Jean-Marie Massaud: Oggetti come parole | The Plan
  1. Home
  2. Magazine 2006
  3. The Plan 013 [03-2006]
  4. Jean-Marie Massaud: Oggetti come parole

Jean-Marie Massaud: Oggetti come parole

Jean-Marie Massaud


Nel 1999 Jean-Marie Massaud assieme a Thierry Gaugain e Patrick Jouin partecipò al Salone Satellite di Milano con un’installazione denominata Luxlab: un prato verde in declivio, uno specchio d’acqua e un caminetto con il fuoco acceso. Era l’eloquente metafora di un nuovo concetto di lusso, inteso come benessere, legato a piaceri immateriali, come la contemplazione dell’acqua e del fuoco e come il contatto diretto con la natura (sdraiarsi sull’ erba).
Considerando a ritroso il lavoro di Jean-Marie Massaud appare evidente come quella installazione sia da considerarsi il punto di partenza di un percorso progettuale basato sulla ridefinizione del concetto di vita, sulla proposizione di valori, quali il tempo, quello da dedicare a sé, lo spazio, la relazione con la natura, l’espansione della propria singolarità mediante i piaceri sensoriali e l’interazione con gli altri. Massaud...

Procedi con l'acquisto per continuare a leggere

Digitale

4.49 €

Stampata

Sold out

Abbonamento

Da 35.00 €
Iscriviti alla newsletter:
Ho letto la privacy policy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali.
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design
Non perdere interessanti opportunità di formazione
Scopri in anteprima i contenuti del Magazine e della Webzine di THE PLAN
Tag
#2006  #Jean-Marie Massaud  #Design  #The Plan 013 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054