Corvino+Multari - Mantova HUB - Progetto strategico per la ricucitura urbanistica e socio-economica della città di Mantova, nel segno della sostenibilità
  1. Home
  2. Award 2018
  3. Urban Planning
  4.  

Mantova HUB - Progetto strategico per la ricucitura urbanistica e socio-economica della città di Mantova, nel segno della sostenibilità

Corvino+Multari

future
Corvino+Multari

Il progetto rappresenta una riflessione strategica sulla natura dello spazio tra la città di Mantova e l’acqua del Lago Inferiore. Riqualificando un sistema di spazi sottoutilizzati, abbandonati e degradati, il progetto individua un nuovo “territorio di mezzo” tra la città e l’acqua, costituito da una sequenza di spazi collettivi, ciascuno connotato da sua una precisa funzione urbana e pubblica, grazie a una forte alleanza pubblico-privata. L’area oggetto di intervento è individuata dal Piano di Governo del Territorio (PGT) vigente come un insieme di aree pubbliche con funzioni di interesse pubblico generale soggette a interventi di riqualificazione del tessuto urbano consolidato. Ripensare questi spazi significa articolarli in modo da accogliere e collegare i caratteri dei sistemi urbani e naturali circostanti, senza affermare il primato degli uni sugli altri. Le quattro nuove piazze previste dal progetto non costituiscono solo un inedito sistema di spazi collettivi per Mantova, ma riassumono alcune delle principali caratteristiche e valori del territorio mantovano: il suo rapporto con l’acqua, con la terra, la presenza della natura e della cultura. Il nuovo “territorio di mezzo” si relaziona infatti – anche su vasta scala – sia con la città, sia con l’acqua: con la vita quotidiana della città, con i suoi percorsi culturali e produttivi. Gli interventi previsti in questa fase comprendoni le seguenti aree: 1 Piazza del Paesaggio_ Area Valletta Valsecchi 2 Piazza della Terra_ Area San Nicolò 3 Piazza del Pensiero_Area delle Ex Ceramiche 1 Area Valletta Valsecchi: PIAZZA DEL PAESAGGIO Il quartiere Valletta Valsecchi è la naturale espansione, avviata nel secondo dopoguerra, della zona storicamente popolare del quartiere di San Nicolò e si colloca in adiacenza al giardino storico della città detto “Bosco Virgiliano” (circa 5 ettari), situata all’interno dei confini del Parco del Mincio e dell’area buffer UNESCO nei pressi della zona Migliaretto. L’idea progettuale è di delocalizzare gli attuali campi sportivi e realizzare un intervento di forestazione urbana compatibile con la funzione di vasca di laminazione del Mincio. “Piazza del Paesaggio” oltre che essere uno spazio è anche un percorso didattico dove conoscere le peculiarità naturali di Mantova attraverso la costruzione di un ecosistema urbano ambientale che abbia una funzione ludica ed informativa fruibile da parte di tutti. L’Area di Valsecchi potrà rappresentare inoltre il raccordo di connessione tra la viabilità ciclabile extraurbana (percorso sull’argine) e la viabilità cittadina; rappresenterà a pieno la funzione di parco cittadino attrezzato con attività disponibili per i residenti delle aree limitrofe, offrendo percorsi pedonali per passeggiate, attività divulgative di pregio e non ultimo aspetto, sarà l’occasione di incrementare gli impianti arborei urbani, con benefici eco sistemici diffusi, secondo una sentita strategia di mitigazione delle urban heat Island (UHI) 2 Area San Nicolò: PIAZZA DELLA TERRA L’area di San Nicolò, dichiarata di interesse culturale, è un’ambito ex militare caratterizzato dalla presenza di 5 capannoni con copertura voltata ed un edificio Polveriera realizzato nel 1739. Il progetto non prevede nuove costruzioni ma propone esclusivamente il recupero e restauro dei volumi esistenti, con l’obiettivo di disegnare una nuova Piazza della Città, pedonale e con accesso al sistema ciclo pedonale urbano. Un luogo permeabile di uso collettivo in cui convivono monumentalità e paesaggio. Il progetto prevede di realizzare all’interno della sagoma dei singoli capannoni un portico di collegamento, arretrando un prospetto interamente vetrato, per consentire un camminamento coperto, in analogia alla tipologia dei portici mantovani che insistono nel centro storico della città. Particolare attenzione è stata posta al rispetto del sedime del cimitero ebraico al centro del parco di san Nicolò. L’attività di progettazione ha visto il pieno accordo e collaborazione con Soprintendenza e UCEI (Unione Comunità Ebraiche Italiane). 3 Area Ex Ceramiche: PIAZZA DEL PENSIERO Area della ex Ceramica è un’area industriale dismessa che evidenzia un alto livello di degrado e deterioramento urbano e che in passato è stato oggetto di numerosi progetti non realizzati. Il complesso in oggetto comprendeva il vecchio polo produttivo denominato ‘ex Ceramica Mantovana’ che grazie alla vicinanza con il porto, che ha favorito l’approvvigionamento delle materie prime ed i trasporti, ha sviluppato dagli inizi del ’900 una fiorente attività industriale per la produzione di laterizi da costruzione. All’interno dell’area si trova l’edificio dismesso “Ex Ceramica”, unica fabbrica della Mantova di inizio ‘900, che caratterizzava con le sue ciminiere il quartiere popolare a sud della città. Il progetto recupera l’edificio centrale per la realizzazione di una scuola tecnica per una capienza di circa 1000 studenti. Le Funzioni previste: area accoglienza, didattica (18 aule da 25 pt e 8 aule speciali/laboratori), biblioteca (multimediale), aree di ristoro e relax, aula magna con capienza massima di 140 posti, uffici, presidenza, sale riunioni.

Credits

 Mantova
 Comune di Mantova
 12/2019
 90.000
 20106800
 Vincenzo Corvino; Giovanni Multari
 In RTP con Rina Consulting SpA (capogruppo); Sparacio & Partners Srl (strutture); ICARO Srl (impianti); Ing. G. Lorenzi (Leed - Cam)

Curriculum

Vincenzo Corvino e Giovanni Multari , nel 1995 fondano lo studio corvino + multari. Nel 2000 con il progetto per la Sede degli Uffici della Azienda di Cosenza sono segnalati con targa d’argento al Premio Europeo “Luigi Cosenza” Nel 2001 con il Recupero del Quartiere Militare Borbonico a Casagiove sono vincitori della III edizione del Premio Centocittà bandito dalla Compagnia di San Paolo. Nel 2006 con il progetto di Restauro del Grattacielo Pirelli Milano sono vincitori del Premio Speciale per il Restauro, Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana, indetto dalla Triennale di Milano Nel 2012, con il progetto “La Cartiera” a Pompei (Na), partecipano alla 13ma Biennale di Architettura di Venezia. Nel 2016 l'editore List Lab, Trento, pubblica la monografia "Esperienze dell'Architettura. Corvino+Multari" Nel 2017, con il progetto per il Complesso Parrocchiale Madonna delle Grazie a Dresano, Milano, si aggiudicano il 'Premio' 'La Ceramica e il Progetto - 2017'

https://www.dropbox.com/s/se126557p1sxll9/Mantova%20HUB%20-%20BROCHURE%202017.pdf?dl=0

Wish
Received Votes

The voting session is closed