La nuova architettura I segni premonitori di un avvento | The Plan
  1. Home
  2. Magazine 2016
  3. The Plan 088 [03-2016]
  4. La nuova architettura I segni premonitori di un avvento

La nuova architettura I segni premonitori di un avvento

Elizabeth De Portzamparc

Per evitare qualsiasi fraitendimento, ritengo necessario precisare che l’espressione “nuova architettura” fu coniata da Walter Groupius, venendo ben presto abbandonata. Il progettista e urbanista tedesco se ne servì per descrivere l’architettura che stava nascendo in vari paesi, all’inizio del XX secolo, e che prendeva spunto dal costruttivismo russo. Era uno stile a servizio dell’industria, che rivendicava un’universalità basata su linee formali e che si manifestò - tra gli altri - nelle opere dei costruttivisti olandesi (Gerrit Rietveld, Piet Mondrian etc.) e di Le Corbusier. Nel momento in cui quello stesso gruppo si incontrava per dare vita al movimento moderno (o stile internazionale), l’espressione di Gropius era già caduta nell’oblio e non identificava più alcun movimento o...

Stampata
15.00 €
Digitale
4.49 €

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054