Arch. Davide Dutto, Arch. Franco Fusari, Arch.Federico De Giuli, Arch. Cristiano Pistis - Restauro e ristrutturazione Casa Gramsci Torino
  1. Home
  2. Award 2016
  3. Renovation
  4. Restauro e ristrutturazione Casa Gramsci Torino

Restauro e ristrutturazione Casa Gramsci Torino

Arch. Davide Dutto, Arch. Franco Fusari, Arch.Federico De Giuli, Arch. Cristiano Pistis

Renovation / Completed
Arch. Davide Dutto, Arch. Franco Fusari, Arch.Federico De Giuli, Arch. Cristiano Pistis

La realizzazione dell’hotel Nh Collection Piazza Carlina è stata una vicenda assai controversa per Torino, ha attivato un vivace dibattito sull’opportunità di destinare tale uso il luogo dove visse Antonio Gramsci per circa un decennio durante la sua permanenza a Torino. L’isolato di cui parliamo attraverso i secoli è stato più volte rimaneggiato e trasformato per assolvere a diverse funzioni quali albergo di virtù, una sorta di collegio per l’insegnamento dei mestieri artigiani, casa da reddito ed infine casa popolare dagli anni ottanta.
Il nostro intervento, non diversamente dai precedenti, deve essere letto come un processo rispetto al quale la forma architettonica è un modo di sostanziarsi dei luoghi per sua natura transitorio, un modo per dialogare con la narrazione del tempo che forma e disfa di continuo.
Il progetto si è sviluppato lungo due capisaldi fondamentali: la fondazione barocca dell’isolato, che ne ha determinato la tipologia ed il rapporto con il contesto urbano e la difficile transizione moderna della città all’inizio del XX secolo in cui si è ridefinito quanto resta dell’apparato decorativo esistente.
Questi due momenti non sono da intendersi come due modelli iconici o stilistici cui tendere od ispirarsi quanto come snodi storici che richiamano ed indirizzano gli eventi ed i cui echi hanno ancora oggi la forza di imprimere senso ai luoghi e riempirli di suggestioni.
Il progetto consiste quindi nel fare spazio alle nuove funzioni dentro ai volumi esistenti cercando di entrare in relazione Hotel NH Collection Piazza Carlina
con l’identità dei luoghi e cercando un compromesso con le esigenze economiche, funzionali, gestionali, costruttive, conservative, sociali, ecologiche…
Il cortile è il cuore del progetto, uno spazio fruibile da tutti i cittadini, una vera e propria macchina scenica, su cui far scorrere la vita del nuovo hotel. Le strutture del cortile sono predisposte per ospitare un progetto artistico e naturalistico pensato con l’artista torinese Enrico De Paris che prenderà forma nei prossimi anni, un’opera realizzata con grandi alberi sospesi nel vuoto in un delicato equilibrio tra naturale ed artificiale.
Una struttura a portico regge un sistema di tende motorizzate che scendono all’occorrenza, al fine di ridurre il soleggiamento estivo o per creare schermi leggeri che filtrano la transazione architettonica tra storia e contemporaneità. Su di esse come in una gigantesca lanterna magica ispirata al mondo del precinema si potranno proiettare spettacoli di son et lumière.
La costruzione e la gestione dell’albergo è stata l’occasione per attivare collaborazioni con artisti e gallerie cittadine tra cui Monica Carocci che è intervenuta nelle cabine degli ascensori e Santo Cinalli che ha scolpito il banco del Bar e alcune testiere in legno di cedro.
Inoltre opere di M. Merz, Carol Rama, D. Galliano arricchiscono i locali delle parti comuni, Altre iniziative ed esposizioni temporanee sono state progettate con La galleria Persano e Camera il Centro Italiano per la Fotografia
I progettisti gli architetti Franco Fusari, Davide Dutto, Federico De Giuli e Cristiano Pistis insieme all’ingegner Gianni Vercelli (strutture) hanno cercato di creare un giusto equilibrio tra storia e contemporaneità.
I materiali utilizzati per le finitura interne richiamano l’edilizia residenziale di inizio novecento come le cementine bianche e nere, seminati con marmi locali, pietra di Luserna, e legno di rovere.
Gli intonaci sono a base calce e in alcuni casi lasciati senza tinteggiatura con il tipico colore nocciola e la grana della rasatura.
Oltre al cortile dove abbiamo cercato di valorizzare il rapporto dell’albergo con la città e con la bellissima Piazza Carlina, abbiamo utilizzando le coperture delle maniche laterali, dove sono state realizzare due ampie terrazze coperte con verde organizzato ad orto dove è possibile vedere la città in tutta la sua bellezza con punti di vista della Mole e della collina inconsueti.
La decorazione delle facciate non ha reso possibile isolare con un cappotto esterno l’edificio, abbiamo comunque raggiunto ottimi risultati usando intonaci ad alte prestazioni termiche a base calce stesi in spessore su entrambe i lati delle murature perimetrali. Gli impiantti utilizzano acqua di falda e pur garantendo ottime rese sono ispirati alla massima semplicità di utilizzo e manutenzione.
Bibliografia:
INGRID K. WILLIAMS “At Turin Hotel, a Minimalist Mood, With a Dash of History” in New York Times 12 FEB. 2016 Hotel NH Collection Piazza Carlina

Credits

 Piazza Carlo Emanuele II Torino
 Carlina S.r.l.
 12/2014
 10000
 28000000
 Arch. Davide Dutto, Arch. Franco Fusari, Arch.Federico De Giuli, Arch. Cristiano Pistis
 Arch. Davide Dutto, Arch. Franco Fusari, Arch.Federico De Giuli, Arch. Cristiano Pistis
 DEGA S.p.a. G. FRANCO LONGHI s.p.a. F.lli ZAFFARONI impianti industriali
 PROGETTO STRUTTURE: -ING. GIANNI VERCELLI - Via Torquato Tasso 5, 10122 Torino PROGETTO IMPIANTI: MANENS TIFS s.p.a. Corso Stati Uniti n. 56, 35127 Padova PROJECT MANAGER: - Ing. Giancarlo Pozzolo - Ing. Federica Galeazzo COLLABORATORI GRUPPO DI PROGETTO:
 Sanitari: SBORDONI POZZI-GINORI VISMARA VETRO DURAVIT PUNTOELLE Rubinetteria: HANS GROHE GESSI SBORDONI CRISTINA CERAMICHE CIELO Serramenti legno: TESIO s.n.c. Vetri: BIVETRO s.r.l. Struttura in ferro: PEDRO s.r.l FRANCO DOMINA Porte: SEBINO s.r.l. CIPRIA
 Barbara CORSICO

Curriculum

Federico DE GIULI è architetto ed imprenditore, La città ed il design sono da sempre il centro del suo interesse da un punto di vista teorico, accademico, imprenditoriale.
Davide DUTTO è stato assistent lecturer per Aimaro Isola e per Maria Adriana Giusti. Nel 2010-11 è visiting professor al Politecnico di Torino. I suoi più recenti progetti: il più grande labirinto in bambù del mondo per Franco Maria Ricci, alcuni B&B e boutique hotel a Torino; il ristorante Shabu di Torino.
L’architetto Franco FUSARI ha acquisito nel corso degli anni una specifica e approfondita competenza nella progettazione di nuovi insediamenti residenziali e nel restauro di edifici di particolare interesse storico.
Cristiano PISTIS ha fatto esperienza sia sul piano della progettazione che del Project Management. Si è occupato di progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva, gestione economica dei processi. Sul tema ricettivo alberghiero ha lavorato come consulente in diversi interventi in Europa.

Community Wish List Special Prize

Cast your vote

The voting session is closed

Tag
#Shortlisted #Davide Dutto  #Franco Fusari  #Federico De Giuli  #Cristiano Pistis  #Barbara Corsico  #Hotels  #Europe  #Italy  #Torino  #The Plan Award 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054