Interpretare e Progettare - Politecnica University Press | The Plan
it en 中文
   |   Newsletter Search
Login  |   Register   |  Cart (0)   |  Contacts
POLITECNICA UNIVERSITY PRESS
  1. Home
  2. Politecnica University Press
  3. Interpretare e Progettare

INTERPRETARE E PROGETTARE


€ 25.00 € 21.25

Title Interpretare e Progettare
Author(s) Linda Poletti
Publisher Maggioli SpA
Year of publication 2019
Pages 188
Book series Politecnica
Series Essay
Topic Architecture
Language Italian
ISBN code 8891632371
EAN code 9788891632371

ABOUT THE BOOK

Oggi gli edifici per l'istruzione rappresentano una vera emergenza nazionale e se è vero che lo stato e la qualità delle infrastrutture scolastiche costituiscono un indicatore di quanto una comunità investa nel benessere, nella sicurezza e nella formazione delle generazioni future, la visione in merito è chiara. Riqualificare il patrimonio scolastico esistente e costruire nuovi edifici di qualità diventano, dunque, priorità assolute nel panorama italiano. Tali azioni assumono particolare valenza alla luce dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile previsti dall'Agenda 2030 delle Nazioni Unite, di cui il numero 4 è proprio dedicato all'educazione: "Fornire un'educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti" e, nello specifico, nel sotto obiettivo 4.a, si cita: "Costruire e potenziare le strutture dell'istruzione che siano sensibili ai bisogni dell'infanzia, alle disabilità e alla parità di genere e predisporre ambienti dedicati all'apprendimento che siano sicuri, non violenti e inclusivi per tutti". Queste sono le premesse da cui ha avuto origine il lavoro "Progettiamo insieme la scuola", durato due anni, portato avanti da un team di professioniste ingegneri, architetti e designer specializzate in diversi settori, al fine di individuare criteri innovativi per il progetto e la riqualificazione di scuole, in particolare elementari, in cui la sostenibilità sia l'elemento caratterizzante, insieme a benessere e sicurezza. A una prima fase di approfondimento teorico è seguita una fase di sperimentazione su una scuola campione, individuata nella Scuola Primaria IC "Luigi Cadorna" di Milano. Punto di forza del lavoro è stato il coinvolgimento di tutti gli attori che vivono la scuola, attraverso un processo di progettazione partecipata. Il testo riporta gli esiti di questa prima esperienza, definibile come iniziativa pilota, e offre una raccolta ragionata dei risultati ottenuti attraverso questo lavoro comune che è stato arricchito dalla partecipazione attiva di tutti coloro che popolano la Scuola Cadorna. Un lavoro dettato da una grande passione e dalla consapevolezza che tutti noi abbiamo una grande responsabilità verso le generazioni future e da qui l'impegno: "perché nella scuola vi entrino il cielo, gli alberi e il canto degli uccelli? perché? le mamme, e tutte le donne del mondo sono mamme di questi bimbi quando sono riuniti." (arch. Ada Bursi).

ABOUT THE AUTHOR(S)

Linda Poletti

Linda Poletti, Architetto, si occupa di progettazione di edifici per il terziario e di interni. Dal 1990, si interessa al "mondo" creativo dei bambini, segue il metodo didattico di Rudolf Steiner, le attività di Reggio Children e la Scuola Montessoriana. Collabora con Bruno Munari sul tema della comunicazione visiva. Fonda, nel 1994, Pescecolorato, un'associazione che offre progetti per bambini, si specializza in architettura per l'infanzia e collabora con enti pubblici e con privati, oltre che con istituzioni universitarie, su tutto il territorio nazionale. Ha ideato laboratori di progettazione adatti ai bambini dai 5 ai 12 anni, ha progettato e organizzato mostre interattive, manifestazioni ed eventi luminosi nella natura a favore dell'ambiente, rivolte all'infanzia, per conto di Lego, Museo della Scienza e della Tecnica, Istituto Europeo di Design, Laboratorio della Scala di Milano, Comune di Milano, Biblioteche Comunali di Milano, diversi Comuni in Italia e diverse società. Dal 2000 svolge laboratori di progettazione partecipata con i bambini su spazi e arredo urbano a loro dedicati. Ha svolto conferenze per enti pubblici e lezioni al Politecnico di Torino su" Spazi ed attività pensati per i bambini e a loro dedicati" e "Sulla città dei 5 sensi". Ha collaborato con il Politecnico di Milano come consulente esterna specializzata in architettura per l'infanzia e con l'Università di Cagliari su "La città dei bambini tra utopie e buone pratiche" per conto di Unicef di Cagliari. Ha pubblicato diversi testi sul tema, fra cui "Spazi abitativi per bambini" (2003), "Spazi pensati per i bambini/spazi progettati dai bambini" (2005), "E per gioco ?progetto!" (2016), che riportano le esperienze professionali legate alla progettazione partecipata.