Magazine 2021 | The Plan
  1. Home
  2. Magazine 2021
The Plan 130 [05-2021]
Jeanne Gang | Lorcan O'Herlihy Architects - LOHA | NADAAA | Bidard & Raissi | John McAslan + Partners | Takeshi Hirobe Architects | Francesco Pascali | dell’agnolo kelderer architekturbüro | AREA | Golden Goose | ML Architettura

Apre il numero l’Editoriale di Jeanne Gang sulla necessità di rivalutare l’architettura Brutalista anche come assunzione di un ruolo responsabile nei confronti dell’ambiente. Michael Webb per Highlights approfondisce le strette relazioni tra architettura e comunità attraverso il progetto Granville 1500 di LOHA (Lorcan O’Herlihy Architects) a Los Angeles in California. NADAAA in collaborazione con Bidard & Raissi riflette sulla capacità del paesaggio di influenzare l’architettura. L’innovazione sanitaria è al centro del progetto di John McAslan + Partners: Health Innovation Hub, Università di Lancaster, una dimostrazione della capacità dei progetti di qualità di adattarsi al cambiamento e di indirizzarlo. A Shizuoka in Giappone Takeshi Hirobe Architects realizza la residenza “Phase Dance”, un’architettura che rappresenta un nuovo equilibrio tra mondo naturale e mondo artificiale. Villa Ca’ Gioia è il nome dell’abitazione progettata da Francesco Pascali Architetto che si inserisce tra la storia e il territorio locale. Un cubo posto al centro della piazza ovale è il segno che contraddistingue la Cantina Bolzano di dell’agnolo kelderer architekturbüro, un edificio costruito al limitare del tessuto urbano bolzanino che addensa valori e significati simbolici. Lo studio AREA (Architecture Research Athens) reinventa la casa vacanze con un progetto concepito per indagare le forme dell’ozio perfetto. Infine la sede di Golden Goose progettata da ML Architettura, una metamorfosi architettonica che sfrutta con intelligenza le opportunità strutturali, trasformandole in un’opera di architettura contemporanea.

Read More
Stampata
15.00 €
Digitale
4.49 €
The Plan 129 [04-2021]
Tony Joseph | Labics | Kanva | Rurban Studio | TJAD | Piraccini + Potente Architettura | JSa Architects | Robert Hutchison Architecture | bonetti/kozerski architecture | Malfona Petrini | Steven Holl Architects

È ancora possibile la convivenza tra architettura e natura? Questa la domanda che si pone Tony Joseph dello studio STAPATI nell’editoriale di #THEPLAN129. In Viaggio in Italia, Valerio Paolo Mosco incontra l’architettura autonoma dello studio Labics, per un dibattito di caratura internazionale. Sostenibilità e natura guidano l’intero numero. Da Biodome, il museo vivente dello studio canadese KANVA e NEUF architect(e)s, al Museo della dinastia Xia a Erlitou di TJAD / Rurban Studio. Dal progetto di Piraccini+Potente Architettura, che rilegge e reinterpreta in modo innovativo la tradizione del territorio di Cesena, alla rielaborazione della tradizione compositiva del moderno con “la casa sul bosco” di Malfona Petrini Architetti, fino alla ricerca della totale simbiosi tra architettura e ambiente naturale nel progetto di Robert Hutchison Architecture e JSa. Non solo natura, ma anche arte con l’architettura viva e monumentale, che riscrive il lessico delle gallerie d’arte a Manhattan: Pace Gallery di Bonetti/Kozerski Architecture; o lo straordinario progetto in equilibrio tra luce e leggerezza di Steven Holl Architects: Winter Visual Arts Building, Franklin & Marshall College.

Read More
Stampata
15.00 €
Digitale
4.49 €
The Plan 128 [03-2021]
Lorcan O'Herlihy Architects - LOHA | Atelier(s) Alfonso Femia | Barreca & La Varra | OPEN Architecture | Behnisch Architekten | RMA Architects | Henley Halebrown | Shinberg.Levinas Architects | PBDW Architects | Marx/Ladurner Architekten

The Plan 128 si apre con un approfondimento editoriale di Lorcan O’Herlihy sulle relazioni tra “abitazione” e “sociale”. A seguire, Barreca & La Varra propongono una misurata lezione progettuale per comprendere i comportamenti idonei dell’arte di costruire.
Il focus del numero di questo mese sono le scuole. Atelier(s) Alfonso Femia ci racconta quale sarà la nuova visione architettonica per la scuola italiana di domani. OPEN Architecture a Shangai ci mostra come è possibile diffondere un complesso scolastico all’interno di un villaggio. Un’architettura altamente performante per imitare al meglio la natura è quella proposta da Behnisch Architekten per il Science and Engineering Complex, Harvard University. RMA Architects si sofferma sulla permeabilità sia materica sia compositiva nella School of Arts and Sciences, Università di Ahmedabad. Henley Halebrown ci riporta al formalismo ordinato, proponendo un progetto ibrido nel Regno Unito che rappresenta la sua cifra stilistica. La dimensione pubblica prima di tutto, nel progetto urbano e contemporaneo della scuola elementare realizzata da Shinberg.Levinas Architects a Washington D.C. Autonomia, indipendenza e riconoscibilità sono le tre chiavi di lettura per interpretare il progetto Cooke School & Institute di PBDW Architects. Infine Marx/Ladurner Architekten progetta la scuola primaria di una piccola comunità altoatesina, una dimensione domestica in equilibrio tra vecchio e nuovo.

Read More
Stampata
15.00 €
Digitale
4.49 €

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054