La Natura dentro e fuori
  1. Home
  2. Contract & Interior Design 07
  3. La Natura dentro e fuori

La Natura dentro e fuori

Complesso residenziale Stone Lodges

Earthitects

La Natura dentro e fuori
Scritto da Redazione The Plan -

“La Natura è il più bel progetto che esista”: il manifesto di Earthitects incorona l’ambiente come la più grande fonte di ispirazione per i propri progetti. La corrente di pensiero promossa dagli architetti, la cosiddetta Reverse Urbanisation, si pone come obiettivo una progettazione che vuole portare la natura all’interno delle residenze, favorendo una connessione tra uomo e ambiente, al fine di migliorare non solo la propria armonia interiore ma anche il rapporto con tutto ciò che ci circonda, promuovendo uno stile di vita in sintonia con i ritmi naturali.

Un esempio della loro teoria del costruire è Stone Lodges, un complesso residenziale composto da tredici ville di lusso progettate da Earthitects su una collina boscosa nel distretto di Wayanad, in Kerala, nel sud dell’India. Nascoste nella foresta tropicale, le residenze sono state disegnate traendo ispirazione dalla natura circostante e dalle tradizioni architettoniche locali e condividendone concept e stile. Estate Plavu è una di queste: la residenza è progettata secondo i principi della biofilia, che hanno guidato gli architetti nella ricerca dell’armonia con la natura in ogni aspetto della progettazione, dalla composizione volumetrica alla distribuzione degli spazi, fino alla selezione dei materiali e dei complementi di arredo.

Complesso residenziale Stone Lodges - courtesy Earthitects Le finiture interne sono rustiche e richiamano elementi naturali: la pietra riveste ampie porzioni di pareti e le travi della copertura sono costituite da tronchi d’albero.

Distribuita su un lotto di circa 4.000 m2, la residenza sfrutta il declivio naturale del sito, distribuendosi lungo il pendio su livelli diversi: due lodge destinati ad abitazione nella porzione più alta e una stretta piscina a sfioro più in basso, affacciata verso la fitta vegetazione e circondata da laghetti con ninfee. La distanza di 6 metri tra i due lodge è stata appositamente studiata per fornire a ogni abitazione una vista sul contesto senza impedimenti; camminamenti sospesi collegano i due corpi di fabbrica fornendo al visitatore un’esperienza profondamente immersiva e particolarmente suggestiva nelle ore notturne, grazie anche all’illuminazione integrata nell’architettura. Inoltre, sono presenti bagni esterni, dove potersi godere una doccia completamente immersi nella foresta tropicale, circondati dalla vegetazione lussureggiante e da grandi massi rocciosi che rendono questi spazi simili a un santuario. 

La distribuzione degli ambienti è stata studiata come una scenografia: ogni stanza si affaccia sulla foresta circostante e abbraccia la natura, integrandosi con essa. Le ampie vetrate, la presenza di cortili interni che bucano l’architettura e fanno spazio alla natura, l’orientamento delle stanze e la distribuzione delle aperture sono tutti espedienti con cui gli architetti hanno voluto rendere lo spazio esterno il protagonista dell’architettura.

I materiali utilizzati vanno infine a completare la fusione tra interno ed esterno; i colori e i materiali richiamano infatti la foresta tropicale: il granito nero delle murature, i pavimenti grezzi in pietra grigia, la copertura con le travi a vista ricavate da tronchi d’albero, i percorsi in acciottolato grezzo e l’ampio uso del legno per gli arredi compongono una palette di materiali e di tonalità che si fonde con la vegetazione.

Ogni complemento di arredo è stato studiato per promuovere la biofilia e la sostenibilità: gli ambienti sono capillarmente invasi da oggetti e da dettagli di falegnameria artigianale che compongono la Handcrafted Collectibles, una collezione disegnata su misura per tutte le residenze del complesso.

Per rendere la permanenza a Stone Lodges un’esperienza sensoriale a 360 gradi, la proprietà della tenuta è stata arricchita con 64 specie di uccelli endemici, che offrono uno spettacolo per la vista e soprattutto per l’udito, animando la foresta che circonda la residenza con vivaci cinguettii.

Nascoste nella foresta tropicale, le residenze sono state disegnate traendo ispirazione dalla natura circostante e dalle tradizioni architettoniche locali e condividendone concept e stile. 

Luogo: Wayanad, Kerala, India
Committente: Privato Completamento: 2022
Superficie lorda Estate Plavu: 680 m2
Progetto architettonico e degli interni: Earthitects
Appaltatore principale: Sooryodhaya Associates

Tutte le Fotografie courtesy Earthitects

Ti potrebbe interessare:
CONTRACT & INTERIOR DESIGN 07
CONTRACT & INTERIOR DESIGN 07

THE PLAN Contract & Interior Design 7 è il settimo numero speciale che THE PLAN dedica a questi mondi dell’architettura. La pubblicazione, in uscita a settembre 2023 insieme a THE PLAN 148, raccoglie una ventina di progetti – tra i più signific... Read More

Copia Cartacea Copia Cartacea
12.00 €
Copia Digitale Copia Digitale
5.49 €
Resta aggiornato sulle novità del mondo dell'architettura e del design

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054