Studio Marco Piva - Dancing Sails
  1. Home
  2. Award 2019
  3. Mixed Use
  4. Dancing Sails

Dancing Sails

Studio Marco Piva

Mixed Use / Future
Studio Marco Piva

Il concept del progetto Dancing Sails dello Studio Marco Piva parte dal contesto in cui il lotto è inserito, a Suzhou, un centinaio di chilometri da Shanghai, dove il fiume Yangtze confluisce nel lago Taihu, il terzo più grande in territorio cinese.


Lo Studio ha affrontato il tema progettuale analizzandone le ragioni e le finalità ma cercando di creare in particolari collegamenti in grado di creare un rapporto di biunivocità tra la nostra cultura occidentale - specificamente italiana - con quella cinese alla ricerca di elementi che possano generare particolari spunti strategici e formali.

Il tema dell’acqua, molto importante per la tradizione del luogo, è stato ripreso per creare le tre architetture iconiche che ricordano l’immagine delle barche a vela mosse dal vento.
Le storiche barche a vela diventano moderni edifici dinamici, nei quali il tradizionale albero della nave si trasforma in sistema di collegamento verticale degli ascensori, e il resto dell’edificio nella vela, in un connubio tra storia e tecnologia.

Parte di un immenso piano di Sviluppo Strategico gestito dal Governo Centrale, il progetto implica una forte responsabilità, poiché si tratta di agire a grande scala con implicazioni legate alla sostenibilità, alla qualità degli ambienti costruiti, all’uso dell’energia, alla configurazione della struttura sociale delle persone che vi andranno a vivere e a lavorare.

L’ obbiettivo è stato connotare il progetto in modo innovativo, legandolo al contempo al territorio e alla condizione socio culturale in cui è inserito.

Le tre torri iconiche sono dedicate principalmente all’ospitalità, con un hotel 4 stelle, un hotel 5 stelle, e un hotel 5 stelle lusso superior. I tre edifici minori ospiteranno invece funzioni legate al residenziale e al business.
Il masterplan ha inoltre affrontato tutta l’area circostante gli edifici, con particolare attenzione dedicata agli spazi pubblici di condivisione, ai parcheggi, alle attività commerciali, alla circolazione stradale, ma soprattutto alle green areas, fasce perimetrali verdi
destinate allo svago ed al relax in grado di offrire condizioni di vita più piacevoli e salubri.

Una progettazione che si basa sulla volontà di interconnettere ed aggregare, di creare le condizioni che consentano integrazione e interazione, nel tentativo di concepire
sin da subito luoghi in cui ci sia facile e piacevole abitare, lavorare e interagire con la comunità.

Un nuovo complesso urbano caratterizzato da un equilibrato mix funzionale, un luogo in
cui la serialità indistinta degli edifici viene sostituita da nuove forme del vivere e dell’ abitare, in un connubio tra tradizione e futuro.

Credits

 Suzhou
 Hengtong cultural tourism development
 01/2021
 177865
 0
 Studio Marco PIva
 Wandella Rossi, Matteo Conti, Alberto Carucci, Giuliana Poletti

Curriculum

Emozionante, fluido e funzionale, questo è il linguaggio che contraddistingue le realizzazioni dello Studio Marco Piva legate al Masterplan, all’Architettura, al Product e a l’Interior Design.
Lo sforzo nella ricerca materica e tecnologica, il valore della differenziazione, della contaminazione e dell’innovazione, sfociano in una intensa attività progettuale, divenuta una delle più rappresentative del panorama italiano della creatività e del design.
Marco Piva studia e crea soluzioni intrise di libertà stilistica. Gli spazi, le architetture, gli interni e gli oggetti si caricano di carattere e di nuova simbologia, l’uso della materia e del colore contrasta ogni intellettualismo e rigidità concettuale.
Lo Studio Marco Piva è attualmente impegnato nella realizzazione di piani urbani, progetti di hospitality e prestigiose residenze private in Cina, Stati Uniti, India, Montecarlo, Emirati Arabi, Italia, Albania e Algeria.

http://www.studiomarcopiva.com

Community Wish List Special Prize

Cast your vote

The voting session is closed


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054