Come rinnovare un hotel ai piedi dell'Etna
  1. Home
  2. Design
  3. Come rinnovare un hotel ai piedi dell'Etna

Come rinnovare un hotel ai piedi dell'Etna

Un design elegante, ispirato dalla bellezza naturale delle spiagge vulcaniche e del mare

THDP

Come rinnovare un hotel ai piedi dell'Etna
Scritto da Redazione The Plan -

Zancle, Naxos, Leontinoi, Katane e Siracusa: già dai nomi di queste città, le prime colonie greche che sorsero in Sicilia, viene voglia di mare, di Mediterraneo. E che cos’è il Mediterraneo, se non mille cose insieme? Il Mediterraneo di fatto non è un paesaggio, è innumerevoli paesaggi, non è una civiltà, ma una serie di civiltà che si accatastano le une sulle altre. Viaggiare nel Mediterraneo significa incontrare il mondo romano in Libano, la preistoria in Sardegna, le città greche in Sicilia, oltre alla presenza araba in Spagna e alI'Islam turco in Iugoslavia. Lo dice Braudel nel suo indimenticabile libro Il Mediterraneo, dove ricorda quanto sia unico anche per la sua famosa triade di vita: “Il Mediterraneo realizza il proprio equilibrio vitale a partire dalla triade ulivo-vite-grano.”

Partendo da questi valori, lo studio di architettura e interior designer THDP ha rinnovato a Naxos un hotel 4 stelle che fa emergere tutto il meglio della cultura e della storia del Mediterraneo, ispirandosi a tutto ciò che gli dà vita, dal carretto dei cavalli colorato, ai limoni maturi e le arance. Scopriamo i colori e le soluzioni trovate per questa location unica ai piedi dell'Etna.

 

 

Hotel nell'antica colonia di Naxos: un nuovo design realizzato da THDP

Un rinnovato hotel a 4 stelle sul lungomare, situato a Giardini Naxos: è questo uno degli ultimi progetti di interior design di THDP. Giardini Naxos non è una location qualunque, è stata fondata nel 734 a.C. da coloni provenienti da Chalcis in Eubea, e fu la prima colonia greca in Sicilia. L'antica Naxos fu distrutta nel 403 a.C., e il centro che sorse al suo posto nel Medioevo divenne un villaggio di pescatori.  Alla fine del XIX secolo vennero costruite eleganti ville, che venivano usate come ville per le vacanze dalle classi superiori.

La Sicilia è famosa, lo sappiamo, per le sue vivaci arti e mestieri popolari. Prendendo ispirazione dalla ricca storia e dai colori vivaci della frutta e dei dintorni, la Sicilia ha una serie di mestieri unici da esplorare per i visitatori orientati alla cultura. Uno dei simboli più noti dell'iconografia popolare siciliana è il carretto siciliano. Il carretto era un mezzo di trasporto che combinava la funzionalità con la narrazione di storie e racconti, servendo come una sorta di libro illustrato vagante che variamente rappresentava eventi storici, letterari, religiosi o cavallereschi.

 

 

Gli antichi fenici e i greci portarono le loro tradizioni artigianali sull'isola, creando anfore, crateri, kylixes, e altri tipici oggetti antichi e la tecnica di stendere colori brillanti e saturi è stata introdotta in Sicilia durante la conquista musulmana. La casa di moda di Dolce & Gabbana, non per niente, ha messo la Sicilia sulla mappa delle fashioniste e ha diffuso l'artigianato dell'isola in tutto il mondo incorporando immagini iconiche siciliane nelle sue stampe audaci come il carretto dei cavalli colorato, i limoni maturi e le arance. 

 

>>> Un interno da sogno in soli 65mq: scopri Casa Totem, un pied à terre segreto nel cuore di Trastevere, a Roma, ridisegnato da STUDIOTAMAT

 

 

 

Com'è fatto l'albergo

L'hotel è di fronte alla spiaggia e tutte le finestre delle aree comuni sono rivolte verso il mare. Anche molte delle camere si affacciano sul mare permettendo alla luce mediterranea di entrare attraverso le grandi finestre e gli ospiti possono godersi l'aria salmastra dal loro balcone privato.

L'hotel è stato (ed è tuttora) una delle più importanti e famose strutture ricettive che ha ospitato generazioni di turisti attirando persone da tutto il mondo. Si trova ai piedi del vulcano Etna e vicino a Taormina. Una dettagliata ricerca locale ha guidato la narrazione dell'intero progetto, iniziando con la ristrutturazione delle principali aree pubbliche, della lobby e del bar, del check in degli ospiti, dei ristoranti Panarea e Sciara, e creando una nuova terrazza sulla piscina e il bar Fluido.

 

 

Un design ispirato dalle spiagge vulcaniche

Il design si è ispirato alla bellezza naturale delle spiagge vulcaniche, del mare, e dalla presenza sovrannaturale dell'Etna. Con decorazioni, opere d'arte e colori locali, l'obiettivo è stato quello di aggiungere carattere, un profondo senso di autenticità e una tavolozza raffinata basata su toni naturali con tocchi di colori del mare.  

La lobby era un grande spazio aperto di oltre 700mq, precedentemente decorato in un pesante stile barocco: sin dall'inizio i designer hanno voluto riattivare questo spazio, dandogli un nuovo cuore e valenza di punto focale. Con il nuovo layout, smart worker e ospiti del tempo libero possono così incontrarsi utilizzando un'area polivalente che può ospitare tutti, grazie alle diverse tipologie di sedute. Lo stile è elegante, con i colori della pietra di Taormina che fondono la palette di colori interni ed esterni.

La reception si ispira all'attitudine siciliana per l'accoglienza, ed è stata realizzata in tre grandi banchi con piano in lava grigio scuro fabbricato da Nero Sicilia; la caratteristica parete posteriore è composta di piastrelle locali dipinte a mano da La Fauci, mentre le luci decorative d'accento sono di Aromas del Camp (in rame e rattan). In questo modo l'ospite si ritrova immerso in un'esperienza autentica e locale.  

 

 

A cena ai piedi dell'Etna

Il ristorante Panarea presenta materiali, caratteristiche e forme che ricordano agli ospiti l'antico artigianato siciliano, e incorpora piastrelle dipinte a mano nelle nicchie all'ingresso con motivi tradizionali. La zona del buffet ha paraventi con forme irregolari ma geometriche appese ai soffitti che ricordano le antiche giare greche di terracotta. Altro omaggio all'artigianato locale, sono gli intrecci di pelle ispirati agli antichi sandali greci.

Il design del ristorante La Sciara invece, è stato ispirato dal rivestimento murale esistente in pietra lavica: lo spazio ha i toni più scuri che riecheggiano quelli del vulcano Etna, la pietra scura e minacciosa è contrappuntata dalle vibranti vetrate blu e rosse - che ricordano i colori del mare di notte, scuri ma attraenti e accoglienti. 

 

|||   ISCRIVITI A THE PLAN   |||   Ricevi direttamente le più belle storie del mondo dell'architettura e del design, gli ultimi progetti realizzati, classifiche e recensioni, consigli su video, gallery e interviste

 

Credits

Location: Giardini Naxos, Messina

Owner: Russotti Gestioni Hotels S.p.a, Milano, Italy

Main Contractor: R.L.General Contract Srl

Interior Design: THDP

Architecture: Architecna Engineering Messina

Photography by Giorgio Baroni, courtesy of THDP

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054
ITC Avant Garde Gothic® is a trademark of Monotype ITC Inc. registered in the U.S. Patent and Trademark Office and which may be registered in certain other jurisdictions.