B+M ASSOCIATI SRL - PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE EDIFICIO "EX-STANDA" IN PIAZZA VITTORIA, BRESCIA a destinazione commerciale, terziaria, residenziale
  1. Home
  2. Award 2018
  3. Renovation
  4. PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE EDIFICIO "EX-STANDA" IN PIAZZA VITTORIA, BRESCIA a destinazione commerciale, terziaria, residenziale

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE EDIFICIO "EX-STANDA" IN PIAZZA VITTORIA, BRESCIA a destinazione commerciale, terziaria, residenziale

B+M ASSOCIATI SRL

Renovation  /  Future
B+M ASSOCIATI SRL

L’intervento di ristrutturazione e ridisegno del complesso edilizio denominato “Ex Standa” è situato nel cuore del Centro Storico della città di Brescia in Piazza della Vittoria, realizzata negli anni trenta dall’arch. Piacentini nell’ambito di un piano di risanamento urbano che ha sostituito, demolendolo, un frammento urbano della città storica del tempo.
Si tratta di un progetto di “rigenerazione urbana” che, partendo da un'analisi approfondita del contesto dal punto di vista storico, stilistico ed architettonico, giunge a proporre un disegno architettonico contemporaneo che si integra all’impianto architettonico esistente della Piazza.
L'originario edificio di inizio secolo fu demolito e ricostruito nel 1967 con un volume monolitico atto ad accogliere gli spazi commerciali Standa di Brescia ormai da vari anni dismessa.
L’intervento rappresenta il più importanto progetto di rilancio di Piazza Vittoria al fine di valorizzare il proprio ruolo strategico nel centro storico di Brescia.
Le funzioni in progetto prevedono il recupero di spazi commerciali ai livelli terra e interrato secondo le moderne forme di vendita di prodotti alimentari con ristorazione di qualità, ai livelli superiori spazi per palestre pluripiano e attività terziarie con vista sulla città e ai livelli più alti importanti attici residenziali con terrazze e roof garden.
Un’attento studio delle condizioni statiche dell’immobile, verificate con moderni sistemi di analisi non distruttiva, ha permesso la conservazione degli elementi strutturali ed il loro adeguamento sismico secondo le stringenti norme della classificazione normativa (zona sismica 2).
In questo modo, grazie ad una progettazione attenta al mantenimento dell’impianto originario ed alla valorizzazione del sistema distributivo esistente, sono state evitate pericolose demolizioni in un’ottica di “sostenibilità urbana” dell’intervento che miri a limitare le problematiche connesse alla gestione di un cantiere così complesso nel cuore del Centro Storico: infatti con i suoi 9.000 metri quadri di superficie lorda di pavimento distribuita su otto piani esso rappresenta il più grosso intervento di recupero previsto in città nei prossimi anni.
Elemento distintivo del progetto è rappresentato dalla nuova immagine di tutto il complesso edilizio che sostituirà la facciata cieca esistente con ampie aperture a riquadri in materiale della stessa colorazione degli altri palazzi storici esistenti e con un disegno contemporaneo che si aprirà alla città.
La particolare cura data al trattamento della facciata prende spunto dall'analisi dei materiali architettonici degli edifici storici affacciati sulla piazza piacentiniana, caratterizzata da un disegno di prospetti ordinato e geometrico, sviluppato per ordini successivi.
La progettazione della facciata, elemento centrale della proposta architettonica, intende ricostruire la coerenza architettonica dell'edificio rispetto al linguaggio di Piazza Vittoria con il recupero della tripartizione della facciata (basamento, piano nobile e attico): la doppia altezza vetrata ai livelli inferiori richiama l'allineamento con i porticati esistenti, il corpo centrale come piano nobile caratterizzato da un volume compatto e geometrico seppur ampiamento vetrato ed aperto alla città ed infine il recupero del piano attico come elemento “verde”.
Riproponendo tali ordini il progetto ridisegna l’attacco a terra come primo ordine con ampie vetrate a doppia altezza che evocano la presenza dei portici commerciali della piazza e alleggeriscono la rigidità architettonica del volume.
Il secondo ordine, costituito negli edifici storici da un volume compatto scandito da aperture regolari con trattamento di facciata a fasce o conci regolari, è sostituito nel progetto dagli ampi riquadri vetrati con cornici e “sguinci” inclinati necessari per bilanciare il sistema strutturale e disegnati mediante accorpamenti geometrici che movimentano l’ampia superficie centrale.
Il terzo ordine è costituito, nei palazzi che affacciano sulla piazza, da un volume arretrato che costituisce un coronamento o "attico", spesso dotato di terrazze: anche il progetto ne ripropone l’andamento con ampie terrazze trattate “a verde” vegetazionale che ne arricchisce la qualità e restituisce alla città una nuova immagine in linea con i moderni trattamenti degli edifici pluripiano.
Per delimitare visivamente l’edificio nella parte più alta viene inserita una pensilina piana e aggettante e per riproporzionare le dimensioni in verticale dei vari ordini l'attuale piano quinto sarà inglobato nella nuova facciata in continuità con la fascia centrale a riquadri: in questo modo i terrazzi esistenti, con parapetti vetrati al fine di alleggerirne l’impatto, verranno trasformati in logge contribuendo a ricostruire gli allineamenti esistenti.
Particolare cura verrà posta nella scelta dei materiali da rivestimento che dovranno rispondere a due importanti requisiti: mantenere la stessa plasticità e immagine della pietra locale “Botticino” utilizzata per la costruzione di tutta la piazza Vittoria ed utilizzare le più moderne tecniche costruttive innovative per la produzione di elementi ecocompatibili che si prestino alla realizzazione di strutture architettoniche complesse come quelle previste nella trasformazione dell’immagine architettonica dell’edificio.

Credits

 Brescia, Via Verdi angolo Via IV Novembre
 Immobiliare Impero S.r.l.
 06/2017
  8'200
  10'000'000
 Arch. Fausto Baresi, Ing. Riccardo Manfredi, Arch. Guillermo Arnaudo
 Arch. Andrea Baresi, Arch. Tiziana Sbardellati, Arch. Roberta Loda; Arch. Valsecchi Daniela, Ing. Alessandra Tacchini
 Brescia Generali Costruzioni s.r.l
 Ing. Adriano Vendramin (S.T.S. Società Cooperativa) per progetto impianti meccanici, P.I. Massimo Fasani (Protecno Srl) per progetto impianto elettrico, Ing. Roberto Bellini (TEAM PA Professione Ambiente) Acustica, Ing. Enzo Treccani Prevenzione incendi, Dott. Federico Mori Geologo
 studio B+M Associati Srl

Curriculum

B+MAssociati è una società architettura e ingegneria nata nel dicembre 2015 a Brescia costituita dall'Arch. Baresi Fausto, che vanta un'esperienza pluriennale come libero professionista nella progettazione architettonica ed urbanistica, dall'Ing. Manfredi Riccardo, che ha svolto incarichi come Direttore Generale e Tecnico per alcune importanti società d’ingegneria specializzate in edilizia commerciale, industriale e appalti pubblici, e l'Arch. Arnaudo Guillermo che ha svolto incarichi come Direttore presso importanti studi di progettazione ed è Docente Universitario presso il LABA di Brescia. L’esperienza ultratrentennale dei professionisti riuniti, insieme ad un qualificato staff tecnico di ingegneri e architetti garantiscono un servizio completo, partendo dalla fattibilità tecnico-economica alla progettazione esecutiva e direzione lavori, mediante un attento e puntuale controllo dei tempi e dei costi di realizzazione e il coordinamento delle figure specialistiche coinvolte.

Community Wish List Special Prize

Cast your vote

The voting session is closed


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054