Unispace - Ridurre i confini tra tempo libero e lavoro, Nuovi Uffici Al Lingotto
  1. Home
  2. Award 2020
  3. Interior
  4. Ridurre i confini tra tempo libero e lavoro, Nuovi Uffici Al Lingotto

Ridurre i confini tra tempo libero e lavoro, Nuovi Uffici Al Lingotto

Unispace

Interior / Completed
Unispace

Unispace ha progetto e realizzato i nuovi uffici per una multinazionale finanziaria a Torino all'interno del Lingotto, una tra le più emblematiche architetture industriali del secolo scorso.
Lo spazio di oltre 1.600 mq si sviluppa su un unico piano di forma rettangolare con ampie vetrate che si aprono sulla città e sull'arco alpino circostante.
Il layout degli uffici si adatta alla natura e alla geometria dell’edificio tramite un sistema a doppia circolazione e una chiara divisione tra nucleo centrale dedicato alle aree di supporto e gli spazi operativi.
Al piano non è stata prevista una reception dedicata, ma è stata ricavata una piccola area di accoglienza, davanti allo sbarco ascensori, tramite la realizzazione di una nicchia quadrata all'interno della superficie muraria. Per completare la zona, due tavolini in legno e metallo a specchio anticipano colori e geometrie della grande area ufficio realizzata.
Gli spazi operativi in open space sono flessibili, confortevoli e disegnati per favorire la collaborazione e la condivisione tra le persone secondo il modello operativo di agile working adottato dalla società. Tutte le scrivanie prevedono la modalità “not assigned” e sono gestite con un sistema di prenotazione e una distribuzione omogenea di lockers lungo i corridoi.
Le postazioni sono opportunamente intervallate da pannelli fonoassorbenti, che fungono anche da archiviazione e guardaroba, oltre che dai phone booths facilmente riconoscibili grazie al loro rivestimento esterno in legno.
La doppia circolazione nello spazio è garantita dalla costruzione di tre grandi volumi centrali distinti da gradazioni diverse di color mattone, rosa e terracotta che accolgono internamente spazi differenti quali meeting rooms e aree di collaborazione informali: privacy e comunicazione trovano il loro equilibrio in una alternanza di spazi aperti per l’interazione e spazi chiusi o semi-chiusi per la concentrazione.
La costruzione di spazi informali tramite una sequenza di archi, che accolgono rivestimenti imbottiti lungo le pareti e tavoli trasversali per piccole riunioni, rompe l’andamento rigoroso dei volumi principali, disegnando una sezione interna diversa ma ripetuta che richiama sempre le forme della geometria classica.
L’altezza di piano di oltre 3,80 m ha permesso la creazione di questi volumi come parallelepipedi indipendenti con altezze di circa 3m per sottolineare la continuità della struttura e dei pannelli del soffitto dell’intero piano del Lingotto.
Fulcro fisico e concettuale del progetto è anche l’area break che si pone come modello innovativo di spazio simile a un bistrot contemporaneo. L’utilizzo degli specchi alle pareti con un alternanza di applique ed elementi tecnici truciolari fonoassorbenti, le finiture in legno chiaro del pavimento, i toni che virano dal verde salvia allo smeraldo e dal mattone al rosa, denotano una certa continuità con l’ambiente lavorativo regalando però un’atmosfera informale, accogliente ed inclusiva. Aree di diversa natura sono contraddistinti da tavoli e sedute differenti: un grande bancone ovale h90 in prossimità del banco cucina permette di creare un’area più domestica, due tavoli circolari alti con sgabelli rimandano ad un’area più conviviale di gruppo mentre la grande nicchia con divani inserita in un angolo della stanza, determina una zona più intima e raccolta.
Lo spazio dunque non è più pensato semplicemente come “pausa caffè” ma come area di accoglienza e aggregazione in grado di creare un’atmosfera informale, accogliente ed inclusiva che assottiglia i confini tra tempo libero e quotidianità lavorativa.

Credits

 Torino
 Multinational Group
 10/2019
 1'650
  0
 Leonardo Caliandro – Senior Associate, Design
 Micael Debard – Principal Client Relations; Matteo Riggi - Visualisation Specialist; Arianna Zanichelli - Architect; Giulio Casavecchia - Principal Delivery; Cecilia Damasio - Site Manager.
 Unispace
 ANGELONI: progettista impianti elettrici; PRODIM: progettista impianti meccanici; PI GRECO ENGINEERING: progettazione impianti VVFF.
 VETRO IN: pareti vetrate; DANZI: falegnamerie; DORMAKABA: tornelli e controllo accessi; TELEFONIA & SICUREZZA: antintrusione e videosorveglianza; SEDUS: arredi operativi (scrivanie, sedie ergonomiche, tavoli riunione, sedie meeting e visitatori, lockers); MUUTO, INFINITI DESIGN, CALLIGARIS: arredi informali phone booth e area break.
 Alberto Strada

Curriculum

Unispace è una società internazionale fondata nel 2010 da un gruppo di professionisti del mondo della progettazione e della costruzione provenienti da ogni parte del mondo. Unispace si occupa di workplace con l'obiettivo principale di tradurre la visione strategica aziendale dei propri clienti in spazi che liberano il potenziale delle persone, permettendo loro di esprimersi al meglio, in modo più creativo e performante.
La metodologia di Unispace offre un processo senza soluzione di continuità dove i migliori talenti riconosciuti a livello internazionale sono in grado di calare la loro esperienza nel contesto locale, dalla consulenza strategica, alle varie fasi di progettazione, fino alla consegna dei lavori.
Unispace è presente in 23 nazioni con 46 sedi e in Italia con un team di oltre 40 professionisti.

https://www.unispace.com/

Community Wish List Special Prize

Cast your vote

The voting session is closed

Tag
#Shortlisted #Italy  #Wood  #Fabric  #Glass  #Offices  #Torino  #Cemento  #Unispace 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054