Andrea Trebbi - A house, two differents municipal lands
  1. Home
  2. Award 2022
  3. House
  4. A house, two differents municipal lands

A house, two differents municipal lands

Andrea Trebbi

House  /  Completed
Andrea Trebbi

The anomalous prerogative of the site to belong to two differents municipal lands rules the planning strategy aimed at a real estate initiative. The largest area placed in via gaspari in casalecchio di reno commune receives a two-storey building of four aligned houses and a two-family building with three floors is located in the tight lot in via milani, in bologna municipal territory. The environment is mixed: towards the lush zanardi park parallel to the alignment of the main building fronts, the landscape is seductive but it faces north; instead on the opposite side the favorable southern exposure is contrasted by the intrusiveness of the existing buildings, hasty constructive tests of the postwar period. The project re-examines the original idea of a transparent façade overlooking the park and prefers to interpret the versatility of this dissimilar contest replicating its characters in uniformity: both north and south pole the transparents partitions of the daytime areas on the ground floor encounter the overlying solid surfaces of the night time areas; these are panels mutually isolated by the voids distinguishing the residential from the entrance and service parts. In the night time areas natural lighting also penetrates through skylights. The inevitable volumetrical and formal dystonia caused by the raising of one floor and by the marginality of the adjacent two-family building in the bologna commune represents two expressions of different typological matrix that finished work condenses in a unique ---------------------------------------------------------------------------------- L'anomala prerogativa dell'area di appartenere a due differenti territori comunali governa la strategia progettuale che riguarda un intervento di iniziativa immobiliare. la più estesa superficie fondiaria di forma rettangolare situata in via gaspari nel comune di casalecchio di reno accoglie quattro unità abitative bipiano allineate, mentre la limitatezza dimensionale della sagoma planimetrica trapezoidale situata in via milani nel comune di bologna risulta appropriata per insediare un puntuale edificio monofamiliare di tre piani che le indagini di mercato consigliano infine di frazionare in due residenze. il paesaggio è contrastante: nella parte del lussureggiante parco pubblico zanardi, che si snoda con andamento parallelo all'allineamento dei fronti principali, il fondale è seducente ma è rivolto a nord; nell'opposto versante, invece, la favorevole esposizione a mezzogiorno è pregiudicata dall'imponenza degli esistenti contenitori edilizi per appartamenti, espressioni delle frettolose prove costruttive del dopoguerra. Il progetto riesamina l’originario pensiero di una quinta vetrata che osserva il parco e preferisce interpretare indistintamente la versatilità di questo dissimile contesto replicando nell'uniformità i propri caratteri: sia verso nord che verso sud, le partizioni trasparenti delle aree diurne al piano terreno di ciascuna unità riscontrano le sovrastanti superfici piene delle aree notturne, quadri reciprocamente isolati dai vuoti che differenziano le fasi residenziali da quelle di ingresso e di servizio. l'inevitabile distonia, prima volumetrica e poi formale, provocata dall'innalzamento di un piano e dalla marginalità dell'attiguo corpo bifamiliare situato nel lotto ‘bolognese' rappresenta due espressioni di differente matrice tipologica che l'opera finita condensa in modo univoco, chiaro esito di un pensiero e di un'elaborazione coerente in quanto sottesa ad omogenee accezioni architettoniche. I materiali impiegati replicano la consuetudine costruttiva che connota i modi dell’imprenditorialità locale: la componente strutturale è in conglomerato cementizio armato, le partizioni di tamponamento in laterizio termico, i rivestimenti in pannelli isolanti; i serramenti sono in alluminio pre verniciato, i parapetti in vetro trasparente. I posti auto pertinenziali si allineano in superficie nella misura di 2-3 per ciascuna unità immobiliare; le parti comuni sono pavimentate con masselli cementizi permeabili.

Credits

 Bologna
 EDILBO S.A.S.
 12/2021
 850
 1800000
 Andrea Trebbi
 Rita Garuti, Rita Trentini e Lorenzo Vecchi
 impresa edile RINASCENTE COSTRUZIONI S.C A R.L.
 impianti meccanici TERMOPROGECT S.R.L. - impianti elettrici: ZANARINI S.N.C. - serramenti e vetri PROFILSER S.R.L. - parapetti in vetro VETRERIA SAN DONATO - opere vivaistiche OBIETTIVO VERDE DI DAVIDE LUCCHINI
 LEONARDO GENTILI

Curriculum

Andrea Trebbi si laurea in architettura a Firenze nel 1979.
Una selezione dei Concorsi internazionali a cui ha partecipato comprende l’area Manifattura Tabacchi a Bologna, l’area Garibaldi-Repubblica a Milano, ‘50 Chiese per Roma 2000’, la ristrutturazione del Complesso Museale del Prado a Madrid, il Memorial Minamata in Giappone, l’ampliamento della Biblioteca di Stato a Stoccolma, l’Accoglienza di Villa della Regina a Torino, la Biblioteca Civica di Bressanone.
Si è aggiudicato i Concorsi per l’area ex Accademia dell’Agricoltura a Bologna, per l’autoparcheggio sotto piazza Carducci a Bologna e sotto piazza Stracciari a Casalecchio di Reno, per il Palazzo Municipale a San Lazzaro di Savena, per lo Starhotel Tuscany a Firenze, per il compendio di Casa Lyda Borelli a Bologna.
Nel 2006 Editrice Compositori ha documentato il suo lavoro nella monografia AndreaTrebbi, 1980-2005architetture e nel 2016 The Plan ha pubblicato il libro Andrea Trebbi, 2006-2015 Progetti e Opere.

https://www.andreatrebbi.it/

Community Wish List Special Prize

Cast your vote

Register or Login
to vote

Tag
#Shortlisted #Italy  #Bologna  #Residence  #Andrea Trebbi  #Casalecchio di Reno (BO) 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054