Margine disegna a Roma la Casa del Musicista
  1. Home
  2. Design
  3. Casa del Musicista, a Roma si improvvisa jazz in una palazzina anni Trenta

Casa del Musicista, a Roma si improvvisa jazz in una palazzina anni Trenta

Succede nello storico quartiere Appio Latino, dove si disegna uno spazio su misura per il suono

Margine

Margine disegna a Roma la Casa del Musicista
Scritto da Redazione The Plan -

Si parla spesso del legame tra architettura e musica, di come entrambe siano esperienze coinvolgenti e sensoriali. Lo diceva anche John Cage: «Una composizione è come una casa in cui gironzolare». Alla fine è vero, architettura e musica avvolgono il corpo nello spazio. Spesso però non è facile dare forma al suono, creare uno spazio che sia armonioso, accogliente, e allo stesso tempo funzionale per la vita di tutti i giorni. 

Lo studio di architettura Margine ci è riuscito, trasformando un appartamento buio e frammentato di un'elegante palazzina anni Trenta, in una casa-studio luminosa e funzionale: la Casa del Musicista.

 

 

Casa del Musicista, a Roma si improvvisa jazz in una palazzina anni Trenta

Siamo a Roma, nello storico quartiere Appio Latino, a ridosso delle mura Aureliane e a pochi passi dalla Basilica di San Giovanni in Laterano. È qui che il proprietario dell'immobile, un musicista jazz, desiderava un’abitazione aperta e accogliente, caratterizzata da una zona living a metà strada tra una sala concerti e un soggiorno.

Gli architetti hanno rivoluzionato gli interni per amplificare la permeabilità e la versatilità degli ambienti, liberando il progetto dagli stereotipi classici dell’abitare. Il corridoio labirintico e angusto, che caratterizzava la distribuzione iniziale, diventa uno spazio confortevole grazie all’apertura della parete di fondo, che mette in connessione visiva chi entra con l’ambiente principale del soggiorno-studio, caratterizzato da una boiserie di listelli in rovere verticali.

 

>>> A Palazzo Stauffer, Cremona, c'è il primo centro internazionale per gli strumenti ad arco. Guarda il restauro eseguito da Lamberto Rossi Associati

 

 

Come disegnare l'acustica di uno spazio

Con la sua particolare conformazione pentagonale concepita per ospitare jam session ed estemporanee musicali, la sala è esaltata nel suo minimalismo dalla boiserie, che come la cassa di un misterioso strumento musicale, organizza i percorsi e nasconde gli spazi secondari e di servizio, come la cappottiera, l’accesso al bagno, il passaggio verso la cucina e l’armadiatura semicircolare che ridisegna in maniera organica lo svincolo principale della casa. Allo stesso tempo, il sistema a listelli affina l’acustica dello spazio e amplifica la diffusione della luce naturale.

 

Nel living la spina dorsale in legno di rovere compie una curva per tenere in connessione simmetrica la enfilade di accesso e la cucina. La fitta struttura a listelli dell’esoscheletro migliora l’acustica degli spazi, rendendo il sistema una sorta di strumento musicale passivo che trasmigra i suoni nello spazio, raccontano i fondatori dello studio Giulio Ciccarese e Valentina Pontieri.

 

Pochi elementi formali, ma ben studiati, restituiscono un ambiente puro e dalle linee asciutte, riscaldato dalla pavimentazione in rovere chiaro a spina italiana ed impreziosito dalle superfici di marmo di Carrara con cui sono rivestiti piani, davanzali, e bagni. Arredi ricercati, che strizzano l’occhio a un gusto dell’abitare tipico degli anni ’60, acquistati in gran parte in mercatini dell’antiquariato, si mixano a pezzi più ricercati, come le sculture Omaggio a Morandi di Salvatori, la sedia 3T di Mangiarotti, i lampadari Triedri vintage di Venini o le lampade di Pepe Fornas per Aromas del Campo.

 

>>> Casa Totem, un pièd a terre segreto nel cuore di Trastevere. Perfetto per un weekend a Roma (non da turisti). Il progetto è di Studiotamat

 

Margine compone la propria melodia architettonica, dando vita a una casa eclettica ed estremamente versatile, dove l’eleganza si insinua nell’accostamento intelligente di materiali, texture e arredi all’apparenza semplici, ma ricercati.

 

Credits

Location: Appio Latino, Roma

Completion: october 2021

Living space: 130 mq

Project: Margine

Photography by Lorenzo Zandri, courtesy of Margine

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054