La Città degli “Angoli” | The Plan
  1. Home
  2. Magazine 2011
  3. The Plan 050
  4. La Città degli “Angoli”

La Città degli “Angoli”

Eric Owen Moss

La Città degli “Angoli”
Scritto da Michael Webb -

Atterrando a Los Angeles in una notte serena si è abbagliati da una fantasmagoria di luci, dalla massa nera delle montagne e del deserto fino all’oceano. È una visione mirabile che svanisce con l’alba. Di giorno, la discesa sull’aeroporto internazionale di Los Angeles rivela una distesa di capannoni industriali e un interminabile reticolo di case di bambola, interrotti da rari gruppi di torri per uffici. Al di là di poche enclave privilegiate, da Beverly Hills a Santa Monica, questa è la realtà della parte pianeggiante della città, e Culver City nella parte centro-meridionale di Los Angeles, è una delle molte comunità che sta cercando di reinventarsi. L’unico studio cinematografico sopravvissuto non è più un fiorente centro produttivo, dal momento che l’industria leggera è emigrata in Asia. Ristoranti all’ultima moda e gallerie d’arte hanno riempito questo vuoto e coppie giovani stanno ristrutturando e migliorando modeste costruzioni.
Venticinque anni fa, quando Culver City era una periferia infestata dalla criminalità, Frederick e Laurie Samitaur Smith comprarono un’area di sei ettari di decrepiti magazzini, delimitata da una cala cementificata e da strutture abbandonate di compagnie marittime ormai scomparse. Immobiliaristi, e appassionati di musica e danza, dichiararono di voler “utilizzare l’architettura come elemento catalizzante per realizzare una comunità creativa, e come volano per rendere la città più vivibile e produttiva.” Eric Owen Moss, giovane architetto iconoclasta, affittò uno degli spazi destinati a questi interventi e fu incaricato dalla Samitaur Constructs, la società di gestione delle costruzioni, di trasformare quegli immobili. Con lo zelo di un Gordon Matta-Clark intervenne sugli stucchi dei capannoni e sulle loro travature di legno a volta, ricoprendole di nuove strutture con blocchi di calcestruzzo armato, ripiani di cemento, acciaio e vetro. Sorsero nuovi edifici e forme strane - battezzate Umbrella (ombrello), Beehive (alveare) e...

Procedi con l'acquisto per continuare a leggere
Digitale

Digitale

4.49 €
Stampata

Stampata

15.00 €
Abbonamento

Abbonamento

Da 35.00 €
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054