Giandebiaggi Architettura - Residenza per anziani - NUOVE TAMERICI
  1. Home
  2. Award 2016
  3. Health
  4. Residenza per anziani - NUOVE TAMERICI

Residenza per anziani - NUOVE TAMERICI

Giandebiaggi Architettura

Health  /  Future
Giandebiaggi Architettura
Il progetto per la realizzazione di una nuova struttura per anziani e per la sistemazione del parco del comprensorio di Villa Parma, ha lo scopo di fornire soluzioni ad un tema assai delicato come quello della residenzialità assistita per non autosufficienti in un concetto di integrazione, familiarità, di un particolare momento della vita delle persone, la senilità appunto, il tutto in coerenza a quanto indicato nel Piano Programmatico 2014-2016 dell’Azienda Ad Personam (comproprietaria con il Comune di Parma del comparto).
Tale comparto infatti è situato all’interno del tessuto urbano consolidato della città di Parma; l’area si presenta come un vero e proprio parco urbano incastonato tra edifici residenziali e di servizio ma purtroppo oggi chiuso e murato. Le strutture interne rimangono così distanti dalla città e separate dalla vita quotidiana.
L’intervento denominato “Nuove Tamerici” consiste nella realizzazione di un edificio di circa 1200 metri quadrati per piano per quattro piani fuori terra. Esso avrà caratteristiche costruttive tali da poter classificare l’edificio in Classe A3 in termini energetici, e carbon neutral in termini di emissioni di CO2. Il progetto si preoccupa poi di dare senso al parco realizzando e ristrutturando i percorsi pedonali e ciclabili interni, comprendendo la sistemazione delle aree a verde e dotandolo dei necessari parcheggi pubblici e privati.
Il nuovo edificio, a differenza di quelli precedenti sarà disposto ai margini dell’area e quindi direttamente fruibile dall’esterno, ricucendo così un rapporto diretto con la città. L’edificio in sé avrà l’accesso principale sul fronte sud e condurrà direttamente all’ampio spazio polivalente per attività di gruppo e socializzazione del piano terreno, governato dal front desk della reception posto in prossimità dei due collegamenti verticali.
L’ampio soggiorno, si apre verso est e verso ovest, affacciandosi direttamente sull’area verde esterna, a rafforzamento del rapporto diretto fra interno ed esterno, permettendo così l’utilizzo diretto della zona attrezzata, protetta e riservata, durante il periodo estivo, mentre a nord si accede ai servizi generali tramite un ampio porticato.
L’organizzazione in 3 nuclei da 25 posti letto ciascuno, suddivisi in 11 camere singole e 7 doppie per i piani superiori, caratterizza distributivamente i tre piani sovrastanti, opportunamente dimensionati e attrezzati secondo la normativa di riferimento.
Il corridoio centrale, sull’asse nord sud, diventa l’elemento ordinatore della distribuzione, prevedendo una suddivisione in zone dell’edificio. Al centro dell’edificio si trovano gli spazi collettivi e il locali di servizio (soggiorno, locale personale, ambulatorio, servizi igienici, depositi e bagno assistito), accessibili direttamente dai due nuclei di collegamento verticali contrapposti. Solo passando da questa zona soggiorno si può accedere, come in una normale residenza, alle camere da letto, che sono poste agli estremi del fabbricato, con gli affacci poste sui lati est ed ovest. Tutto ciò fa sì che ci si divida in due semi-nuclei da soli dodici persone circa. A loro volta queste zone letto sono divise attraverso una idonea morfologia dei corridoi, in due “piazzette” con adiacenti solo quattro camere, generando così una prossimità riconducibile ad una famiglia e ben distante da un reparto ospedaliero.
Sui fronti nord e sud delle testate dell’edificio si trovano i piccoli spazi destinati alle attività di gruppo, sia all’aperto che al chiuso, oltre ai locali destinati a deposito. La scelta è stata quella di collocare al piano quattro piccoli soggiorni, anziché un unico grande ambiente, poco utilizzabile per riservatezza e rumore: in questo modo è facilitata l’aggregazione in piccoli gruppi, rimandando ancora alla vita familiare in appartamento. La residenza è sempre il modello di riferimento. Il dimensionamento dei locali, la loro organizzazione e distribuzione, sono vincolanti in termini di superfici e quantità dalla normativa per l’accreditamento di questo tipo di struttura.
L’area esterna riservata e di pertinenza dell’edificio, opportunamente separata dagli spazi di uso pubblico del parco, ma adiacenti ad essi, sarà costituita da ampi spazi a verde con zone pavimentate e attrezzate per l’utilizzo nel periodo estivo, accessibile direttamente dalla zona soggiorno del piano terreno. Il parco diverrà accessibile pedonalmente da vari fronti e potrà contare su percorsi nel verde, zone attrezzate per bambini e per ragazzi, incrementerà la zona sportiva, e recupererà il bar caffetteria che già esisteva un tempo ed ora abbandonato. Il parco quindi aprendosi all’esterno diverrà una dotazione urbana molto importante che integrerà finalmente e non allontanerà i residenti anziani, facendo apprezzare a tutti un progetto intergenerazionale che potrà essere arricchito da eventi e manifestazioni dell’Azienda proprietaria.
Dal punto di vista della viabilità, è previsto anche l’accesso carrabile ma solo ai margini dell’area, dove già sono presenti gli ingressi e saranno dotati da adiacenti parcheggi per l’utenza e per il personale. Complessivamente il nuovo intervento architettonico diverrà l’occasione per far rientrare l’intero comprensorio nella vita della città e far divenire un luogo oggi chiuso e separato, in un luogo aperto e pieno di vita, con grande beneficio anche terapeutico per i residenti alloggiati.

Credits

 COMPRENSORIO "VILLA PARMA" - PARMA
 AD PERSONAM - Azienda dei Servizi alla persona del Comune di Parma
 02/2016
 5000 mq
 PROF.ARCH. PAOLO GIANDEBIAGGI
 PROF.ARCH. PAOLO GIANDEBIAGGI
 GIANDEBIAGGI ARCHITETTURA @

Curriculum

Laureato con lode alla Facoltà di Architettura di Firenze nel 1987, si iscrive all’Ordine degli Architetti di Parma, dove ha operato in diverse commissioni. Responsabile della Commissione urbanistica (‘92-‘94), ha presieduto la Commissione per la Qualità Architettonica e il Paesaggio (‘07-‘13). Operando presso la Facoltà di Ingegneria di Parma dalla sua istituzione, dal 2002 è Professore Ordinario nella Facoltà di Architettura di cui è stato Presidente dei Corsi di Studio (‘04-‘12). La ricerca sull’analisi grafica e rappresentazione dell’architettura, urbana ed ambientale è stata oggetto di numerose pubblicazioni, mostre e relazioni presso università ed istituti culturali italiani e stranieri. In oltre 25 anni di attività professionale ha realizzato interventi pubblici nei settori della formazione, sanità, sociale e ricordo, nonché privati. Ha acquisito risultati rilevanti nell’ambito del risparmio energetico e benessere, applicati al restauro e rigenerazione architettonica ed urbana.

http://www.giandebiaggi.it

Tag

#Europe  #Italy  #Healthcare  #Parma  #Giandebiaggi Architettura 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054
ITC Avant Garde Gothic® is a trademark of Monotype ITC Inc. registered in the U.S. Patent and Trademark Office and which may be registered in certain other jurisdictions.