EBStudio - TERRATINTA GROUP HEADQUARTERS AND SHOWROOM
  1. Home
  2. Award 2018
  3. Interior
  4. TERRATINTA GROUP HEADQUARTERS AND SHOWROOM

TERRATINTA GROUP HEADQUARTERS AND SHOWROOM

EBStudio

Interior / Completed
EBStudio

CONTESTO.
Il tema progettuale è il recupero di un edificio industriale di scarso valore architettonico, costruito in epoca recente in una delle zone più industrializzate e inquinate d’Italia, il distretto ceramico di Sassuolo.
Si tratta della nuova sede di un gruppo ceramico, che accoglie al suo interno gli uffici e le
nuove showroom dell’azienda.
Il tema del recupero industriale è affascinante per la maggior parte dei progettisti, ma in questo caso non ci sono elementi architettonici di particolare rilevanza o soluzioni tecniche eleganti come si possono trovare in alcuni edifici del passato. La sfida è stata quella di alzare il livello qualitativo degli spazi in un contesto del tutto anonimo.

OBIETTIVI.
L’obiettivo primario del progetto dei nuovi uffici è stato quello di far rinascere lo spazio, facendolo diventare un involucro accogliente, che protegge e dà benessere a coloro che vivono la quotidianità del lavoro all’interno, favorendo le relazioni sociali tra i dipendenti senza differenze o individualismi.
Per le showroom l’obiettivo era invece quello di creare delle strutture espositive che non fossero semplici contenitori ma che avessero esse stesse un’identità, oggetti architettonici autonomi che potessero dare maggiore forza ai prodotti esposti.

PROGETTO.
L’idea primaria è stata quella di portare la natura all’interno dell’edificio, privilegiando l’uso di elementi naturali e amplificando le viste sull’esterno delle poche aree urbane verdi.
La distribuzione degli spazi degli uffici è fluida, si articola attraverso le strutture preesistenti con modifiche calibrate e inserimenti discreti.
Sono stati privilegiati gli spazi di lavoro aperti, collegati e integrati da ambienti conviviali come zone relax, pranzo e cucina, oltre che una zona attrezzata a nursery aziendale.
La fluidità degli spazi è ottenuta anche mediante le soluzioni tecnologiche e l’uniformità dei materiali. E’ stato inserito un sistema a soffitto in legno leggero ed elegante, un tappeto volante di elementi fluttuanti, che segue l’andamento degli spazi e che risponde a diverse esigenze funzionali. Gli elementi in legno migliorano le prestazioni acustiche degli ambienti e grazie alla facilità di smontaggio rendono flessibili gli spazi di lavoro e di convivialità.
Parte integrante del progetto sono gli arredi, realizzati su disegno e pensati anch’essi per favorire le relazioni sociali, come i grandi tavoli a isola, che permettono ai dipendenti di lavorare insieme a un’unica scrivania, pur mantenendo l’autonomia della proprie postazioni individuali.
tecnologie.
Gli spazi di lavoro sono fluidi e continui e hanno una grande flessibilità d’uso grazie agli impianti lasciati a vista.
L’illuminazione, totalmente con tecnologia led, è stata attentamente studiata con molteplici simulazioni durante lo sviluppo del progetto per garantire il comfort visivo.
Dato l’alto grado di inquinamento del contesto si è privilegiato l’uso di impianti di ventilazione meccanica controllata che assicura un ricambio continuo dell’aria interna senza dispersioni di calore.
La maggior parte degli elementi interni è interamente riciclabile.

SHOWROOM.
Nella porzione di edificio restrostante gli uffici sono stati ricavati gli ambienti che ospitano due showroom, di rispettiva competenza dei due marchi di proprietà del gruppo.
Qui entrano in gioco altri temi e altre ispirazioni.
Quella più grande, per uno dei due marchi, è un borgo costruito attorno a un vuoto centrale, la “piazza” dove avvengono gli incontri commerciali e dove si organizzano gli eventi. Si ispira ai nuclei urbani storici italiani, sia nella forma che nella funzione, in cui la piazza centrale era per eccellenza luogo di incontro e scambio.
Gli “edifici” invece, dato il target del marchio, hanno invece un carattere prettamente scandinavo, con tetti a falde pronunciate, facciate strette sviluppate in altezza, rivestimenti in legno, arredi di design nordico.
La showroom più piccola, per l’altro marchio, ha invece un’impostazione completamente diversa: è una galleria di ispirazione museale, uno spazio introverso, semplice ed elegante perfettamente in linea con i prodotti del marchio.
Entrambe le showroom sono pensate per portare il visitatore in un ambiente diverso da quello industriale. In entrambi i casi di tratta infatti di spazi chiusi per concentrare l’attenzione solo sull’esposizione.

Credits

 Fiorano Modenese
 Terratinta group srl
 11/2017
 1700
 1100000
 EBStudio
 progetto: Arch. Enrico Bergamini, collaboratori: Arch. Valentina Guerzoni
 T.M.S. costruzioni srl
 progettazione impianti meccanici: Zecchini & associati srl, Sassuolo (MO); progettazione impianti elettrici: Pampuri srl, Sassuolo (MO)
 illuminazione: Exenia. arredi: Normann Copenhagen, Zanotta. arredi su misura: Falegnameria Forma. allestimento showroom: ML srl Systems. serramenti: Wolf Fenster. schermature solari: Resstende. controsoffitti in legno: Vaneton. pavimenti in resina: Mapei. facciate continue: Schuco.
 Filippo Poli

Curriculum

Enrico Bergamini nasce a Modena nel 1982, si laurea in architettura al Politecnico di Milano nel 2007. Nel 2010 apre lo studio di architettura ebstudio con sede a Modena. Lo studio concentra la propria attività sui temi dell’abitare, del designo industriale, degli spazi di lavoro e delle attività espositive. Il lavoro viene svolto costantemente nello spirito del workshop, con una continua ricerca del dettaglio finalizzata a un risultato progettuale di elevata qualità artigianale. La progettazione è sviluppata in tutte le fasi attraverso il controllo totale di ogni suo aspetto, con un approccio multidisciplinare particolarmente sensibile ai temi della sostenibilità ambientale e dell’innovazione.


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054