Oikos a Cersaie 2019 | THE PLAN
it en 中文
   |   Newsletter cerca
Accedi  |   Registrati   |  Carrello (0)   |  CONTATTI

News

Oikos a Cersaie 2019
  1. Home
  2. Webzine
  3. News
  4. Oikos a Cersaie 2019

Oikos a Cersaie 2019

Scritto da Editorial Staff - 7 ottobre 2019
  • Oikos a Cersaie 2019 | The Plan
  • Lo stand di Oikos al Salone Internazionale della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno per l’edizione 2019 ha visto la collaborazione della storica azienda veneziana con altre due realtà che operano nel settore: Antolini, che ha rivestito le architetture di ingresso con la sua pietra naturale, e Laminam, la quale ha fornito la sua lastra ceramica nelle finiture Ossido Nero, Seta Or e Liquorice.

  • Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019Oikos a Cersaie 2019
  • Curato dall’architetto Andrea Laudini, lo stand Oikos è riuscito a portare in fiera i concetti cardine dell’azienda stessa che, nei suoi 30 anni di storia, ha affiancato al puro concetto di efficienza prestazionale quello della progettazione, della contestualizzazione, del “su misura”, della realizzazione fatta ad arte grazie alle solide competenze artigiane, oltreché industriali, che rendono ogni soluzione un’opera unica. Una progettualità no-limits, apprezzata da architetti e progettisti italiani ed esteri per la capacità di dare dignità architettonica allo spazio-ingresso rendendolo parte integrante della casa e del living e, come tale, rappresentativo dello stile, dei gusti, della personalità degli abitanti della casa. L’esposizione ha voluto veicolare il messaggio pulsante di Oikos. Un invito a esplorare i confini, a credere nel miglioramento, a creare cose nuove per distaccarsi dall’abitudinario e per dare finalmente valore architettonico e abitativo all’ingresso domestico.

    ANTOLINI 
    Un indescrivibile impatto visivo, un’emozione forte che eleva il pensiero alla bellezza della natura e delle sue rocce, alla consistenza della materia che diventa forma nelle mani di artisti di ogni epoca. E di opera d’arte si è potuto parlare a Cersaie, contemplando l’effetto dell’installazione ospitata nello stand di Oikos. Non una porta e il suo rivestimento, non la parete di un ambiente espositivo, ma uno spazio vivo, ampio, un progetto architettonico che ha riempito di significato e di valore l’area che ospita il varco che generalmente delimita il dentro e il fuori: la zona ingresso. Il verde, nelle sue molteplici sfumature, si irradiava in tutte le direzioni riempiendo l’aria di vitalità e colore. Un verde naturale, pieno di venature, ombre e striature cromatiche come solo le pietre naturali di Antolini sanno rappresentare. Il marmo Irish Green di Antolini ha sapientemente ricoperto di foreste e lussureggiante flora gli ambienti espositivi di Oikos a Cersaie caratterizzandone il soffitto, il pavimento, la parete e la stessa porta blindata ivi integrata. Gli oltre tre metri di altezza di Synua – fornita di sistema di controllo degli accessi Arckey e di maniglione verticale in ferro verniciato realizzato ad-hoc - sono magistralmente diventati gemma preziosa al pari dell’intero contesto visivo. Ma il massimo si è rivelato all’apertura del bilico verticale, quando l’occhio è stato catturato dalla pietra naturale Corteccia di Antolini: le sfumature screziate di bianco, crema, arancione e marrone della quarzite brasiliana che rivestivano la porta interna, il soffitto, il pavimento e una porzione di parete, creavano pura eccellenza accanto al caldo accogliente del Noce Canaletto, materiale scelto da Oikos per completare l’effetto. La forza della pietra naturale di Antolini, unita alla tecnica e al prodotto Oikos, hanno reso lo stand un habitat unico, spettacolare esempio della potenzialità creativa dei due brand.

    LAMINAM
    Una porta di sicurezza che si staglia in tutta la sua altezza trasmettendo un immediato concetto di solidità e resistenza. Una porta che si impone, fiera, integrata in una parete rivestita con gli stessi materiali. L’impatto emotivo è forte all’ingresso dello stand di Oikos, che a Cersaie ha evidenziato così lo storico legame con Laminam. Due eccellenze del made in Italy, due realtà produttive che da anni collaborano fattivamente proponendo soluzioni d’avanguardia. Come questa presentata a Cersaie, appunto, una facciata a 10 settori di grès porcellanato Laminam nella finitura Ossido Nero interrotta soltanto dal magnetico riverbero della fascia in acciaio contenente il maniglione orizzontale e il lettore a impronta digitale. Continuità, maestosità, stupore che iniziano dalla vista della porta blindata a bilico verticale Synua (larga 1,5 metri e alta 3,24) per poi estendersi all’intero contesto. E l’emozione si moltiplica all’apertura dell’imponente varco nello scoprire il rivestimento del lato interno: un elegantissimo Laminam Seta Or disposto su tre settori molto alti intervallati da un quarto settore a contrasto in Laminam Seta Liquorice. Una delicatezza mirabile e sorprendente che si diffonde nello spazio e lascia intuire lo studio quasi maniacale del dettaglio, del montaggio, dell’effetto finale. Uno stand significativo, quindi, espressione del mondo Oikos e della qualità e versatilità dei rivestimenti in grès del suo partner Laminam che, in soli 3 e 5 mm di spessore, condensa 20 anni di innovazione tecnologica dell’industria ceramica.

    www.oikos.it
    www.antolini.com
    www.laminam.it

  •