UP-A Uboldi Paolo Architetti srl - FACTORY 1895, from sustainable origins to the highest coffee processing technology
  1. Home
  2. Award 2021
  3. Production
  4. FACTORY 1895, from sustainable origins to the highest coffee processing technology

FACTORY 1895, from sustainable origins to the highest coffee processing technology

UP-A Uboldi Paolo Architetti srl

Production  /  Completed
UP-A Uboldi Paolo Architetti srl

1895 by Lavazza è un nuovo brand del gruppo Lavazza focalizzato sulla proposta di specialty coffee monorigine o blended che ha l’obiettivo di coniugare la ricerca delle origini delle piantagioni indipendenti e sostenibili con la più alta tecnologia di lavorazione del caffè.
Il progetto prevede la completa rifunzionalizzazione di un edificio esistente, sito nello storico stabilimento di Settimo Torinese, che possa essere un luogo di produzione altamente tecnologico ma accessibile alle visite del pubblico esterno in un’ottica di totale trasparenza sia del ciclo di selezione del caffè che della sua trasformazione.
L’esperienza di visita, innovativa in un impianto industriale di questa tipologia, pone al centro di tutto le macchine della produzione; queste diventano al tempo stesso il cuore ed il cervello pulsante dell’edificio. Tutti gli ambienti infatti vi ruotano attorno.
Un paesaggio industriale da attraversare mediante un percorso pensato per essere altamente immersivo.
Al centro dell’edificio è stato pertanto inserito l’impianto di produzione, mentre, per le altre aree funzionali, si è scelto di farle gravitare attorno ad esso come parti separate ma complementari all’interno della stessa scatola.
Il nostro intervento ha seguito un indirizzo chiaro e lineare fin da subito; creare tre differenti aree, collegate tra loro e che permettessero ai visitatori di muoversi nel cuore pulsante della factory, sempre in funzione durante le visite, vivendo contemporaneamente tutto il ciclo del caffè, dalla piantagione alla tazzina, attraverso un percorso altamente esperienziale ed immersivo.
La prima area, dedicata all’ingresso e ad alcune sale didattiche è stata separata dalla produzione in modo da raccontare in primis il lavoro di ricerca delle origini dei migliori caffè al mondo; un percorso didattico e propedeutico alla comprensione del processo industriale che si inizia ad intravedere solo nell’ultima sala in cui, separati da un vetro, i visitatori possono osservare l’arrivo e la selezione ottica e laser del caffè verde.
Superate le prime sale si entra finalmente a contatto con il centro della visita, l’impianto produttivo.
Le macchine, esemplari unici le cui finiture sono state studiate per creare un paesaggio omogeneo, sono costantemente in funzione ed il visitatore può attraversarle in totale sicurezza grazie alla passerella realizzata sopra di esse che, grazie ad una struttura in carpenteria fissata alle colonne esistenti, permette di sorvolare l’area di produzione e, grazie alla retroilluminazione esterna, appare come un nastro luminoso nel paesaggio creato dalle macchine.
La passerella è stato progettata in modo da essere totalmente smontabile per opere di manutenzione grazie al rivestimento interno in bamboo, materiale selezionato per le ottime qualità quali la resistenza meccanica e la sostenibilità, oltre che per essere un’erba autoctona delle aree di origine del caffè.
Dalla passerella possono esser seguite tutte le fasi di produzione del caffè grazie anche alle specule sui sili e sull’impianto di trasporto; particolare risalto è dato all’area di tostatura, all’inizio del percorso, ed all’area di miscelazione dove, grazie ad una piccola platea, i visitatori possono apprezzare da vicino la miscelazione delle essenze di cui Luigi Lavazza è stato inventore.
Una volta scesi dalla passerella si trova il laboratorio del controllo qualità che, grazie alle ampie specchiature verso la produzione, è totalmente visibile ai visitatori seppur chiaramente separato.
Concluso il percorso i visitatori possono degustare i caffè all’interno in una elegante caffetteria dove, poggiati su due banconi circolari, possono ammirare la fabbrica attraverso una grande vetrata antincendio; durante la degustazione i sapori e gli aromi del caffè sono esaltati dalle proiezioni che avvengono sulle cupole dorate superiori che fanno parte del progetto di allestimento curato dallo Studio Ralph Appelbaum Associates di Londra.

Credits

 Settimo Torinese
 Lavazza
 11/2020
 4000
 0
 UP-A Uboldi Paolo Architetti srl
 Uboldi Paolo
 EDILE Cm Service srl, ALLESTIMENTO Bodino srl
 COORDINAMENTO PROGETTO Arch. Roberta Minici PROGETTO ALLESTIMENTO RAA - Ralph Appelbaum Associates DIREZIONE LAVORI GENERALE Ing. Vincenzo Turini DIREZIONE LAVORI ALLESTIMENTO/ ON SITE SUPERVISION EXHIBIT Up-a (Uboldi Paolo Architetti srl) PROGETTO GRAFICO Stefano Mandato PROGETTO CREATIVO MULTIMEDIA Karmachina ILLUSTRAZIONI ORIGINALI Truly Design Studio TESTI E TRADUZIONI Promemoria Group PROGETTO IMPIANTI, STRUTTURE, COST CONTROL PLANT AND STRUCTURAL DESIGN, COST CONTROL Studio Tecnico Rosselli - Ing. Davide Felloni, Ing. Rainero Cosattini, Starching srl, Ing.Britta Gelati, Aertermica, IPE Progetti, GIT Engineering, Studio Rousset, Tekser srl, Claudio Costa PROGETTO E REALIZZAZIONE AUDIOVIDEO Binario - Acuson Srl
 Andre Guermani

Curriculum

up—a è una società fondata dall'architetto Paolo Uboldi nel 2019 ed ha sede a Milano.
I progetti dello studio spaziano dall' interior-design all'urbanistica, in cui la differenza di scala diventa costante sfida progettuale che viene affrontata attraverso perseveranza e cura del dettaglio.
L'obiettivo dello studio è sviluppare integralmente i progetti fino alla concreta realizzazione senza perderne l'ispirazione iniziale.

https://www.up-a.studio

Community Wish List Special Prize

Cast your vote

The voting session is closed

Tag
#Shortlisted #Italy  #Steel  #Polycarbonate  #Productive complex  #Wood Envelope  #Wood Cladding  #Bamboo  #Bamboo Structure  #Research center  #Set-up  #UP-A Uboldi Paolo Architetti srl  #Settimo Torinese 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054