ATIproject - Centro Direzionale 'Umberto Forti'
  1. Home
  2. Award 2017
  3. Office&Business
  4. Centro Direzionale 'Umberto Forti'

Centro Direzionale 'Umberto Forti'

ATIproject

Office&Business / Completed
ATIproject

Il “Centro Direzionale Umberto Forti", edificio destinato ad ospitare importanti aziende dell’ICT e gli uffici direzionali della Forti Holding Spa, è studiato in risposta alle molteplici esigenze dettate dai nuovi standard della società contemporanea legate alla riduzione dei consumi energetici, all’accessibilità e fruibilità degli ambienti ma anche al raggiungimento del massimo confort e sicurezza dei fruitori, in un’ottica che pone il rispetto e la sostenibilità dell’ambiente al primo posto del processo progettuale. Il team di lavoro, attraverso un approccio multidisciplinare che si concretizza in una progettazione sinergica ed integrata di involucro ed impianti mediante strumenti BIM, concepisce un edificio altamente tecnologico che dialoga armoniosamente con la morfologia circostante e rappresenta un esempio concreto di architettura bioclimatica.
All’ingresso dell’area produttiva di Montacchiello, situata a sud-est del centro di Pisa, sorge su sette piani fuori terra il centro direzionale, la cui forma è stata plasmata a partire dalla “vela” che identifica la vicina sede del gruppo Forti Holding: essa costituisce il patrimonio genetico sul quale è stato sviluppato il progetto, a sottolineare ulteriormente la volontà del committente di celebrare i traguardi di una generazione affermando riconoscenza e rispetto per i lasciti della generazione precedente.
Le curve generatrici dell'esistente sono invertite a definire i nuovi volumi e, lungo l'asse che unisce il fuoco e la parte concava si trova l'ingresso all'edificio. La struttura mantiene comunque un accesso anche dal lato concavo conservando il senso di compenetrazione con il verde esterno, anch’esso parte integrante della composizione architettonica e disegnato dalle linee che si diramano dal fuoco delle due curve generatrici.
Al piano terra si trovano le attività commerciali che hanno accesso diretto dall’esterno. In zona centrale è presente una grande hall di ingresso agli uffici a triplo volume dove è posizionata la reception ed un piccolo bar a servizio degli addetti. Ai 6 piani superiori sono dislocati i 23 uffici che presentano conformazioni e dimensioni diverse – da open space a stanze singole – per poter rispondere al meglio alle varie esigenze di mercato. La specifica conformazione dei piani, inoltre, consente di ricavare terrazze con giardino pensile estensivo che esprimono il carattere “green” della costruzione: quella accessibile dal terzo piano assolve alla funzione di socializzazione, mentre la terrazza al piano sesto è di uso esclusivo dell’ufficio dirigenziale che su di essa si affaccia. La copertura piana non praticabile e il piano interrato sono destinati ad accogliere i terminali impiantistici necessari per il riscaldamento e il ricambio aria.
La dinamicità e snellezza della pianta è riproposta anche in alzato attraverso il contrasto tra vuoti e pieni reso dall’accostamento di facciate trasparenti continue e facciate piene, definite secondo i principi della progettazione bioclimatica: l’affaccio Nord-Ovest è caratterizzato da strutture opache ben isolate per ridurre le dispersioni termiche invernali e l’affaccio Est presenta una vetrata schermata da un sistema di lamelle fisse che permette all’edificio di captare l’energia solare limitando altresì il surriscaldamento degli ambienti in estate, mentre a sud la facciata ventilata è realizzata interamente con pannelli fotovoltaici integrati.
L’attenzione al contenimento dei consumi energetici si sposa con la ricerca di un ambiente interno confortevole dal punto di vista termico, acustico, visivo e, naturalmente, estetico: particolare attenzione è posta alla qualità ambientale e al comfort per gli utenti dell’edificio attraverso la scelta di materiali dalle elevate caratteristiche termoacustiche e alla progettazione di impianti altamente performanti. In particolare l’edificio, concepito per garantire la massima flessibilità e fruibilità degli ambienti, ha richiesto un sistema di condizionamento in grado di adeguarsi rapidamente alle variazioni di carico individuato in un impianto a quattro tubi con terminali a fan-coil alimentato da una centrale termica attrezzata per la produzione contemporanea di acqua calda e refrigerata. La generazione è affidata a due pompe di calore polivalenti, una aria-acqua e una acqua-acqua di tipo geotermico. La possibilità di conduzione a bassa temperatura, senza alcuna alterazione delle prestazioni consente di abbinare all’ottimo comfort ambientale un contenimento dei consumi energetici.
L’impianto di ventilazione meccanica adottato permette la libera riconfigurazione degli spazi grazie all’immissione dell’aria negli uffici tramite bocchette lineari poste perimetralmente agli ambienti e alla previsione di ripresa dell’aria nei locali di servizio posti al centro del fabbricato.
Riguardo all’impianto elettrico è stata posta particolare attenzione alla disposizione dei corpi illuminanti, rigorosamente a LED per il massimo risparmio energetico, trattandosi di ambienti di lavoro in cui è fondamentale la qualità dell’illuminazione: i controsoffitti modulari consentono di riposizionare liberamente l’illuminazione adeguandola alla rinnovata disposizione in modo da illuminare efficacemente i piani di lavoro e limitare il fenomeno dell’abbagliamento.
La gestione della complessità dei sistemi e delle dotazioni del fabbricato è affidata a un evoluto sistema di Building Automation che si occupa della gestione automatica di tutti gli impianti presenti nell'edifico, della contabilizzazione e ripartizione dei consumi e della semplificazione in generale di tutte le operazioni di gestione e manutenzione, consentendo la pianificazione di interventi di manutenzione straordinaria.
L’intero progetto ha ottenuto la certificazione in Classe energetica A+ ed è in corso la procedura di Certificazione Internazionale LEED con l'obbiettivo di raggiungere la classe Gold.

Credits

 Pisa
 Forti Holding Spa
 04/2016
 4750
 Ing. Arch Branko Zrnic, Ing. Luca Serri
 ATIproject
 Forti Holding Spa
 CEU Srl (impianti elettrici), AZA spa (facciate continue), Gervasi Impianti Srl (impianti meccanici), Schueco (sistemi facciata), Rhoss (Fan coils), Grundfoss (Elettropompe), ABB (Bms)
 Irene Taddei, Daniele Domenicali

Curriculum

ATIproject nasce dall’incontro dell’Ing. Luca Serri e dell’Ing. Arch. Branko Zrnic: forti delle loro competenze all’avanguardia nei due settori chiave dell’edilizia a basso consumo - rispettivamente nel campo della termotecnica civile e produzione di energia rinnovabile e nel campo dell’architettura bioclimatica - fondano lo studio in risposta alla necessità di integrare tutte le fasi progettuali in un processo creativo armonico mediante una squadra interna dalle molteplici competenze. Con un team di oltre 50 tecnici, ATIproject spazia dalla progettazione architettonica, strutturale, impiantistica, meccanica fino alla direzione lavori e gestione del cantiere, ottenendo una progettazione integrata BIM attenta al consumo di risorse, costi di gestione e convenienza economica. Atiproject è in crescente visibilità sia su territorio italiano che estero ed è specializzata nella progettazione di edifici pubblici e sedi aziendali, in una costante ricerca di soluzioni innovative e sostenibili.

http://atiproject.com/architecture/#1338


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054