Il marmo: architetture avveniristiche e luxury interior design
it en 中文
   |   Newsletter Search
Login  |   Register   |  Cart (0)   |  CONTACTS

News

Il marmo: architetture avveniristiche e luxury interior design

Il marmo: architetture avveniristiche e luxury interior design

  • Il marmo: architetture avveniristiche e luxury interior design | The Plan
  • Il press meeting “Il marmo: architetture avveniristiche e luxury interior design” organizzato da Margraf ha rappresentato un’occasione per portare all’attenzione di una platea selezionata la recente inaugurazione dell’Area Margraf di Gambellara (in provincia di Vicenza), così come per ribadire la caratura internazionale dell’azienda, nata oltre un secolo fa, la sua grande capacità di dialogo con il mondo dell’architettura e dell’interior design, e la spiccata attenzione verso i temi della ricerca, dell’innovazione tecnologica e della sostenibilità.

  • Il marmo: architetture avveniristiche e luxury interior designIl marmo: architetture avveniristiche e luxury interior designIl marmo: architetture avveniristiche e luxury interior designIl marmo: architetture avveniristiche e luxury interior designIl marmo: architetture avveniristiche e luxury interior designIl marmo: architetture avveniristiche e luxury interior designIl marmo: architetture avveniristiche e luxury interior designIl marmo: architetture avveniristiche e luxury interior design

  • Silvio Xompero, Presidente di Margraf, ha aperto le danze ripercorrendone la storia e ponendo l’accento sulla volontà di creare, attraverso il nuovo polo logistico, una vera e propria “città” dell’eccellenza del Made in Italy distribuita su un’area complessiva di oltre 160 mila metri quadrati, con esposte più di 50 mila lastre di materiali diversi, dai pregiati marmi ai graniti, dagli onici alle pietre naturali, fino a una selezione di materiali tecnici (lastre in ceramica, quarzo, etc). Nelle intenzioni del Presidente questo hub, il più grande showroom in Italia per l’esposizione e la distribuzione del marmo, sarà presto dotato anche di ristorante bistrot con sale riunioni per offrire a progettisti, consulenti e potenziali clienti un’esperienza a tutto tondo e uno spazio dedicato dove rilassarsi e discutere di lavoro in un’atmosfera più raccolta. La parola è poi passata a Georgy Gerasimov e Natalia Gerasimova, titolari di NG Studio, con sede a Sanremo e San Pietroburgo. Attraverso il progetto Villa La Rotonde a Monaco hanno messo in luce il loro modus operandi, la costante attenzione fino al minimo dettaglio e l’importanza dei rapporti con l’intera filiera, sottolineando la stretta collaborazione instaurata con Margraf nella riconfigurazione dell’edificio art déco. Alla luce della complessità dello spazio del piano terra allo stato iniziale, gli ambienti interni di Villa La Rotonde hanno subito un’importante opera di reinterpretazione, venendo arricchiti da ornamenti in stile cosmatesco e impreziositi dai marmi dell’azienda vicentina, nella versione moderna sul bianco e nero. Il pavimento in Striato Olimpico, tagliato seguendo una particolare direzione della venatura è stato impreziosito da rosoni decorativi in Bianco Carrara, Bardiglio e Striato Olimpico. Nell’ingresso, nella cucina e nella scala interna è stato invece utilizzato il marmo Nero Marquinia, di colore nero con venature bianche, con un bordo decorativo finemente intarsiato, disegnato e tagliato seguendo la configurazione curva delle pareti, per delimitare i vari ambienti. Ultimo ma non per importanza l’intervento del designer Raffaello Galiotto dedicato ad Arcolitico, opera-sfida dalle dimensioni monumentali realizzata per Margraf e situata a ridosso del nuovo hub dell’azienda. Questo arco parabolico sperimentale, alto 14,5 metri in Fior di Pesco Carnico, è stato progettato a computer con software parametrici e lavorato esclusivamente a taglio con l’impiego di un telaio a filo, a controllo numerico. Si tratta dunque di un’opera iconica, che rende la nuova Area Margraf ancor più riconoscibile anche a distanza e, soprattutto, che rappresenta il duplice carattere dell’azienda, radicata nel proprio passato glorioso ma aperta verso l’innovazione e la contemporaneità tecnologica.

  •