CASTELLINO DARIO - La casa sulla collina
  1. Home
  2. Award 2019
  3. Villa
  4. La casa sulla collina

La casa sulla collina

CASTELLINO DARIO

Villa / Completed
CASTELLINO DARIO

L’area oggetto di intervento è ubicata in località San Michele di Vignolo all’interno di un lotto triangolare che confina sui lati a monte e a valle con la strada comunale mentre e sul terzo lato confina con una proprietà privata. Il terreno ad andamento collinare presenta forti pendii verso valle ed una zona pianeggiante verso monte. Sulla parte pianeggiante erano presenti tre fabbricati ex rurali abbandonati e privi di valore storico architettonico.
Il progetto della casa sulla collina rientra all’interno di un piano di recupero che ha previsto la costruzione di un nuovo fabbricato e un intervento filologico sul preesistente edificio rurale a sud.
Il fabbricato mantenuto e recuperato si sviluppa su tre piani: un piano terra a livello cortile, un piano primo con accesso esterno tramite scala e balcone e un piano cantina accessibile internamente dal piano terra. Il tetto in legno a due falde e copertura in tegole, le murature sono portanti in muratura mista, mentre gli orizzontamenti tra il piano terra e il piano primo sono in parte in putrelle e tavelle ed in parte a volte a vela in mattoni. Sul questo fabbricato è stato realizzato un intervento conservativo con demolizione delle superfetazioni volumetriche più recenti liberando il nucleo più antico, rifacimento della copertura (sempre con orditura lignea e manto in tegole marsigliesi) e consolidamento delle murature. L’accesso al piano primo è garantito da una nuova scala in legno esterna simile a quella esistente.
La nuova costruzione è formata da due volumi accostati tra loro, uno per la zona giorno e l’altro per la zona notte, con tetti in legno e coperture in marsigliesi anticate del tutto simili a quelle circostanti. L’intera struttura poggia su dei pilastri lignei che si insediano nel terreno, evitando di incidere con muri di contenimento in calcestruzzo; le pareti, a loro volta, sono realizzate con un sistema a secco mediante l’utilizzo del X-Lam, per ridurre il più possibile l’impatto ambientale.
Le nuove volumetrie si ispirano alle abitazioni circostanti, sia per quanto riguarda il loro orientamento all’interno del lotto sia per la forma stessa dei fabbricati; il volume caldo però si restringe rispetto alla totalità della sagoma lasciando spazio ad un porticato che conduce alla manica di collegamento dei due edifici, realizzata come una pergola con travi in legno di recupero su cui è stato messo a dimora un glicine la cui funzione è quella di dare ombra e riparo.
A collegamento tra il nuovo e l’antico fabbricato è stata realizzata una pergola.

Credits

 VIGNOLO
 PRIVATO
 07/2018
 350
 600000
 DARIO CASTELLINO - PAOLO SALOMONE
 DARIO CASTELLINO - PAOLO SALOMONE
 Rubner Haus S.p.a.

Curriculum

Dario Castellino è nato a Cuneo nel 1965 e si è laureato in architettura al Politecnico di Torino nel 1993. Nel 1994 ha fondato l’omonimo studio che si occupa di progettazione architettonica, restauro, riqualificazione paesaggistica, allestimento di spazi museali e recupero del patrimonio edilizio alpino.
Ha partecipato alla progettazione del quartiere fieristico e multifunzionale per il Comune di Cuneo, si è dedicato al recupero dell’ex-fabbrica di tessuti per la Galleria d’Arte Contemporanea Tucci Russo, al recupero della Fortezza Albertina a Vinadio, nel quale ha sede il museo Montagna in Movimento, alla valorizzazione del Castello di Linari, al recupero delle borgate Paraloup e Campofei, alla realizzazione del Museo dell’Arpa Victor Salvi, alla valorizzazione della Chiesa di San Paolo a Caraglio, alla costruzione della cantina vitivinicola Parusso di Monforte d’Alba e a decine di interventi di edilizia residenziale.

Community Wish List Special Prize

Cast your vote

The voting session is closed


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054