Innovazione, design e sostenibilità: la ceramica di Ras Al Khaimah tra tradizione e futuro
  1. Home
  2. Design
  3. Innovazione, design e sostenibilità: la ceramica di Ras Al Khaimah tra tradizione e futuro

Innovazione, design e sostenibilità: la ceramica di Ras Al Khaimah tra tradizione e futuro

Innovazione, design e sostenibilità: la ceramica di Ras Al Khaimah tra tradizione e futuro
Scritto da Redazione The Plan -

Superfici prive di riflessi e con una finitura estremamente opaca, processi produttivi innovativi che riducono gli scarti e combinazione di più materiali sono solo alcune delle ultime novità introdotte e perfezionate da RAK Ceramics, che stanno segnando le più recenti collezioni di ceramiche e arredobagno all’insegna dell’innovazione, dello stile e del dialogo con la tradizione. L’obiettivo è ottenere soluzioni con caratteristiche visive, tattili e sensoriali sofisticate e d’effetto. Il filo conduttore che lega le ultime collezioni è proprio la predisposizione alla sperimentazione e all’integrazione di tecnologie di ultima generazione in ottica sostenibile e di design contemporaneo: un primo aspetto, pensando alle lastre di rivestimento, è il formato oversize, che va di pari passo con la continuità nella loro giustapposizione e con fughe ridotte al minimo.

Harbor Stone courtesy RAK Ceramics

Lo stesso vale per alcune tra le ultime innovazioni, Absolute Matt, Orbit 3Rs e Klima: la prima rende possibile realizzare piastrelle con una superficie estremamente opaca e una finitura extra-matt priva di lucentezza, così da evitare ogni riflesso; Orbit 3Rs consente di ottenere superfici ad alte prestazioni e di contribuire al riuso, riuscendo a riciclare fino al 95% di materiali nel processo produttivo; Klima consente invece di realizzare piastrelle che assorbono e respingono il calore in base alle esigenze, garantendo in ambienti indoor e outdoor massimo comfort e minimo impatto energetico. Rappresenta invece un unicum la collezione B-Materia, con cui nel 2022 RAK Ceramics ha vinto, per il secondo anno consecutivo, l’Archiproducts Design Awards. La sua superficie, frutto della fusione di due elementi naturali, pietra e marmo, esprime un concetto di design in grado di adattarsi ad ambienti classici e moderni. L’abbinamento dei materiali nella stessa piastrella, infatti, esalta la parte lucida del marmo e la struttura effetto pietra in un unico prodotto. Dalla reinterpretazione in chiave moderna del pavimento alla veneziana è nata la collezione Dark Ink, caratterizzata da un doppio colore – bianco e nero – capace di dare armonia ai tipici granuli di un terrazzo. Il mosaico e il brick nero con finitura opaca aggiungono design ed eleganza alla collezione. Le suggestioni non arrivano solo dall’Italia: Tibur from Baalbek è un viaggio nella storia dell’architettura con partenza da Roma fino al Libano. In questo caso si è deciso di ritornare a una pietra classica come il travertino, reinterpretata in chiave contemporanea e con colori caldi.

B-Materia courtesy RAK Ceramics

La bellezza ancestrale della pietra tipica della costa della Normandia rivive invece nella collezione Harbor Stone, per la quale sono disponibili sia Orbit 3Rs che Klima: si tratta di piastrelle in gres porcellanato effetto pietra dai toni tenui, solide, resistenti e versatili, per esterni e per interni. Molte di queste novità sono state presentate nel corso del 2022 alle più importanti fiere del settore, come il Salone del Mobile di Milano, il Cersaie di Bologna e il Downtown Design di Dubai.

Visualizza il pdf dell'articolo

RAK CERAMICS
P.O. Box 4714 – UAE – Ras Al Khaimah
Tel. +971 7 2467000 / 2445046
www.rakceramics.com

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054