Villa Magrì - Studio Tamburrano
  1. Home
  2. Architettura
  3. Villa Magrì

Villa Magrì

Studio Tamburrano

27 October 2015

La proprietà è composta da due lotti ubicati nell’agro di Mesagne in Piazza Capri angolo Via Ischia, Lottizzazione “Manfredonia”. Complessivamente, i lotti (di seguito denominati A e B) sono estesi per mq 1951,00 il lotto “A” e 1520,00 il lotto “B”.
L’intervento di progetto consiste nella costruzione di una villa ad un solo piano con soppalco, conforme alle disposizioni del Protocollo “ITACA-Puglia”. Tale fabbricato interesserà solo il lotto “A”, mentre il lotto “B” sarà soggetto alla sola realizzazione della recinzione, ingresso carrabile e sistemazione esterna.
Il fabbricato in oggetto rispetterà gli standard urbanistici previsti, per la zona omogenea B4, dalle norme tecniche di attuazione del PRG;
In particolare:
• nella zona di intervento è consentita l’edificazione per residenze stagionali essendo il foglio di mappa catastale 27, non inserito nelle zone inedificabili.
• il lotto “A”, oggetto dell’edificazione, ha una superficie di 1951,00 mq, superiore al minimo consentito per detta zona che è pari a 1500,00 mq;
• la superficie coperta sarà pari a 323,98 mq, inferiore al massimo consentito di 390,20 mq, per un indice di copertura di 0,166 mq/mq, inferiore al limite di 0,2 mq/mq;
• il volume fuori terra sviluppato dal fabbricato sarà uguale a 769,68 mc (compreso il premio di cubatura previsto dal Protocollo ITACA), inferiore ai 770,70 mc massimi assentibili, ottenuti dalla somma seguente:
- volume consentito pari a 682,85 mc, per un indice di fabbricabilità fondiaria di 0,35 mc/mq;
- premio di cubatura Legge Regionale 13/2008 pari a 68,285 mq, (al netto di muri e solai) e 87,85 mc (al lordo di muri e solai);
• per ciò che riguarda l’altezza massima, la costruzione avrà un solo piano fuori terra, oltre ad una zona soppalcata per una altezza reale pari a 6,85 m ed una altezza virtuale ai sensi della Legge Regionale 13 del 10/06/2008 pari a 6,30 m.
Le strutture saranno costituite da materiali tradizionali ed ecologici. In particolare la struttura portante sarà in c.c.a., i paramenti di tamponamento in blocchi di tufella + Natural Beton 200 (amalgama di canapa e calce idraulica) + blocchi di canapa e calce; il tutto per uno spessore finito di 64,5 cm.
I materiali di finitura interna saranno del tipo tradizionale come l’intonaco civile a quattro strati, con finitura in grassello di calce, mentre l’intonaco esterno sarà sempre del tipo civile a quattro strati ma con finitura in grassello effetto spugnato e pittura a base di calce con cromature in linea con la nostra tradizione.
Tutti i vani abitabili della costruzione in progetto saranno idoneamente aerati ed illuminati, mediante impianto di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore, in particolare il rapporto illuminotecnico tra la superficie interna netta di ogni singola stanza e la superficie finestrata sarà superiore ad 1/8 come da verifica riportata negli elaborati grafici (Protocollo ITACA).
Essendo l’immobile ubicato in area fornita di fognatura ed acquedotto pubblico, non sussiste la necessità di prevedere un impianto di trattamento delle acque reflue domestiche.
Il terreno oggetto dell’intervento sarà recintato sui confini con una muratura di altezza pari a 1,50 m in pietra calcarea posata a secco.
CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE
- struttura di fondazione in c.a., isolata con vetro cellulare e tessuto non tessuto;
- struttura in elevazione con telai in c.a.;
- strutture orizzontali in solaio piano tipo laterocemento h: 20+5 cm, isolati con lastre di XPS;
- struttura di tamponamento in Blocchi di tufella + Natural Beton 200 (miscela di canapa e calce idraulica) + blocchi di canapa e calce; il tutto per uno spessore, finito, di 64,5 cm;
- muratura di ripartizione interna in conci di tufo dello spessore di cm 10;
- rivestimento interno ed esterno con intonaco del tipo civile a quattro strati, primo strato di rinzaffo in malta cementizia, secondo strato di malta cementizia terzo strato con malta di calce e quarto strato di stucco bianco a finitura;
- pavimentazione interna ed esterna in gres porcellanato e legno;
- impianti tecnologici, elettrico, domotico, idrico, fognario e termico, realizzati a regola d’arte e provvisti di certificato di conformità.

Studio Tamburrano

Arch. Massimo Tamburrano

Nato a Mesagne il 1961 Si laurea nel 1992.
Negli anni ha partecipato a diversi corsi di formazione professionale. Ha un’esperienza ventennale di collaborazione tecnica con altri professionisti del settore per incarichi pubblici e privati; si occupa, essenzialmente, di edilizia privata.

Arch. Salvatore Paterno

Nato a Gravina in Puglia il 1966 Si laurea nel 1993.
Cofondatore del Centro di Fisica Edile
Ha partecipato alla progettazione di edifici efficienti energeticamente, codificando i principi della progettazione passiva in clima mediterraneo.
È componente del comitato scientifico del PHI.

Arch. Antonio Stragapede

Nato ad Altamura il 1969 Si laurea nel 1998.
Cofondatore del Centro di Fisica Edile.
Ha partecipato alla progettazione di edifici efficienti energeticamente seguendo un percorso di ricerca legato allo sviluppo del prodotto edilizio in chiave sostenibile, secondo protocolli nazionali ed internazionali.
È componente del comitato scientifico del PHI.


© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054