1. Home
  2. Design
  3. Un ranch californiano dall’anima Scandinava

Un ranch californiano dall’anima Scandinava

Pareti bianche e luminose si fondono con il paesaggio circostante

SD Design Studio

Un ranch californiano dall’anima Scandinava
Scritto da Redazione The Plan -

Nella comunità di Rancho Santa Fe, appena fuori da San Diego, questo ranch californiano è la dimora dell’architetto Salom Daniel e dell’interior designer Dalia Feldman, marito e moglie, cofondatori di SD Design Studio. Hanno comprato e progettato questo piccolo angolo di paradiso per scappare dalla vita frenetica della città di San Diego. Questa zona, anche chiamata “The Covenant”, è famosa per i suoi estesi spazi aperti e per trovarsi a solo 8 km dall’oceano.

Preservando la forma originale del 1960, l’intervento ha portato a un’intera ristrutturazione degli spazi interni, combinando l’architettura moderna scandinava, caratterizzata principalmente dalla sua forte connessione con la natura, con le origini storiche dell’edificio.

La casa, composta da due piani, è caratterizzata da una vista a 270 gradi sulle colline circostanti e dalla forte presenza di luce naturale in ogni stanza, alternando luminose pareti bianche a grandi finestre che incorniciano il paesaggio della West Coast.

 

Il rinnovo di un ranch californiano

SD Design Studio ©Samantha Goh, courtesy of SD Design Studio

Inizialmente il progetto era nato come un intervento di ristrutturazione da parte dei vecchi proprietari che pensavano di poter ristrutturare la casa con il fai da te. Successivamente, dopo la sua parziale demolizione, il lavoro è risultato al di sopra delle loro capacità. 

Ed è qui che, grazie a una chiamata da parte di un agente immobiliare, Dalia e Salomon decidono di comprare la casa e di ristrutturarla, cogliendo questa grande opportunità per creare un ambiente accogliente e caldo dove passare del tempo per allontanarsi dalla vita di città.

«Una delle maggiori sfide di questo progetto è stata quella di prendere in mano un progetto nel bel mezzo di una demolizione. Nel momento in cui abbiamo varcato la porta per la prima volta con le chiavi in mano, come nuovi proprietari, sapevamo di avere un compito molto difficile e che dovevamo essere molto intelligenti nel mantenere la nostra visione e i nostri sogni di design in linea con il nostro budget» commentano Dalia Feldman e Daniel Salomon.

 

Materiali naturali: legno e marmo

SD Design Studio ©Samantha Goh, courtesy of SD Design Studio

La relazione con il paesaggio rappresenta il valore fondante della casa, che risuona la sua unicità con l’uso dei materiali e colori neutri. La casa è stata completamente rinnovata con una grande cucina come protagonista, composta da materiali naturali come il legno e il marmo.

Il pavimento, in doghe di quercia francese, contrasta perfettamente con le finiture e con gli infissi neri opachi, mentre le lastre di marmo porcellanato italiane del piano cucina ricreano uno spazio pulito e intimo.

Il soggiorno-cucina, incorniciato da un bianco soffitto con travi in vista, è caratterizzato da grandi vetrate che donano all’ambiente un’atmosfera luminosa e ben definita. Il tavolo è realizzato in massello di rovere celebrando la bellezza naturale del legno grezzo, tipico della architettura scandinava che tiene sempre in assoluta considerazione la funzionalità e la praticità di ogni arredo senza mai dimenticare il valore della bellezza.

Il ranch californiano è una perfetta meta per un viaggio ravvicinato o per una rapida fuga dalla città, ma anche un luogo che grazie ai suoi paesaggi cangianti e materiali caldi ci porta direttamente in Scandinavia.

 

Iscriviti alla newsletter

 

 

Credits

Location: Rancho Santa Fe, San Diego, California, USA
Architects and interior design: SD Design Studio (Dalia Feldman and Salomon Daniel)

Photography by Samantha Goh, courtesy of SD Design Studio


 

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054