità.

Superstudio Più, via Tortona 27

 

17. THIRTY YEARS OF HEALTHY WOOD

Fiemme Tremila, azienda trentina specializzata nella realizzazione di pavimenti e arredamenti in legno biocompatibile, celebra i 30 anni dalla sua nascita presentando un’edizione limitata di tre essenze (Leggero, Elegante e Deciso) e nuove lavorazioni, accompagnata da una mostra fotografica dedicata alle sue più importanti realizzazioni, dal titolo "30 years of healthy wood".

Fiemme Store, Via Lanza 4

Fiemme3000 courtesy of Fiemme3000

 

18. TRAME

Trame è un’opera partecipativa e dinamica che ritrae il paesaggio dell’incontro fra gli esseri viventi. In questa installazione di Stark, si vive in uno scenario in continua trasformazione, in continuo dialogo con un paesaggio sonoro e interattivo. Le trame nate dagli incontri, dalle azioni dei visitatori, modificano costantemente l’installazione, proponendoci versioni infinite della stessa. Il tutto vuole dimostrare come le nostre vite dipendono non solo dalle nostre azioni, ma anche da quelle degli altri che ci circondano.

Acquario Civico, Viale Gadio 2

 

19. SHAPED BY WATER

Dopo alcuni anni di assenza, Google torna a esporre alla Design Week con un’installazione che mette insieme l’elemento dell’acqua, l’arte, la tecnologia e i sensi. L’opera si pone l’obiettivo di stimolare i sensi, dalla vista all’udito, il tutto con l’acqua. I visitatori avranno la possibilità di osservare degli speciali contenitori metallici che migliorano le qualità sonore e ottiche dell’acqua. I riflessi generati dall’acqua potranno essere osservati dalle particolari sedute disegnate per l’occasione.

Garage 21, Via Archimede 26

 

20. NEW HORIZONS – AN IMMERSIVE EXPERIENCE

Per il 2023, anno fondamentale per il mondo della luce con la sua manifestazione ad hoc, Euroluce, Occhio ha scelto il padiglione vetrato di Villa Necchi Campiglio, a pochi passi da Corso Monforte, per un’installazione multisensoriale alla scoperta delle ultime novità e dei recenti brevetti, ma anche per uno spazio dalle infinite sfumature e dai sempre diversi panorami. Il suo nome è new horizons – an immersive experience, un viaggio per scoprire l’idea dell’azienda sul futuro dell’illuminazione, «un’esperienza incentrata sulle sensazioni, un’installazione che permette di sperimentare le emozioni profonde che la luce suscita», come racconta Axel Meise, fondatore e designer di Occhio

Villa Necchi Campiglio, Via Mozart 14

Occhio, New Orizons courtesy of Occhio
 

>>> Scopri anche Infinitude. A circular Lighting Experience di QU

Credits

Individual photo credits are included in each gallery image

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054
ITC Avant Garde Gothic® is a trademark of Monotype ITC Inc. registered in the U.S. Patent and Trademark Office and which may be registered in certain other jurisdictions.