Cameron House
  1. Home
  2. Design
  3. Cameron House

Cameron House

Soggiornare in un castello del Settecento

3DReid e Simpson & Brown | Greyline Design Studio

Cameron House
Scritto da Redazione The Plan -

Con un tratto di matita che riprende le note romantiche dei grandi laghi, delle colline rugose e delle foreste brumose è stato tracciato il recupero dell’antico castello costruito a metà del Settecento sulle rive del più grande bacino d’acqua dolce del Regno Unito, il Loch Lomond. Oggi il suo rinnovamento ha portato alla riapertura di Cameron House in veste di resort di lusso con centro benessere, club velico e campo da golf, un punto di partenza per percepirsi parte della natura scozzese e per scoprire quell’area di confine con la regione delle Highlands famosa per il suo whisky.

Cameron House Courtesy Diasen

Grazie agli ultimi interventi, infatti, ampie e sofisticate suite e stanze offrono un’ospitalità dall’antico charme reinterpretato in chiave moderna, come anche le esclusive
14 suite all’interno della cosiddetta Auld House. Questa, con il restauro di un palazzo baronale del XVII secolo, è il cuore per scoprire la storia e l’eredità proveniente dai secoli passati, tra l’eleganza senza tempo degli arredi, i letti in stile queen size e le terrazze o i rooftop aperti sul lago che ampliano le zone living. Lo stesso viaggio attraverso lo stile e la storia dell’epoca vale per le zone comuni, le librerie, la reception dai toni scuri e dai preziosi lampadari e, ancora, per il lobby bar dall’iconico bancone in marmo. Gli spazi comuni sono accomunati dalla presenza, tra le altre cose, di velluti in color bronzo, di intarsi in ottone antico e di un iconico marmo Emperador.

Cameron House Courtesy Diasen

Per questo intervento, firmato dallo studio 3D Reid in collaborazione con Simpson & Brown e con interior design di Greyline Design Studio, l’azienda marchigiana Diasen ha individuato e fornito, come soluzione per le pareti esterne e interne, la biomalta mediterranea Diathonite Thermactive.037. Questo intonaco termico conferisce ottime qualità di performance sia da un punto di vista termico sia da un punto di vista della leggerezza della struttura. Sfruttando le potenzialità stesse della natura e dei fenomeni atmosferici, questo termocappotto a base di sughero a spruzzo e di un mix di materiali, quali silice amorfa, perlite e pomice, è realizzato con un’elevata porosità. Questa caratteristica permette all’aria di riempire gli alveoli, di isolare termicamente e, associata al tipo di materie prime selezionate, di assorbire l’umidità in eccesso: entrambi gli effetti risultano ancor più importanti a latitudini segnate dalle basse temperature e dall’elevata percentuale di umidità come quelle delle zone a nord-ovest di Glasgow e del Loch Lomond. Ma sono proprio queste stesse condizioni climatiche a essere peculiari e identitarie del luogo nel quale è immerso l’ex castello di Cameron House, di quella zona lagunare attrattiva per le sue attività di pesca, di kayak o di speed boat, di quelle terre collinari o di quelle immense distese di bosco dove è possibile arrampicarsi, cavalcare, camminare alla ricerca dei falchi. Sono parte imprescindibile di un’esperienza immersiva.

Visualizza il pdf dell'articolo

DIASEN

Zona Industriale Berbentina, 5 – I – 60041 Sassoferrato (AN)
Tel. +39 0732 9718
Email: [email protected]www.diasen.com

Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054