UFFICIO PROGETTI Bertani e Vezzali - MUS.ED DALLARA
  1. Home
  2. Award 2016
  3. Education
  4. MUS.ED DALLARA

MUS.ED DALLARA

UFFICIO PROGETTI Bertani e Vezzali

Education / Future
UFFICIO PROGETTI Bertani e Vezzali

IL CAMPUS DALLARA
Il Campus Dallara è concepito per essere una piattaforma di produzione, un progetto di sviluppo economico, un luogo di formazione multilivello, un luogo aperto, per esporre, per mostrare, per insegnare, per sperimentare, per comunicare e contribuire con il proprio sviluppo al futuro di un territorio in evoluzione.
Il nuovo complesso Dallara MUS.ED (Museum & Educational), infrastruttura di relazioni, formazione e ricerca , rappresenterà ed implementerà questi obiettivi, rendendoli materialmente tangibili ed evidenti.
Il Dallara Mus.ED dovrà rappresentare il luogo fisico della elaborazione e trasmissione della conoscenza e dell’esperienza: il codice di accesso alla rappresentazione dell’avanguardia tecnica , tecnologica , imprenditoriale della DALLARA AUTOMOBILI all’interno della motor valley emiliana.
Esprime e sintetizza il grande significato della formazione e della collaborazione con le strutture formative di ogni ordine e livello, in Italia e nel mondo.

Dallara Museum&Educational, Mus.ED, comprende luoghi di formazione e di comunicazione raccolti in un edificio compatto, integrato ma autonomo rispetto alla compagine aziendale, un luogo spettacolare, istruttivo, comunicativo, formativo, ma anche un luogo ove soggiornare piacevolemente, organizzare convention, incontri, rapporti con l’estero, eventi, coinvolgendo attivamente un territorio certamente fecondo ed economicamente coinvolto.

L’atrio - reception con espositori dedicati alla vendita di oggetti e bookshop, la caffetteria aperta verso il giardino introduce al piano espositivo .
Il percorso inizia con la carriera dell’ingegner Dallara, l’esposizione di pezzi di eccezione, La prima auto, la X 1.9, la Miura e si sviluppa in un percorso suggestivo e spettacolare tra i modelli esposti per gruppi tematici accompagnati da pannelli e comunicazioni muldimediali.
Nel fondale neutro e monocromo dello spazio architettonico si sviluppa lo spettacolo della forma, l’esperienza immersiva e fisica della velocità e dell’aerodinamica, il trionfo della passione sportiva.

Livello Soppalco. Il percorso espositivo rientra nell’atrio e prosegue verso aeree passerelle espositive sino al generoso soppalco soprastante la sala degli 80. Qui troviamo rappresentato e proiettato sullo schermo continuo delle pareti d’ambito dell’intero edificio le priu’ recenti innovazioni nel campo ed il futuro dell’automobile, con la formula E, i materiali compositi, la ricerca apllicata.

Livello +2. Le pareti proiettabili ed altri espositori accompagnano ad una aerea scala ad elica che conduce alla sezione Educational del piano secondo. Gli spazi sono organizzati in aree e zone dedicate alla didattica e alle sperimentazioni, le simulazioni, la fisica in auto, come da progetti della commitenza. I soffitti sono concepiti per la flessibilità cdelle zone laboratoriali . I terrazzi belvedere e patii predispongono alla convivialità ed alla conversazione prima della discesa del pubblico in modo molto suggestivo tramite il grande ascensore in vetro che permetterà di rivivere l’esperienza spaziale della esposizione Dallara accogliendo gruppi numerosi di studenti o visitatori. Questi spazi sono stati anche pensati quale complemento della Formazione, ed in caso di necessità, per il suo ampliamento. La sezione Master, conserva privacy assoluta ed ingresso autonomo, ed è organizzata razionalmente tramite sale componibili e pareti attrezzate. Cuore della sezione dedicata alla Formazione è l’atrio che introduce alla aula magna gradonata separabile in due aule da 30 persone, con vista panoramica sul complesso aziendale .


L’involucro
La facciata dell’edificio contiene il pensiero dell’aerodinamica, si offre allo scavo e alla molteplicità dei punti di fuga, si fa matrice, esperienza, simbolo dell’innovazione con i suoi tagli, gli sbalzi e le carenature di un materiale intelligente, aumentato dalla ricerca industriale, che lavora sulla sottrazione e la conquista dell’essenziale. Una tecnologia dell’involucro che avvolge come una membrana profilata, slanciata, a sbalzo con volumi che spezzano lo sguardo e attivano infinitamente nuovi punti di fuga, visione e percezione.
Le facciate sono concepite come segno riconoscibile nel paesaggio, intendono rappresentare valorizzare la sobria capacità della Dallara di essere concreta e visionaria insieme.
Così l’edificio - sobrio ma iconico, essenziale ma monumentale – poggia su elementi architettonici chiari e riconoscibili dove la forma, la distribuzione funzionale e la scelta dei materiali diventano punti e sequenze di dialogo tra materiali originari ed essenziali, il calcestruzzo si fa composito e leggero nelle facciate monolitiche scatolari, la carrozzeria modello delle strutture portanti, il cristallo diviene produttore di energia, la pietra della valle del Ceno per le pavimentazioni degli esterni e dell’atrio.

STRATEGIA ENERGETICA : obbiettivo “0 consumo ”
La strategia energetica “0” energy del Nuovo Complesso didattico espositivo Dallara deve garantire risultati prestigiosi ed innovativi con Certificazione Energetica al livello A1.L’edificio tenderà alla autosufficiente dal punto di vista energetico, e potrà essere definito come edificio a consumo energetico quasi zero.
Sono previsti pannelli fotovoltaici integrati sulla copertura ed eventualmente anche sulle pensiline che ricoprono il parcheggi esterni. L’energia elettrica prodotta viene per la maggior parte autoconsumata alimentando i sistemi di illuminazione, i ventilatori delle unità di trattamento aria e i sistemi di pompaggio.
Con l’eventuale surplus di produzione sarà possibile alimentare delle ulteriori batterie stazionarie di accumulo.
Visti i valori che assumono i parametri climatici, è stato considerato l’utilizzo della ventilazione naturale come strategia di climatizzazione passiva. La combinazione della ventilazione di facciata con le aperture e l’effetto camino del grande lucernario bioclimatico , contribuiscono all’implementazione della ventilazione naturale.

Credits

 Varano de Melegari
 DALLARA AUTOMOBILI
 08/2015
 5.500
 8000000
 BERTANI E VEZZALI
 UFFICIO PROGETTI BERTANI E VEZZALI
 F&M Ingegneria SPA ; Manens Tifs SPA

Curriculum

Sviluppa l’attività professionale nel restauro e ri-funzionalizzazione di edifici storici e nella progettazione di nuovi edifici pubblici e privati con obiettivi innovativi e di ricerca . Si occupa da anni di servizi avanzati e di progettazione dei “sistemi complessi” avvicinando l’architettura, il paesaggio e le risorse energetiche rinnovabili. Sviluppa strategie dell’innovazione tecnologica e dei processi con un’etica attenta al recupero del patrimonio edilizio esistente, del territorio ed all’economia del domani . Gli ambiti della progettazione integrata sono : restauro di complessi culturali, biblioteche, scuole e spazi pubblici, ecohousing , ecoturismo, infrastrutture ed edifici per le nuove energie. E’ responsabile e coordinatrice dello sviluppo di una rete interdisciplinare di professionisti, start up e università per l’internazionalizzazione dell’innovazione nell’edilizia sostenibile “0 waste”

http://www.bertanivezzali.it

Community Wish List Special Prize

Cast your vote

The voting session is closed


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054