A++ GROUP - Trullo Mo', in a corner of Puglia a resort for a holiday without artifice, just well-being
  1. Home
  2. Award 2022
  3. Investment and Asset Management
  4. Trullo Mo', in a corner of Puglia a resort for a holiday without artifice, just well-being

Trullo Mo', in a corner of Puglia a resort for a holiday without artifice, just well-being

A++ GROUP

Investment and Asset Management  /  Completed
A++ GROUP

Trullo Mo’ nasce da un progetto di riqualificazione edilizia di un fabbricato rurale a trulli, ubicato in Valle d’Itria, precisamente in agro di Cisternino, zona lambita da una splendida campagna di uliveti, mandorleti e macchia mediterranea. In origine, il complesso contava esattamente 8 coni di diverse dimensioni e una lamia quadrangolare, a copertura piana, dove era ancora vivo il rapporto tra tradizione e natura, alla base dell’abitare pugliese. Questo assioma radicato in ogni pietra strutturale dell’edificio è diventato così il “leitmotiv” del nostro progetto di recupero, basato sul rispetto delle caratteristiche architettoniche e sulla tutela dei valori paesaggistici del luogo, ottimizzando così il rapporto tra edificio rurale e luogo in cui esso è inserito. Nello specifico, l’obiettivo era quello di creare una struttura turistico-ricettiva dove promuovere un ritorno alla lentezza, alla condivisione e ai ritmi ciclici di un tempo. Nel corpo centrale, dove i vari ambienti si snodano in successione, sono state disposte tre camere da letto con rispettivo bagno e tutti gli ambienti conviviali: cucina con piano breakfast, zona pranzo e area living con grande parete vetrata, in affaccio sul giardino posteriore. Questo grande elemento trasparente, distintivo del Trullo Mo’, regala una visione scenografica d’insieme e crea un prolungamento abitativo verso il grande uliveto circostante, fondendo così tradizione e contemporaneità. Inoltre, non di minore importanza è la luce naturale che attraverso la vetrata irradia il soggiorno e si fonde con i materiali naturali e i colori chiari degli arredi: la pietra di Trani, il bianco candido della calce, il lino, la juta grezza e il legno di recupero; regalando sensazioni di suggestiva morbidezza. Il concetto di compenetrazione fra gli spazi lo ritroviamo indissolubile anche nel secondo modulo Depandance, di nuova edificazione, immerso nel verde e collegato al primo attraverso viali naturali nella macchia mediterranea. Si tratta di due Trulli, adibiti a suite indipendenti, realizzati ex novo seguendo le tecniche tradizionali e i principi base dell’architettura bioclimatica. Infatti, anche per questo modulo in ampliamento, come per il corpo originario, è stato utilizzato quel complesso di soluzioni progettuali che, pur mirando ad assicurare condizioni di comfort termo-igrometrico, cercano di limitare al massimo l’intervento degli impianti e quindi anche i relativi consumi di energia primaria. L’energy conscious design diventa quindi pilastro dell’intero progetto, dove l’installazione di pannelli fotovoltaici e pannelli solari, ha permesso di sostituire una quota di combustibili fossili con risorse ambientali rinnovabili. Nel dettaglio, sono stati predisposti collettori solari termici per la produzione di acqua calda; impianti radianti a pavimento con pompa di calore, per il riscaldamento degli ambienti; e sono state conservate le vecchie cisterne interrate, dove viene raccolta l’acqua piovana poi utilizzata per l’irrigazione, in un discorso di edilizia circolare. Del resto, l’edificio a Trullo è già di per sé prototipo di edilizia passiva, grazie alla notevole inerzia termica della pietra, allo spessore generoso delle pareti con nucleo a sacco, alle piccole finestre poste in corrispondenza a garantire la ventilazione interna, e non per ultimo alla forma conica delle coperture e il manto di chiancarelle, che fungono da strato impermeabilizzante, favorendo la ventilazione e il raffrescamento estivo. Nel masterplan generale, i trulli depandance insieme al corpo centrale, sono disposti a perimetrazione di una corte-giardino aperta di nuova formazione, intorno a cui sono anche locati due moduli cilindrici, adibiti a zona bbq e living esterno. Linea grafica continua che unisce tutti questi elementi è data da una serie di pergole geometriche ombreggianti, completate da cinghie bianche in tensione, poste ritmicamente in movimento dal fruscio del vento. Sul lato aperto del giardino poi, è disposa la grande piscina di forma trapezoidale con ingresso a spiaggia e spaziosa zona solarium che si fonde visivamente con il vasto uliveto terrazzato, simbolo identitario e parte integrante del progetto. Questo paesaggio agreste, infatti, insieme ai suoi muretti a secco diventano cornice perfetta per la zona ginnica del trullo, ovvero una palestra outdoor realizzata con attrezzature calisthenics e un campo da Padel panoramico, completamente vetrato. Quindi, a margine della descrizione si evince come, tutto il nodo progettuale consiste nella consequenzialità delle connessioni, architettoniche e naturali, simboliche e materiche, che si innestano nel modo di abitare la casa, dove diviene fondamentale l’idea di relazione continua fra l’abitare nello spazio interno della residenza e il suo complemento nello spazio all’esterno.

Credits

 Cisternino (BR)
 A++ GROUP
 07/2022
 800
 2000000
 Guppo Mo’
 A++ - Human Sustainable Architecture
 EDILGEN S.R.L.
Tag
#Finalist #Italia  #Struttura ricettiva  #A++ GROUP  #Cisternino (BR) 

© Maggioli SpA • THE PLAN • Via del Pratello 8 • 40122 Bologna, Italy • T +39 051 227634 • P. IVA 02066400405 • ISSN 2499-6602 • E-ISSN 2385-2054