Efficienza e sostenibilità per facciate ventilate
  1. Home
  2. Design
  3. Efficienza e sostenibilità per facciate ventilate

Efficienza e sostenibilità per facciate ventilate

Efficienza e sostenibilità per facciate ventilate
Scritto da Redazione The Plan -

Materiale inalterabile e versatile, il Lapitec è la pietra sinterizzata realizzata dall’omonima azienda italiana, ottenuta da una miscela di minerali 100% naturali, priva di resine, inchiostri, derivati del petrolio e interamente silica-free. È un materiale coperto da 25 brevetti, ideale per l’intero mondo dell’architettura, dalle pavimentazioni ai rivestimenti, fino alle facciate, grazie alle sue caratteristiche di resistenza ad alte temperature, gelo, raggi UV e al vento. In particolare, le lastre in Lapitec, a tutta massa e quindi uniformi nella loro composizione, rappresentano una valida soluzione anche per le facciate ventilate, contribuendo a migliorare la vivibilità degli spazi interni in ogni stagione.

Le nuance chiare, capaci di riflettere e di disperdere il calore, hanno il vantaggio di ridurre la trasmissione della temperatura e, dunque, di limitare gli interventi per il raffrescamento nel periodo estivo; in inverno, la non assorbenza della pietra sinterizzata (diretta conseguenza della superficie priva di porosità del materiale) garantisce un edificio asciutto e al riparo dalle muffe, riducendo al minimo la necessità di manutenzione e pulizia.

 © Andrea Martiradonna, courtesy Lapitec

Oltre alla resistenza, una delle caratteristiche principali richieste per le lastre delle facciate ventilate è la disponibilità di grandi formati, che creano un effetto contemporaneo:
per questo Lapitec propone diverse dimensioni e spessori di lastre, a partire da quelle di 12 e 20 mm in formato XXL (1.540x3.440 mm), che si affiancano a quelle di 30 mm (1.500x3.400 mm).

Tra le numerose finiture disponibili le più utilizzate per le facciate ventilate sono Vesuvio e Meridio, entrambe caratterizzate dalla texture sabbiata della superficie. In particolare Meridio, presentata a Cersaie 2021, è ben riconoscibile per la sua ruvidezza e la sua trama, che ben esaltano le cromie del Lapitec.

L’anima tecnologica e sostenibile di questa pietra ha raggiunto infine un nuovo e importante traguardo a inizio 2022, quando l’azienda ha completato il suo percorso di eliminazione della silice cristallina che – presente naturalmente in tutte le argille, i graniti, i quarzi e le arenarie – può causare patologie respiratorie croniche. Lapitec, la cui collezione Musa ne era già priva, è ora riuscita a rimuoverla dall’intera gamma: un risultato raggiunto grazie a un nuovo minerale brevettato dalla Lapitec stessa, ovvero la Biorite®, che compone la miscela del materiale garantendone la massima sicurezza e sostenibilità.

Visualizza il pdf dell'articolo

LAPITEC

Via Bassanese, 6 - I - 31050 Vedelago (TV)
Tel. +39 0423 703811
Email: [email protected] - www.lapitec.com

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054