Gherardiarchitetti - Steinsel ricrea un forte legame con la viabilità
  1. Home
  2. Award 2020
  3. House
  4. Steinsel ricrea un forte legame con la viabilità

Steinsel ricrea un forte legame con la viabilità

Gherardiarchitetti

House / Future
Gherardiarchitetti

Il Granducato di Lussemburgo, sede di numerose istituzioni e agenzie europee, oltre ad essere uno snodo finanziario di primaria importanza, rafforza il suo status di nucleo dell’UE dopo la Brexit.
La relativa espansione urbanistica della capitale verso nord si concentra tra le colline che definiscono la valle del fiume Alzette, lungo le infrastrutture primarie.

A ridosso di una delle vie principali di collegamento con la capitale ed in prossimità di uno scalo ferroviario si trova il progetto residenziale Steinsel - Heisdorf, composto da due fabbricati affiancati, rispettivamente di 15 e 10 unità abitative.

La configurazione volumetrica dei primi due piani instaura un forte legame con la viabilità circostante. L’ultimo livello è stato concepito dall’arretramento della sagoma dei piani inferiori, generando un sistema de terrazze verdi che conferiscono qualità architettonica.
Il piano attico si contraddistingue dal resto dell’edificio grazia all’utilizzo di un rivestimento metallico che contribuisce ad alleggerire il volume del corpo di fabbrica e genera visivamente un villaggio urbano a diver-se quote immerso nel verde.

Le condizioni del luogo impongono l’utilizzo di misure per limitare l'incidenza del rumore del traffico stradale all’interno delle abitazioni dal momento che il rumore che si genera in corrispondenza dell’incrocio genera picchi di oltre 70dBA. Di conseguenza, la pelle del fabbricato sul lato rivolto verso le strade è costituita da elementi che ottimizzano la diffusione e l’assorbimento delle onde sonore. Come conseguenza della riduzio-ne dell’impatto acustico le condizioni di abitabilità sia all’interno degli appartamenti che quella degli edifici circostanti. La facciata è composta da pannelli che possono scorrere in corrispondenza delle finestre e delle logge. L’edificio, dall’aspetto apparentemente monolitico, si trasforma in funzione all’utilizzo degli abitanti.
Nel lato interno l’edificio si apre verso i giardini privati e verso uno spazio verde comunitario. La scelta dei materiali impiegati su queste facciate privilegia la trasparenza e una relazione diretta con l’ambiente ester-no.

Gli ingressi ai fabbricati risultano da un’azione di sottrazione di materia dal volume principale. Questo inter-rompe l'omogeneità materica, è rappresenta un portale di protezione e di transizione verso l’interno. Uno degli ingressi si protende verso l’incrocio tra le arterie di traffico e assume la funzione di elemento rappresen-tativo e iconico del progetto.

Credits

 Steinsel
 Privato
 12/2022
 3200
 0
 Edoardo Gherardi
 Dario Fernandez Plaza, Nicolò Martin, Diego Montenegro, Massimiliano Toniolo
 gherardiarchitetti

Curriculum

Edoardo Gherardi è nato nel 1973 e si è laureato con lode nel 1999 presso lo IUAV di Venezia. Ha fondato Gherardiarchitetti nel 2000 a Treviso e Castelfranco Veneto (Italia). Ha vinto il terzo premio al concorso internazionale Young & Design nel 2006 e nel 2007, l’Iconic Awards nel 2017 e il German Design Award nel 2018. È stato selezionato per il Premio Compasso d’Oro nel 2018. È art director di diverse aziende nel mondo del mobile. L’ufficio opera in molti settori: urbanistica, progettazione architettonica, interior, design del prodotto e navale. Ha seguito l’allestimento delle principali mostre d’arte in Italia e attualmente segue oltre 80 progetti in Svizzera, Medio ed Estremo Oriente e in tutto il mondo. La molteplicità dei progetti è seguita con lo stesso approccio, che si tratti di piccole o grandi dimensioni: attenzione ai dettagli, qualità ambientale, qualità architettonica, a partire dalle forme del paesaggio, dalla storia e dalle pratiche sociali

http://www.gherardiarchitetti.it/

Community Wish List Special Prize

Cast your vote

The voting session is closed


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054